Modello F24 editabile

Descrizione

Modello F24 editabile che una volta scaricato sul proprio pc può essere compilato a video, stampato e utilizzato per i versamenti in banca o alle poste. Dunque con questo modello non è possibile effettuare nessun altro tipo di operazione, come trasmissione a terzi (Agenzia Entrate, ecc.) o effettuazione pagamenti.

La somma degli importi a debito e la compensazione con eventuali importi a credito, viene effettuata in automatico. Resta inteso che con l'utilizzo di questo modello F24 da compilare, l'utente solleva Moduli.it da qualunque responsabilità, implicita ed esplicita, derivante dal suo utilizzo. L'utente, infatti, è l'unico responsabile della correttezza dei calcoli e della compilazione del modello F24.

Modello F24 editabile cos'è

L'F24 compilabile viene utilizzato dai contribuenti per pagare svariate tipologie di tributi, tasse e contributi: imposte sui redditi (Irpef, Ires), Iva, Irap, merali, contributi e premi Inps, Inail, Enpals, Inpgi, diritti camerali, Imu, Tari, Tasi e così via. Per coloro che non risultano titolari di un contratto di fornitura elettrica residenziale, il modello F24 può essere utilizzato perfino per pagare il canone Rai (ecco l'esempio di come va compilato il modello f24 editabile canone Rai). Inoltre questo modello può essere utilizzato in caso di ravvedimento, avviso di accertamento, irrogazione di sanzioni, ecc.

E' anche denominato "Modello F24 unificato" perché consente di riportare sullo stesso modello importi a debito relativi a più tributi e contributi e nello stesso tempo di compensarli con importi relativi a crediti maturati. Facciamo un esempio: il contribuente ha maturato con la dichiarazione dei redditi 2018, un credito Irpef pari a 850 euro. A Maggio deve pagare i contributi Inps relativi alla gestione commercianti per l'importo di 920 euro. Nel predisporre il modello, il contribuente dovrà:

  • nella sezione "Erario", indicare 4001 in corrispondenza della colonna "Codice tributo", 2017 in riferimento alla colonna "Anno di riferimento" e 855 in corrispondenza della colonna "importi a credito compensati";
  • nella sezione Inps, indicare 6000 in corrispondenza del "Codice sede", CF come "causale contributo", quindi il numero di matricola Inps, il periodo (01/2018-12/2018) e 920 in corrispondenza della colonna "importi a debito versati".

A questo punto il modello F24 da compilare determinerà in automatico l'importo a debito da pagare (65 euro), inserendolo nel campo relativo alla sezione "Saldo finale". Non resta che inserire la data e le coordinate bancarie se vuoi che la somma sia addebitata sul tuo conto.

Modello F24 editabile chi può utilizzarlo

Come detto si tratta di un modello che una volta compilato a video, può essere solo stampato e portato in banca, alle poste o in qualsiasi sportello degli agenti della riscossione (Agenzia delle Entrate - Riscossione). Questo significa che può essere utilizzato solo dai contribuenti non titolari di partita Iva, visto che questi ultimi possono presentare il modello F24 in forma cartacea e non sono obbligati, pur avendone la facoltà, al pagamento in modalità telematica. Il pagamento attraverso il modello F24 può essere effettuato in contanti, con assegni bancari e circolari o assegni postali (presso banche, poste e agenzie della riscossione) e con carta Pagobancomat o Postamat nel caso in cui lo sportello sia dotato di un terminale elettronico.

I contribuenti titolari di partita Iva, invece, hanno l’obbligo di presentare il modello F24 esclusivamente con modalità telematiche. In particolare possono far ricorso:

  • ai servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate ("F24 web" e "F24 online");
  • ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione;
  • agli intermediari abilitati (commercialisti, consulenti del lavoro, associazioni di categoria, Caf, ecc.).

In presenza di compensazioni, con saldo positivo o a zero, non si può utilizzare il servizio di home banking offerto dalla propria banca (leggi "Compensazione dei crediti con l'F24: ecco le nuove regole").

Modello F24 editabile: come si compila

L'F24 compilabile si compone delle seguenti sezioni:

  • "Contribuente", dove vanno riportati i dati anagrafici, il codice fiscale e il domicilio fiscale di colui che effettua il versamento. Se per conto di questi agisce l'erede, il genitore, il tutore o il curatore, occorre specificare anche il codice fiscale e il codice identificativo di chi effettua materialmente il pagamento;
  • "Erario", in cui vanno inseriti gli importi a debito o a credito relativi a Irpef, Ires, Iva, ritenute e tasse erariali;
  • "Inps", che va compilato nel caso in cui occorre provvedere al versamento dei contributi previdenziali; 
  • "Regioni", dove vanno inseriti gli importi relativi alle imposte regionali (Irap e addizionale regionale all'Irpef);
  • "IMU e altri tributi locali", da utilizzarsi per i versamenti delle imposte comunali;
  • "Altri enti previdenziali ed assicurativi", da compilare nel caso di versamenti di contributi e premi relativi ad altri enti previdenziali (Enpals, Inpdai, Inpdap, Enpap, Epap, Eppi, ecc.).

Attenzione a non commettere errori: quelli che i contribuenti commettono più frequentemente , riguardano il codice tributo, il periodo di riferimento dell’imposta da versare e il codice fiscale di colui che effettua il versamento.

Tags:  fisco

Formati
PDF
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità