Voli in ritardo: diritto ad un indennizzo e all'assitenza

L'aereo che dovete prendere è in prolungato ritardo e non riuscite ad avere informazioni esaurienti sui motivi né dagli addetti dell'aeroporto, né dalla compagnia aerea? A causa del ritardo del volo avete perso la coincidenza e avete sbito dei danni?

Diritto all'assistenza

Dovete sapere che in questi casi la Carta dei Diritti del Passeggero stabilisce che si ha diritto innanzitutto all'assistenza ed in particolare a:

- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
- trasferimento
dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Il diritto all’assistenza viene riconosciuto in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa:

VOLI INTRACOMUNITARI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTRACOMUNITARI superiori a 1500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTERNAZIONALI tra i 500 km e 3500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI superiori a 3500 km ritardo del volo almeno 4 ore

Diritto al rimborso o all'imbarco su un volo alternativo

Se il ritardo è di almeno 5 ore, ciascun passeggero ha diritto di scelta fra una delle seguenti opzioni:
- rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto (in caso di transito anche l'imbarco su un volo di ritorno verso il punto di partenza);
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile;
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale in data successiva di suo gradimento, a seconda della disponibilità dei posti.

Ma si ha diritto anche ad una indennizzo monetario, così come accade in caso di negato imbarco (overbooking) e di cancellazione del volo?

Diritto all'indenizzo monetario

Pur se la Carta dei Diritti del Passeggero non riconosce un diritto alla compensazione pecuniaria, c'è da dire che a riguardo è intervenuta una sentenza della Corte di Giustizia Europea (19 novembre 2009) che di fatto ha assimilato i diritti dei passeggeri di voli con ritardi pari o superiore a tre ore ai diritti di coloro che hanno subito la cancellazione del volo, con la conseguenza che anche i primi possono quindi reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria previsto dall’art. 7 del regolamento n. 261/2004.

Così come per la cancellazione del volo, dunque, l'ndennizzo monetario viene corrisposto in misura stabilita in base alla lunghezza della tratta aerea:
a) 250,00 EUR per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
b) 400,00 EUR per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
c) 600,00 EUR per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

Questo il fac simile da utilizzare per la richiesta di indennizzo in caso di ritardo prolungato del volo. La richiesta va presentata in primo luogo alla compagnia aerea con la quale il passeggero ha stipulato il contratto di trasporto.

Il diritto alla compensazione pecuniaria non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico.

Il diritto all’indennizzo si prescrive in 12 mesi se il volo si svolge in Europa e in 18 mesi se il volo si svolge in territorio extraeuropeo. Il termine decorre dall’arrivo a destinazione del passeggero.

E cosa accade se il passeggero subisce a causa del ritardo dei "danni diretti", che siano cioè prevedibili quali effetti normali del ritaro prolungato del volo?

Il risarcimento danni

In questo caso il passeggero può richiedere alla compagnia il risarcimento fino ad un massimo di 4.150 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, corrispondenti a circa 4.831,00 euro. Il risarcimento non è dovuto se la compagnia aerea dimostra che sono state adottate tutte le misure necessarie e possibili per evitare il ritardo oppure che era impossibile adottarle. Il risarcimento per danni da ritardo può essere richiesto alle compagnie aeree registrate in Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal.

Pacchetti "tutto compreso"

Se il volo in ritardo fa parte di un viaggio organizzato (c.d. "pacchetti tutto compreso"), restano fermi i diritti del passeggero nei confronti della compagnia aerea, ma in caso di inadempimenti e reclami, l’interlocutore a cui rivolgersi per ogni contestazione, richiesta di rimborsi o risarcimento danni, rimane il Tour Operator, che è sempre responsabile verso il viaggiatore, degli inadempimenti dei propri fornitori di servizi, compresi i vettori aerei.

Ricordiamo che le tutele si applicano ai passeggeri di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro e ai voli - effettuati da una compagnia comunitaria - in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro.

Quando rivolgersi all'Enac

In caso di non applicazione delle tutele previste il passeggero deve prima di tutto inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea. Successivamente, in mancanza di risposte adeguate sulle presunte violazioni, è possibile presentare un reclamo formale all'ENAC compilando l'apposito modulo on line. Ricordiamo che L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (ENAC) è l'unica Autorità di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile in Italia.

L'applicazione delle forme di tutela previste nel caso di ritardo del volo, non priva i passeggeri della possibilità di avviare eventuali azioni risarcitorie in sede giudiziaria.

Pubblicato il 10/06/2013    89 Commenti
Tags: rimborso biglietto aereo per ritardo indennizzo ritardo volo aereo ritardo aereo risarcimento rimborso ritardo aereo ritardo voli rimborso risarcimento per ritardo aereo
Documenti correlati



33581 - Redazione
17/11/2014 11:39
Nicola, non avendo ottenuto ancora un riscontro, le consigliamo di inoltrare un reclamo scritto all’organismo nazionale competente. Questi i riferimenti:
Ente Nazionale per l’Aviazione Civile
Viale del Castro Pretorio, 118 - 00185 ROMA
Tel. : +39 06 44596-1
Fax : +39 06 44596493
cartadiritti@enac.gov.it

33570 - NICOLA SANTANGELO
16/11/2014 12:39
Buongiorno. La sera del 31/7 alle 21.15 saremmo dovuti partire (io, mia moglie e le mie due figlie) da New York verso Roma e poi Bari, Senonché, dopo un'ora di attesa al check-in ed più di un'ora all'interno del velivolo, ci viene comunicato che un guasto impedisce la partenza dello stesso. Dopo un'odissea (che non descrivo per ragioni di spazio) siamo arrivati tornati a Bari via Brux e Roma alle 23 di sab 2 ago (con bagagli danneggiati), anziché alle 15.50 di ven 2 ago. Ho presentato reclamo prima a Delta Airlines (che mi aveva venduto il biglietto, e che mi ha rinviato ad Alitalia) e poi il 22/8 ad Alitalia. Da allora ho ricevuto solo un messaggio e-mail di riscontro da parte di Relazioni Clientela di Alitalia il 29/9 con l'impegno ad un successivo riscontro che non è ancora arrivato. Cosa ne pensate? Grazie

33434 - Redazione
13/11/2014 09:22
Rachele, se il ritardo non è dovuto a cause di forza maggiore (ad es. legate ad una forte perturbazione), allora l'indennizzo è dovuto. Se ritiene la risposta inviata dalla compagnia inaccettabile, può proporre un reclamo all'Enac attraverso la compilazione di questo modello.

33408 - Rachele
12/11/2014 11:40
Desidererei un Vs parere in merito all'accaduto del 07/11/2014 volo Palermo - Londra Stansted. Il volo da me acquistato con partenza prevista per le ore 21.00 è partito alle ore 01.55 del giorno seguente causando un serie di disguidi e di impedimenti nei miei piani di viaggio. Gli stessi sono stati largamente elencati alla compagnia la quale mi ha negato un rimborso che a mio parere invece è dovuto.

33310 - Redazione
10/11/2014 11:18
Giuseppe, se le è stato comunicato genericamente dalla compagnia che l'aereo aveva ad esempio dei problemi tecnici, senza però fornirle indicazioni più precise a riguardo ne’ su quanto si sarebbe dovuta protrarre l'attesa e se non ci sono verificate cause di forza maggiore (atti di sabotaggio, terrorismo, avverse condizioni atmosferiche ed altre circostanze straordinarie riportate in questo documento), allora può richiedere la corresponsione di un indennizzo per la prolungata attesa forzata in aeroporto e l'arrivo a destinazione con un ritardo di oltre 7 ore rispetto all'orario originariamente previsto. Se si tratta di un “pacchetto tutto compreso” il suo interlocutore è l’agenzia di viaggio.

33304 - Giuseppe
10/11/2014 09:34
Buongiorno, in rientro da Capo Verde con pacchetto vacanze il volo doveva partire con TACV alle ore 8.45 è invece partito alle ore 16.30. Abbiamo diritto a risarcimento? Grazie per l'attenzione.

31977 - Antonino
11/09/2014 14:55
Ho acquistato un pacchetto vacanze per la Turchia con un volo charter. L'aereo ha posticipato la partenza di quasi 5 ore e anticipato il ritorno di altre cinque ore facendomi perdere un giorno in albergo. Posso ottenere un risarcimento ? Grazie anticipatamente

31827 - Redazione
02/09/2014 10:01
Simona, come abbiamo riportato nel nostro articolo la Carta dei Diritti del Passeggero non riconosce alcun diritto a riguardo, tuttavia c'è una sentenza della Corte di Giustizia Europea del 19 novembre 2009 che di fatto ha assimilato i diritti dei passeggeri di voli con ritardi pari o superiore a tre ore ai diritti di coloro che hanno subito la cancellazione del volo, con la conseguenza che anche i primi possono quindi reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria previsto dall’art. 7 del regolamento n. 261/2004. Tale conpensazione non spetta se il ritardo è dovuto a circostanze straordinarie.

31814 - gianni
29/08/2014 18:49
Buongiorno, il viaggio di ritorno dal Brasile è partito con ca. 3 ore di ritardo da rio de janero. Siamo arrivati a parigi e la coincidenza per milano era già partita quindi invece di arrivare a milano alle 14.30 siamo arrivati alle 21.30. Abbiamo diritto ad eventuali indennizzi. Se si devono essere inviati per posta o si possono inviare per e-mail? Il volo era gestito da alitalia, in partenza abbiamo viaggiato con aereo alitalia, mentre il ritorno con il problema di ritardo l'aereo era air france. Rimborso da chiedersi all'alitalia? Grazie.

31809 - Simona
28/08/2014 22:39
Salve, vorrei una delucidazione. Il mio volo Vueling da Praga verso Roma ha ritardato di oltre sette ore ed è stato giustificato con generici "problemi operativi". Ho compilato un modulo di reclamo appena giunta in aeroporto e la compagnia mi ha contattata dicendomi che la loro politica di riprotezione prevede le seguenti opzioni : - Cambio di data gratuito (in un posto simile a quella contrattata in origine) nei ritardi superiori alle 2 ore. - Rimborso del biglietto nei ritardi superiori alle 5 ore. Ha di seguito aggiunto: "Per quanto precedentemente riportato e avendo adempiuto alla Normativa Europea, siamo spiacenti non poter procedere alla Sua richiesta di compensazioni addizionali". Dunque secondo la compagnia non mi spetta compensazione (nella somma di euro 250)? Hanno ragione?


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata