Voli in ritardo: diritto ad un indennizzo e all'assitenza

L'aereo che dovete prendere è in prolungato ritardo e non riuscite ad avere informazioni esaurienti sui motivi né dagli addetti dell'aeroporto, né dalla compagnia aerea? A causa del ritardo del volo avete perso la coincidenza e avete sbito dei danni?

Diritto all'assistenza

Dovete sapere che in questi casi la Carta dei Diritti del Passeggero stabilisce che si ha diritto innanzitutto all'assistenza ed in particolare a:

- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
- trasferimento
dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Il diritto all’assistenza viene riconosciuto in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa:

VOLI INTRACOMUNITARI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTRACOMUNITARI superiori a 1500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTERNAZIONALI tra i 500 km e 3500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI superiori a 3500 km ritardo del volo almeno 4 ore

Diritto al rimborso o all'imbarco su un volo alternativo

Se il ritardo è di almeno 5 ore, ciascun passeggero ha diritto di scelta fra una delle seguenti opzioni:
- rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto (in caso di transito anche l'imbarco su un volo di ritorno verso il punto di partenza);
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile;
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale in data successiva di suo gradimento, a seconda della disponibilità dei posti.

Ma si ha diritto anche ad una indennizzo monetario, così come accade in caso di negato imbarco (overbooking) e di cancellazione del volo?

Diritto all'indenizzo monetario

Pur se la Carta dei Diritti del Passeggero non riconosce un diritto alla compensazione pecuniaria, c'è da dire che a riguardo è intervenuta una sentenza della Corte di Giustizia Europea (19 novembre 2009) che di fatto ha assimilato i diritti dei passeggeri di voli con ritardi pari o superiore a tre ore ai diritti di coloro che hanno subito la cancellazione del volo, con la conseguenza che anche i primi possono quindi reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria previsto dall’art. 7 del regolamento n. 261/2004.

Così come per la cancellazione del volo, dunque, l'ndennizzo monetario viene corrisposto in misura stabilita in base alla lunghezza della tratta aerea:
a) 250,00 EUR per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
b) 400,00 EUR per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
c) 600,00 EUR per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

Questo il fac simile da utilizzare per la richiesta di indennizzo in caso di ritardo prolungato del volo. La richiesta va presentata in primo luogo alla compagnia aerea con la quale il passeggero ha stipulato il contratto di trasporto.

Il diritto alla compensazione pecuniaria non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico.

Il diritto all’indennizzo si prescrive in 12 mesi se il volo si svolge in Europa e in 18 mesi se il volo si svolge in territorio extraeuropeo. Il termine decorre dall’arrivo a destinazione del passeggero.

E cosa accade se il passeggero subisce a causa del ritardo dei "danni diretti", che siano cioè prevedibili quali effetti normali del ritaro prolungato del volo?

Il risarcimento danni

In questo caso il passeggero può richiedere alla compagnia il risarcimento fino ad un massimo di 4.150 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, corrispondenti a circa 4.831,00 euro. Il risarcimento non è dovuto se la compagnia aerea dimostra che sono state adottate tutte le misure necessarie e possibili per evitare il ritardo oppure che era impossibile adottarle. Il risarcimento per danni da ritardo può essere richiesto alle compagnie aeree registrate in Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal.

Pacchetti "tutto compreso"

Se il volo in ritardo fa parte di un viaggio organizzato (c.d. "pacchetti tutto compreso"), restano fermi i diritti del passeggero nei confronti della compagnia aerea, ma in caso di inadempimenti e reclami, l’interlocutore a cui rivolgersi per ogni contestazione, richiesta di rimborsi o risarcimento danni, rimane il Tour Operator, che è sempre responsabile verso il viaggiatore, degli inadempimenti dei propri fornitori di servizi, compresi i vettori aerei.

Ricordiamo che le tutele si applicano ai passeggeri di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro e ai voli - effettuati da una compagnia comunitaria - in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro.

Quando rivolgersi all'Enac

In caso di non applicazione delle tutele previste il passeggero deve prima di tutto inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea. Successivamente, in mancanza di risposte adeguate sulle presunte violazioni, è possibile presentare un reclamo formale all'ENAC compilando l'apposito modulo on line. Ricordiamo che L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (ENAC) è l'unica Autorità di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile in Italia.

L'applicazione delle forme di tutela previste nel caso di ritardo del volo, non priva i passeggeri della possibilità di avviare eventuali azioni risarcitorie in sede giudiziaria.

Pubblicato il 10/06/2013    107 Commenti
Tags: rimborso biglietto aereo per ritardo indennizzo ritardo volo aereo risarcimento per ritardo aereo ritardo aereo risarcimento rimborso ritardo aereo ritardo voli rimborso
Documenti correlati



40196 - Redazione
29/06/2015 15:28
Chiara, non si può richiedere l’indennizzo se il ritardo è dovuto a “cause straordinarie”. Con una risoluzione del 2013 è stato chiarito che una circostanza per definirsi “straordinaria” deve soddisfare tre criteri, ossia deve considerarsi imprevedibile, inevitabile ed esterna. Dopo di che si è provveduto a stilare un elenco, non esaustivo e comunque non vincolante, delle circostanze straordinarie: guerre e instabilità politica, pericolo di terrorismo, atti di sabotaggio, chiusura dell’aeroporto per motivi di sicurezza, avverse condizioni meteorologiche, danni all’aeromobile tali da compromettere la sicurezza del volo o l'integrità del velivolo e causati da altri eventi meteorologici (fulmini, grandine, temporali, ecc.), motivi di salute del passeggero o membro dell'equipaggio, ecc. Tra queste circostanze la risoluzione del 2013 inserisce anche la presenza di eventuali difetti che si sono manifestati immediatamente prima della partenza (o durante) il volo, difetti relativi a parti dell’aeromobile che tuttavia erano stati già stati oggetto di controlli in conformità al programma ordinario di manutenzione. In definitiva è una richiesta che lei ha il diritto di avanzare, poi occorre valutare caso per caso, anche se siamo pronti a scommettere che la compagnia aerea le risponderà che il guasto dell’aeromobile è stato dovuto ad una causa straordinaria.

40189 - Valente
28/06/2015 19:07
Sono su un volo vueling, abbiamo ricevuto comunicazione che a causa dei ritardi accumulati la crew è in overdue e non potrà volare, per questo motivo dobbiamo aspettare un altra crew il ritardo supera le 2 Ore. Siamo chiusi nell aereo dove riceviamo acqua. Potrei fare una richiesta di reclamo?

40181 - Chiara G.
26/06/2015 17:14
Volo Easyjet Pisa-Amburgo, il volo delle ore 16:30 è stato posticipato per cause NON naturali (sostituzione di un aeromobile) prima alle 20:45 e poi alle 21:30, quindi il ritardo è maggiore di cinque ore. Si ha quindi diritto all'indennizzo monetario??? Grazie infinte per il vostro aiuto

40180 - Chiara G.
26/06/2015 17:08
Nel caso in cui il volo Easyjet da Pisa ad Amburgo con partenza prevista alle ore 16:10 abbia rimandato la partenza prima alle ore 20:45 e poi 21:30, ovvero un ritardo superiore a cinque ore e dovuto NON a cause naturali ma per la sostituzione di un aeromobile è possibile aver diritto all'indennizzo? Che documenti servono per attestare l'effettivo ritardo?

39349 - Jean
26/05/2015 17:06
Vueling compagnia aerea ha rovinato i miei piani per visitare la città dei miei sogni. Ho comprato un biglietto con una data già impostata (04/06/2015) per pianificare il mio viaggio di vacanza e loro hanno appena deciso di cambiare il mio giorno (05/06/2015)! Hanno mandato un messaggio "Sorry". Dispiace ??? Questo è quello hanno da dire?? Questa è la prima volta che vedo una società fare un cambio della data di viaggio di un cliente in questo modo! Vorrei essere alla mia destinazione nella data e all'ora che ho stabilito al momento di effettuare il mio acquisto, dal momento che ho già comprato tutti i biglietti per visitare i luoghi su appuntamento! E già ho pagato l'hotel e non mi rimborserà l'importo già pagato per la camera! Ho inviato una e-mail a loro e finora non ho avuto ritorno, ho chiamato sul numero italiano, ma quando ho ricevuto risposta la chiamata è caduta. Non so cosa devo fare. Già ho inviato un messagio su Facebook e non ho ricevuto nessuna risposta coerente.

37778 - Redazione
01/04/2015 10:24
Giorgia, deve inviare alla compagnia questa richiesta di indennizzo. Legga in proposito l'articolo "Come tutelarsi in caso di negato imbarco (overbooking)".

37774 - Giorgia
31/03/2015 23:03
Salve, proprio ieri avrei dovuto viaggiare da Roma a Catania con il volo delle 13.05 che, a causa di un overbooking, ha determinato il mio inserimento nella lista d'attesa. L'assistente mi ha detto che avrei preso il volo delle 16.45 in quanto il primo con posti disponibili. Inoltre mi ha precisato che, dal momento che ho atteso per più di due ore per poter viaggiare, ho diritto a un risarcimento di 250 euro. Se la compagnia Alitalia, non dovesse contattarmi entro una settimana (come lo stesso assistente mi ha detto) cosa è consigliabile fare? Vi ringrazio in anticipo Giorgia

37237 - Redazione
20/03/2015 10:17
Lorena, se la cancellazione del volo non è stata causata da circostanze eccezionali (avverse condizioni meteorologiche, allarmi per possibili attentati, scioperi, ecc.) e se la compagnia non le ha offerto un volo alternativo con partenza non più di un’ora prima dell’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo due ore dopo l’orario originariamente previsto, allora ha il diritto a richiedere un indennizzo monetario, che nel suo caso è pari a 250,00 euro (tratta inferiore a 1500 chilometri). A tal fine può inoltrare alla compagnia questo modello di richiesta di indennizzo per cancellazione del volo.

37234 - lorena
19/03/2015 22:21
Buonasera, avevo acquistato un biglietto con Alitalia per Palermo partendo da Bologna e facendo lo scalo a Roma, ma il volo Bologna- Roma è stato cancellato avvisandomi solo ieri... ora chiedevo..posso avere un rimborso da loro e in caso sia si la risposta come faccio ad averlo? Quali sono le procedure?

37105 - Redazione
16/03/2015 15:58
Riccardo, qualora i propri voli dovessero subire un cambiamento di orario (o una cancellazione), Volotea offre al passeggero due possibilità: cambiare il volo ad un'altra data che gli sia congeniale o il rimborso dell'importo totale della sua prenotazione.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata