Destinazione 5‰: il modello in word per il rendiconto

I soggetti del volontariato beneficiari del “5‰ dell’Irpef” sono tenuti a predisporre un rendiconto che dimostri, in modo chiaro e dettagliato, l’impiego delle somme percepite per ciascuna delle annualità di riferimento. Per supportare i soggetti nell’assolvimento del proprio obbligo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha elaborato questo modello di rendiconto.

Il modello si compone di due parti: - nella prima tabella intitolata “Anagrafica” devono essere inserite le informazioni e i recapiti del soggetto beneficiario; - nella seconda tabella intitolata “Rendiconto delle spese sostenute” vanno inseriti gli importi dei costi che sono stati coperti con la quota percepita.

Quesste le Linee guida per la predisposizione del rendiconto. Qualora fosse necessario l’ente può inserire sotto ogni voce di spesa ulteriori righe al fine di fornire informazioni di dettaglio.

Il rendiconto, debitamente firmato dal legale rappresentante, deve essere corredato dalla copia semplice di un valido documento di identità del rappresentante legale e dalla eventuale relazione di cui al punto successivo. Nel caso in cui l’associazione inserisca importi in corrispondenza del punto 4 (Erogazioni ai sensi della propria finalità istituzionale) e/o punto 5 (Altre voci di spesa riconducibili al raggiungimento dello scopo sociale), dovrà predisporre una relazione descrittiva per illustrare nel dettaglio gli interventi realizzati ed indicare, per ciascuno di essi, il costo, suddiviso nelle principali voci di spesa.

Resta ferma la facoltà per tutti i soggetti di corredare il documento contabile con una relazione descrittiva al fine di fornire informazioni chiare e dettagliate circa l’impiego dell’importo ricevuto.

Fermo restando l’obbligo per tutti i soggetti beneficiari di redigere il rendiconto, quelli che abbiano percepito: - per l’anno 2008 un importo pari o superiore ad € 15.000,00; - per gli anni successivi un importo pari o superiore ad € 20.000,00 sono tenuti a trasmettere il resoconto e la documentazione da allegare - salvati in formato .pdf - al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La trasmissione per posta elettronica va effettuata dall’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del rappresentante legale al seguente indirizzo: dgvolontariato@mailcert.lavoro.gov.it

L’eventuale documentazione cartacea deve essere trasmessa per posta raccomandata, apponendo sulla busta la dicitura “Rendiconto 5‰ dell’Irpef”, al seguente indirizzo:

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali D.G. per il Volontariato, l’Associazionismo e le Formazioni Sociali - Divisione I Via Fornovo n.8 00192 Roma

Sono esonerate dall’utilizzo di questo modello quei soggetti abbiamo redatto il bilancio di esercizio secondo le “Linee guida e schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti non profit” fornite dall’Agenzia per le Onlus (www.agenziaperleonlus.it). Nel bilancio di esercizio, comunque, dovrà risultare in modo chiaro ed inequivocabile la destinazione della quota del “5‰ dell’Irpef” percepita.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata