Come dichiarare la propria disponibilità al lavoro presso il Centro per l'Impiego

dichiarazione di immediata disponibilità presso il centro per l'impiego,  dichiarazione di immediata disponibilità

L'art. 1 del D.lgs 297/02 definisce lo “stato di disoccupazione” la condizione del soggetto privo di lavoro, che sia immediatamente disponibile allo svolgimento ed alla ricerca di una attività lavorativa secondo modalità definite con i servizi competenti.

Quindi chi è in cerca di lavoro ed è interessato al riconoscimento dello stato di disoccupazione, deve presentarsi presso il Centro per l’Impiego nel cui ambito territoriale si trova il proprio domicilio per rendere una dichiarazione di immediata disponibilità che attesti l'eventuale attività lavorativa precedentemente svolta e l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa.

Tale dichiarazione di immediata disponibilità consentirà di usufruire dei servizi che i Centri per l'Impiego offrono al fine di favorire l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro, come informazioni sulle opportunità lavorative, colloqui di orientamento, proposte di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo o di formazione o di riqualificazione professionale, accompagnamento nella ricerca del lavoro, ecc.

Si ricorda che lo stato di disoccupazione si perde in caso di:
  • mancata presentazione senza giustificato motivo alla convocazione presso i Centri per l'Impiego. In caso di malattia, infortunio, gravidanza, ecc. occorre inviare, entro e non oltre 10 gg. dalla data di convocazione, una comunicazione scritta al Centro per l'Impiego. Costituisce un giustificato motivo un luogo di lavoro distante più di 50 Km o più di un’ora dal domicilio del disoccupato;
  • rifiuto ingiustificato di una congrua offerta di lavoro;
  • accettazione di un'offerta di lavoro a tempo determinato o di lavoro temporaneo (interinale) di durata superiore a otto mesi, ovvero a quattro mesi se si tratta di giovani;
  • mancato rispetto delle misure concordate con il Centro per l'Impiego.

I soggetti che già lavorano, possono perdere lo stato di disoccupazione solo in caso di superamento di una certa soglia di reddito annuale, fissata in euro 8.000,00 per i lavoratori dipendenti e in euro 4.800,00 per i lavoratori autonomi.

Documenti correlati



17042 - caterian
13/05/2012
utile attività di servizio

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata