Procedure più snelle per ristrutturare case e negozi

La “segnalazione certificata di inizio attività” (S.C.I.A.), introdotta con la legge n° 122/2010 di conversione del D.L. n.78/2010, che sostituisce definitivamente la “dichiarazione di inizio attività” (Dia), riguarda non solo le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l'esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale, ma anche il settore edilizio. In sostanza da oggi per ristrutturare un edificio sarà sufficiente depositare la SCIA in comune e non attendere più i canonici 30 giorni previsti dalla Dia. Questo il fac simile.

Nei successivi 60 giorni, l’amministrazione svolgerà i controlli per verificare che il progetto presentato corrisponda ai lavori svolti. Nel caso di irregolarità, il comune potrà sospendere i lavori o ordinare le necessarie demolizioni.

Le nuove regole valgono per il restauro, il risanamento conservativo, le ristrutturazioni ed in generale per gli interventi che non comportano modifiche sostanziali dell’edificio.

La segnalazione certificata di inizio attività non potrà essere utilizzata, invece, nei casi di demolizioni, sanatorie edilizie o variazioni di destinazione d’uso; altra eccezione quando sussistono vincoli ambientali, paesaggistici o culturali e atti rilasciati dalle amministrazioni preposte alla difesa nazionale, alla pubblica sicurezza, all'immigrazione, all'asilo, alla cittadinanza, all'amministrazione della giustizia, all'amministrazione delle finanze.

La S.C.I.A. deve: - essere presentata il giorno dell'inizio dell'attività edilizia (la data di inizio dell'attività denunciata deve quindi corrispondere a quella di presentazione della S.C.I.A.); - essere corredata dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione e dall’atto di notorietà per quanto riguarda tutti gli stati, le qualità personali e i fatti previsti negli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, nonché delle attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati corredate dagli elaborati tecnici necessari per consentire le verifiche di competenza dell’Amministrazione.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata