L'Unico mini: cos'è e chi può utilizzarlo

unico, 770

Si tratta di una versione semplificata del Modello Unico per le Persone Fisiche studiata dall'Agenzia delle Entrate per agevolare quei contribuenti che si trovano in situazioni meno complesse. È molto semplice da compilare: consta di sole quattro facciate e di un numero ridotto di righi.

CHI PUO’ UTILIZZARE L’ UNICO MINI 2014

L'UNICO MINI 2014 può essere utilizzato dai contribuenti residenti in Italia che:
- non hanno variato il domicilio fiscale dal 1° novembre 2012 alla data di presentazione della dichiarazione;
- non sono titolari di partita IVA;
- non devono presentare la dichiarazione per conto di altri (ad. esempio erede, tutore, ecc.);
- non devono presentare una dichiarazione correttiva nei termini o integrativa;
- hanno percepito uno o più dei seguenti redditi:

  • redditi di terreni e di fabbricati (anche con cedolare secca)
  • redditi di lavoro dipendente o assimilati e di pensione
  • redditi derivanti da attività commerciali e di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e dall’assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere

- intendono fruire delle detrazioni e deduzioni per gli oneri sostenuti, nonché delle detrazioni per carichi di famiglia e lavoro.

COME SI PRESENTA L’ UNICO MINI 2014

I contribuenti sono tenuti a presentare il modello UNICO MINI 2014 esclusivamente in via telematica, direttamente tramite il servizio Internet, tramite gli Uffici dell’Agenzia delle Entrate, che ne cureranno l’invio telematico, oppure tramite gli intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categorie, CAF e altri soggetti abilitati).

Sono esclusi da tale obbligo e, pertanto, possono presentare il modello UNICO MINI 2014 cartaceo i contribuenti che pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il Mod. 730, non possono presentare il Mod. 730.

QUANDO SI PRESENTA L’ UNICO MINI 2014

Il modello UNICO Mini 2014 deve essere presentato:
- dal 2 maggio 2014 al 30 giugno 2014 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale;
- entro il 30 settembre 2014 se la presentazione viene effettuata in via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati o da un Ufficio dell'Agenzia delle Entrate.

TERMINI DI VERSAMENTO

Tutti i versamenti a saldo che risultano dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto, devono essere eseguiti entro il 16 giugno 2014 ovvero entro il 16 luglio 2014 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.
Per le imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi che non superano ciascuna l’importo di euro 12,00 non vanno effettuati i versamenti né la compensazione delle singole imposte (IRPEF e addizionali).

ACCONTI

Da quest’anno nel modello Unico Mini vanno riportati, se dovuti, gli importi dell’acconto Irpef e dell’acconto della cedolare secca per l’anno 2014.

Documenti correlati



24124 - Redazione
30/05/2013
Marina, quelle spese non possono più essere recuperate.

24123 - Serli marina
30/05/2013
Posso portare in detrazione spese mediche dell'anno 2010?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata