Quadro RW: quando va utilizzato

Entro il prossimo 30 Settembre occorre dichiarare i redditi prodotti all'estero attraverso la presentazione del quadro RW del modello UNICO. In pratica persone fisiche, enti non commerciali e società semplici ed equiparate residenti in Italia dovranno dichiarare tutte quelle attività detenute all’estero e da cui possono scaturire redditi tassabili in Italia: case e terreni, attività finanziarie, opere d’arte e gioielli, polizze di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione, metalli preziosi, beni mobili registrati (es. auto di lusso e yacht), partecipazioni al capitale o al patrimonio di soggetti non residenti, ecc.

Questi i modelli:

Il quadro va compilato solo se i relativi importi superano la soglia di diecimila euro; per importi inferiori non c’è alcun obbligo.

Non vanno invece riportati nel quadro RW i beni e le attività rimpatriate o comunque regolarizzate attraverso lo scudo fiscale.

L’omessa presentazione del quadro RW è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria variabile fra il 10 e il 50% degli importi non dichiarati. In aggiunta è prevista la confisca di beni di corrispondente valore.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata