Voli in ritardo? Avete diritto ad un indennizzo e all'assistenza

rimborso ritardo aereo, indennizzo ritardo volo

L'aereo che dovete prendere è in prolungato ritardo e non riuscite ad avere informazioni esaurienti sui motivi né dagli addetti dell'aeroporto, né dalla compagnia aerea? A causa del ritardo del volo avete perso la coincidenza e avete subito dei danni?

Diritto all'assistenza

Dovete sapere che in questi casi la Carta dei Diritti del Passeggero stabilisce che si ha diritto innanzitutto all'assistenza ed in particolare a:

- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
- trasferimento
dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Il diritto all’assistenza viene riconosciuto in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa:

VOLI INTRACOMUNITARI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTRACOMUNITARI superiori a 1500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTERNAZIONALI tra i 500 km e 3500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI superiori a 3500 km ritardo del volo almeno 4 ore

Diritto al rimborso o all'imbarco su un volo alternativo

Se il ritardo è di almeno 5 ore, ciascun passeggero ha diritto di scelta fra una delle seguenti opzioni:
- rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto (in caso di transito anche l'imbarco su un volo di ritorno verso il punto di partenza);
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile;
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale in data successiva di suo gradimento, a seconda della disponibilità dei posti.

Ma si ha diritto anche ad una indennizzo monetario, così come accade in caso di negato imbarco (overbooking) e di cancellazione del volo?

Diritto all'indenizzo monetario

Pur se la Carta dei Diritti del Passeggero non riconosce un diritto alla compensazione pecuniaria, c'è da dire che a riguardo è intervenuta una sentenza della Corte di Giustizia Europea (19 novembre 2009) che di fatto ha assimilato i diritti dei passeggeri di voli con ritardi pari o superiore a tre ore ai diritti di coloro che hanno subito la cancellazione del volo, con la conseguenza che anche i primi possono quindi reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria previsto dall’art. 7 del regolamento n. 261/2004.

Così come per la cancellazione del volo, dunque, l'ndennizzo monetario viene corrisposto in misura stabilita in base alla lunghezza della tratta aerea:
a) 250,00 EUR per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
b) 400,00 EUR per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
c) 600,00 EUR per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

Questo il fac simile da utilizzare per la richiesta di indennizzo in caso di ritardo prolungato del volo. La richiesta va presentata in primo luogo alla compagnia aerea con la quale il passeggero ha stipulato il contratto di trasporto: Ryanair, Alitalia, Vueling, Easyjet, British Airways, Air France, Meridiana, Lufthansa, American Airlines, Airone, Iberia, Swiss Air, ecc.

Il diritto alla compensazione pecuniaria non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico.

Il diritto all’indennizzo si prescrive in 12 mesi se il volo si svolge in Europa e in 18 mesi se il volo si svolge in territorio extraeuropeo. Il termine decorre dall’arrivo a destinazione del passeggero.

E cosa accade se il passeggero subisce a causa del ritardo dei "danni diretti", che siano cioè prevedibili quali effetti normali del ritaro prolungato del volo?

Il risarcimento danni

In questo caso il passeggero può richiedere alla compagnia il risarcimento fino ad un massimo di 4.150 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, corrispondenti a circa 4.831,00 euro. Il risarcimento non è dovuto se la compagnia aerea dimostra che sono state adottate tutte le misure necessarie e possibili per evitare il ritardo oppure che era impossibile adottarle. Il risarcimento per danni da ritardo può essere richiesto alle compagnie aeree registrate in Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal.

Pacchetti "tutto compreso"

Se il volo in ritardo fa parte di un viaggio organizzato (c.d. "pacchetti tutto compreso"), restano fermi i diritti del passeggero nei confronti della compagnia aerea, ma in caso di inadempimenti e reclami, l’interlocutore a cui rivolgersi per ogni contestazione, richiesta di rimborsi o risarcimento danni, rimane il Tour Operator, che è sempre responsabile verso il viaggiatore, degli inadempimenti dei propri fornitori di servizi, compresi i vettori aerei.

Ricordiamo che le tutele si applicano ai passeggeri di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro e ai voli - effettuati da una compagnia comunitaria - in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro.

Quando rivolgersi all'Enac

In caso di non applicazione delle tutele previste il passeggero deve prima di tutto inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea. Successivamente, in mancanza di risposte adeguate sulle presunte violazioni, è possibile presentare un reclamo formale all'ENAC compilando l'apposito modulo on line. Ricordiamo che L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (ENAC) è l'unica Autorità di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile in Italia.

L'applicazione delle forme di tutela previste nel caso di ritardo del volo, non priva i passeggeri della possibilità di avviare eventuali azioni risarcitorie in sede giudiziaria.

Documenti correlati



46341 - paolo
31/07/2016 17:49
Ho preso un volo genova parigi il giorno 29 luglio 2016 con air france, per quanto riguarda il genova parigi nessun problema arrivato a parigi ho scoperto che il volo parigi lima previsto per le 14 era stato spostato alle 16.30. Recatomi al gate in orario senza nessun motivo e senza sapere perche' il volo e' stato spostato alle 17 e succesivamente alle 18. A questo punto ci comunicavano che probabilmente l'aereo non sarebbe partito causa sciopero personale e ci avrebbero organizzato per portarci in hotel. Premetto che siamo rimasti al gate per 4 ore senza che nessuno ci portasse cibo o altro. Verso le 18.30 dietrofront ci hanno comunicato che il volo sarebbe partito per le 19.00 (in realta' e' partito alle 19.20) pero' solo con il 50% dei passeggeri perche' le hostess erano solo 5 e quindi per problemi di sicurezza non potevano caricare tutti. Non so per quale motivo ma io sono stato uno dei fortunati che e' riuscito a salire. Arrivati a lima all'1 di notte invece delle 19.50 ho scoperto che la mia valigia non c'era. Altra ora e 1/2 di coda per denuncia e ad oggi che sono passati 2 giorni della mia valigia non ne so' ancora nulla (tra l'altro contiene materiale che mi serviva x una riunione che avevo qui a lima ieri). Come devo comportarmi e ho diritto a che indenizzo?

46213 - Redazione
14/07/2016 10:58
Luigi, certamente a meno che il ritardo non sia stato dettato da cause estranee alla volontà del vettore: forte maltempo, timore di attacchi terroristici, ecc.

46203 - Luigi
12/07/2016 16:31
Salve, Il mio volo fco-mex ha subito un ritardo di circa 6 ore (5 annunciate la sera prima e una aggiuntiva). Ho diritto ad un rimborso? Saluti

46172 - Redazione
08/07/2016 11:25
Daniela, legga la risposta (46148) che abbiamo dato a Anna Maria in questo articolo.

46161 - marco
07/07/2016 11:40
Buongiorno, vorrei fare la seguente segnalazione che sovente mi capita: ieri il volo Ryan air delle 20.15 da Palermo a Roma Fiumicino (ritardato con avvisi di 20/30 minuti di ritardo alla volta, dalle 20.15 alle 22.20 ufficialmente) è partito dopo le 23 in quanto hanno ritardato ulteriormente le operazioni di imbarco, transfer su aeromobile e decollo; una volta atterrati a Roma (23.36 orario ufficiale comunicato sui monitor) evidenzio questo gravissimo disguido,: l'aeromobile è atterrato e si è recato allo "stallo"....sbagliato!!!infatti abbiamo dovuto aspettare che arrivassero a prendere l'aeromobile e far fare manovra, e poi si è finalmente recato allo stazionamento esatto e ci hanno fatto scendere...alle 00.20...di corsa mi sono recato alla partenza bus (per inciso, Ryan air vende i biglietti del trasfer Terravision sull'aero ma il bus NON aspetta eventuali ritardi!!!!)per prendere l'ultimo delle 00.30 ma era già partito quando sono arrivato... In conclusione, l'unico mezzo per raggiungere Roma è stato il taxi, nonostante i numerosi e frequenti ritardi dei voli in arrivo da Palermo: 48 euro, piu' una ventina di euro per mangiare in aeroporto. è una situazione scandalosa, che non consente di ricevere la dovuta assistenza e causa disguidi di non poco conto, che aggirano (compagnie aeree e aeroporti) tramite avvisi di partenza e arrivo voli con orari non veritieri... vi ringrazio per quanto potrete suggerirmi e chiedo scusa per lo sfogo... Saluti e buon lavoro

46160 - DANIELA
07/07/2016 09:41
ciao a tutti, qualcuno potrebbe indicarmi l'ind mail della compagnia aerea Vueling alla quale inviare richiesta di rimborso per il ritardo di un volo? Ho già compilato il form on line ma non sono certa sia andatp a buon fine visto che non mi ha dato alcuna conferma. Provvederò anche ad inviare il tutto tramite raccomandata ma se ci fosse un indirizzo mail disponibile potrei anticiparlo. Grazie mille Daniela

45399 - angela
02/05/2016 14:30
Salve il 30 aprile 2016 io e tre componenti della mia famiglia avremmo dovuto prendere il volo Az 1726 Alitalia alle 15.05, ma ha avuto un ritardo. Gli addetti all'aeroporto di Catania non ci dicevano nulla, non vi dico il disagio con un bambino. Alle ore 18.00 chiediamo informazioni e ci dicono che dobbiamo fare di nuovo il check in, dopo 1 ora di fila ci dicono che ci sono solo due posti disponibili, poi veniamo a sapere che alcuni passeggeri sono stati portati a Comiso. Telefoniamo ad Alitalia e ci dicono che dobbiamo richiedere il rimborso all'indirizzo email che ci hanno comunicato ma ancora nessuna risposta. All'aeroporto di Catania nessuno ci ha chiesto nulla dopo ore che eravamo li, organizzazione zero. In più causa la perdita di quel volo per Roma Fiumicino mia figlia ha perso una buona opportunità. Mi potreste dare spiegazioni voi grazie.

43877 - Redazione
27/01/2016 17:22
Ivan, non è facile fornirle un consiglio dal momento che non conosciamo il motivo per il quale si è determinato il ritardo. Va detto in proposito che sono tante le circostanze, eccezionali o meno, che possono determinare il ritardo o la cancellazione di un volo, senza che ciò possa attribursi ad una responsabilità della compagnia aerea: instabilità politica, rischi per la sicurezza, condizioni meteorologiche avverse, scioperi, problema tecnico dell'aeromobile. Con riferimento a tale ultima circostanza, la compagnia dovrà dimostrare l'eccezionalità del guasto, ossia che la rottura non si sarebbe potuta evitare in nessun modo, neppure con le attività di manutenzione ordinaria correttamente esguite.

43871 - Ivan
27/01/2016 15:18
Gentile Redazione, VOLOTEA ha risposto al mio reclamo via mail asserendo testualmente che: "Il giorno 7 gennaio, in seguito ad un problema inaspettato e di natura eccezionale, Volotea contro la sua volontà, è stata costretta a riprogrammare le operazioni previste per il volo 1740, posticipando la partenza prevista. Volotea ha adottato tutte le ragionevoli e possibili misure per evitare un ulteriore protrarsi del ritardo. Il problema che ha prodotto il ritardo è di natura straordinaria ed eccezionale non prevedibile, conseguentemente lo stesso non è imputabile alla Compagnia e la esime da qualsiasi compensazione di tipo pecuniario, così come indicato dal regolamento in vigore. ..." Detto ciò hanno confermato l'emissione di un Voucher di 20 Euro cadauno da poter usare per nuove prenotazioni ed "Infine, grazie ad un gesto commerciale, le confermiamo la possibilità di procedere al rimborso dell’importo di 50 Euro a Passeggero, per un totale di 200 Euro, a titolo di compensazione per i disagi vissuti." Volevo chiedere se la loro difesa è sostenibile e quindi mi conviene accettare i 50 euro oppure se ho diritto ad insistere e trasmettere tutta la pratica all'ENAC.

43695 - Ivan
18/01/2016 10:59
In merito al commento nr. 43517 - Giuseppe segnalo che io ho inoltrato (per me e per la mia famiglia) richiesta di indennizzo pecuniario pari ad euro 1.250 per il ritardo di oltre 5 ore del volo del 7 gennaio Catania- Verona a causa di non meglio precisati "problemi tecnici"; segnalo inoltre che non è stata fornita, durante l'attesa, nessuna indicazione come previsto dall'art. 14 del Regolamento (CE) nr. 261/2004 (obbligo di informare i passeggeri in merito ai loro diritti). La richiesta l'ho inviata alla compagnia VOLOTEA sia mediante il form apposito del sito internet della compagnia che tramite Posta con Raccomandata internazionale con R/R alla sede del vettore aereo (Barcellona). Ora sono in attesa di risposte ed eventualmente, passate le 6 settimane senza ottenere un riscontro positivo, inoltrerò la richiesta all' ENAC .... Vediamo che succede ....

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata