Moduli.it social

Voli in ritardo: diritto ad un indennizzo e all'assitenza

L'aereo che dovete prendere è in prolungato ritardo e non riuscite ad avere informazioni esaurienti sui motivi né dagli addetti dell'aeroporto, né dalla compagnia aerea? A causa del ritardo del volo avete perso la coincidenza e avete sbito dei danni?

Dovete sapere che in questi casi la Carta dei Diritti del Passeggero stabilisce che si ha diritto innanzitutto all'assistenza ed in particolare a:

- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
- trasferimento
dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Il diritto all’assistenza viene riconosciuto in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa:

VOLI INTRACOMUNITARI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTRACOMUNITARI superiori a 1500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI inferiori o pari a 1500 km ritardo del volo almeno 2 ore
VOLI INTERNAZIONALI tra i 500 km e 3500 km ritardo del volo almeno 3 ore
VOLI INTERNAZIONALI superiori a 3500 km ritardo del volo almeno 4 ore

Se il ritardo è di almeno 5 ore, ciascun passeggero ha diritto di scelta fra una delle seguenti opzioni:
- rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto + volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale non appena possibile;
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile;
- imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale in data successiva di suo gradimento, a seconda della disponibilità dei posti.

Ma si ha diritto anche ad una indennizzo monetario, così come accade in caso di negato imbarco (overbooking) e di cancellazione del volo?

Pur se la Carta dei Diritti del Passeggero non riconosce un diritto alla compensazione pecuniaria, c'è da dire che a riguardo è intervenuta una sentenza della Corte di Giustizia Europea (19 novembre 2009) che di fatto ha assimilato i diritti dei passeggeri di voli con ritardi pari o superiore a tre ore ai diritti di coloro che hanno subito la cancellazione del volo, con la conseguenza che anche i primi possono quindi reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria previsto dall’art. 7 del regolamento n. 261/2004.

Così come per la cancellazione del volo, dunque, l'ndennizzo monetario viene corrisposto in misura stabilita in base alla lunghezza della tratta aerea:
a) 250,00 EUR per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
b) 400,00 EUR per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
c) 600,00 EUR per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

Questo il fac simile da utilizzare per la richiesta di indennizzo in caso di ritardo prolungato del volo. La richiesta va presentata in primo luogo alla compagnia aerea con la quale il passeggero ha stipulato il contratto di trasporto.

Il diritto alla compensazione pecuniaria non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico.

E cosa accade se il passeggero subisce a causa del ritardo dei "danni diretti", che siano cioè prevedibili quali effetti normali del ritaro prolungato del volo?

In questo caso il passeggero può richiedere alla compagnia il risarcimento fino ad un massimo di 4.150 DSP, Diritti Speciali di Prelievo, corrispondenti a circa 4.831,00 euro. Il risarcimento non è dovuto se la compagnia aerea dimostra che sono state adottate tutte le misure necessarie e possibili per evitare il ritardo oppure che era impossibile adottarle. Il risarcimento per danni da ritardo può essere richiesto alle compagnie aeree registrate in Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal.

Attenzione! Se il volo in ritardo fa parte di un viaggio organizzato (c.d. "pacchetti tutto compreso"), restano fermi i diritti del passeggero nei confronti della compagnia aerea, ma in caso di inadempimenti e reclami, l’interlocutore a cui rivolgersi per ogni contestazione, richiesta di rimborsi o risarcimento danni, rimane il Tour Operator, che è sempre responsabile verso il viaggiatore, degli inadempimenti dei propri fornitori di servizi, compresi i vettori aerei.

Ricordiamo che le tutele si applicano ai passeggeri di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro e ai voli - effettuati da una compagnia comunitaria - in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro.

In caso di non applicazione delle tutele previste il passeggero deve prima di tutto inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea. Successivamente, in mancanza di risposte adeguate sulle presunte violazioni, è possibile presentare un reclamo formale all’Enac, anche tramite l’apposito modulo scaricabile dal sito www.enac.gov.it.

L'applicazione delle forme di tutela previste nel caso di ritardo del volo, non priva i passeggeri della possibilità di avviare eventuali azioni risarcitorie in sede giudiziaria.

Pubblicato il 10/06/2013    65 Commenti
Tags: enac trasporto aereo ritardo volo aeroporto
Documenti correlati



28094 - Redazione
23/12/2013 16:00
Mario, naturalmente una lettera in inglese (sul ns. portale non è disponibile) sarebbe da preferire, mentre non è necessario affidarsi ad un legale per pratiche risarcitorie di questo tipo ... almeno in questa prima fase. Alleghi una copia del biglietto, di un valido documento di identità e del certificato che le è stato rilasciato con cui la compagnia certifica che il volo ha subito un ritardo di 4 ore.

28071 - mario
20/12/2013 17:31
Grazie per la risposta. Il fac simile è in italiano, siamo sicuri che chiedere un risarcimento in italiano a una compagnia tedesca possa andar bene? Non è meglio scrivere il rimborso in inglese? avete il modulo in inglese? Inoltre, vorrei sapere se basta scrivere una semplice raccomandata come questa, o sarebbe meglio affidarsi a delle associazioni o avvocati che gestiscono queste cose. In caso affermativo mi potreste indicare qualcuno? Ultima cosa in caso sia sufficente il fai-da-te, oltre a questa richiesta va allegato copia del biglietto, passaporto e altro? Gradirei sapere da qualcuno che già ci è passato o dalla redazione, come va gestita la cosa in maniera da non commettere errori. Grazie Mario

28060 - Redazione
20/12/2013 12:10
Mario, la richiesta di indennizzo va indirizzata alla compagnaia aerea. Può a tale scopo utilizzare e adattare il fac simile che abbiamo predisposto.

28049 - mario
19/12/2013 22:00
Salve a tutti, il 13 dicembre, mi trovavo insieme a mia moglie su un aereomobile della Condor. L'aereo in questione doveva partire alle 9.25 AM con destinazione Punta Cana (Rep. Dom). Eravamo tutti seduti e pronti per partire, ma l'aereo ha avuto un problema a un ala, e dopo 2 ore senza che nessuno ci abbia dato una spiegazione, ci hanno fatto scendere e portato di nuovo in aereoporto. Dopo altre 2 ore ci hanno fatto risalire, e finalemnte dopo 4 ore e 20 minuti siamo partiti in quanto l'ala dell'aereo era stata riparata. Ci hanno consegnato un foglio a testa, dove la compagnia certifica che il volo ha subito 4 ore e 20 min di ritardo. Ho fatto delle ricerche online e sembra che per questo tipo di problema ci spetti 600 eur a testa di risarcimento. La domanda è: come fare? Qualcuno cortesemente mi sa indicare come muoversi? Grazie Mario.

28018 - Redazione
17/12/2013 16:34
Rossano, si tratta in effetti di un caso piuttosto anomalo, la qual cosa ci porta a pensare che non sarà così facile ottenere un indennizzo. Ad ogni modo sporga quanto prima reclamo per iscritto al vettore. In assenza di risposta ovvero di una risposta non soddisfacente al suo reclamo potrà accedere alla procedura di conciliazione. Questo il modulo da compilare e spedire per posta raccomandata con ricevuta a/r, al seguente indirizzo: Ufficio di Conciliazione Alitalia S.p.A. / Associazioni dei Consumatori c/o Alitalia S.p.A., Piazza Almerico da Schio, 00054 - Fiumicino (RM).

28001 - Rossano
15/12/2013 19:59
Salve. A luglio del 2013 mi trovavo a Fiumicino al gate per accra (ghana) dopo esser arrivato da Cagliari. Durante le fasi di preimbarco la compagnia aerea Alitalia annuncia un ritardo di 40 minuti causa pulizia del velivolo. Mi sposto in sala fumatori. Dopo 30 minuti mi avvio al gate e lo trovo deserto. Mi avevano lasciato a terra. Trovo un responsabile che controllata la veridicità di quanto affermato tramite i tabulati mi offre il primo volo disponibile per Accra dopo due giorni esatti. Aspetto i bagagli due ore (circa 50 kg) dopodiché vengo lasciato in aeroporto senza alcuna assistenza. Ho dovuto faticare e non poco per spostarmi con quei bagagli tra treno e metropolitana per dover chiedere ospitalità a un amico. Il ritardo suddetto mi ha causato non pochi problemi avendomi causato un mancato appuntamento in campo lavorativo. Ora a distanza di sei mesi tre al solo biglietto resomi posso chiedere risarcimento pecuniare. In quali modalità? Grazie dell'attenzione. Ah dimenticavo avendo accettato il volo di rimborso per accra alla mia richiesta di rimandarmi a cagliari per quei due giorni mi è stato risposto che avrei dovuto pagarmi i biglietti andata e ritorno. E il supplemento per i bagagli essendo passati a volo nazionale o un eventuale sosta in deposito bagagli. Assurdo.

27310 - Redazione
02/11/2013 10:25
Luciana, le recensioni presenti sul web testimoniano la loro affidabilità.

27295 - Fadda luciana
01/11/2013 21:09
Salve, qualche mese fa il volo torino/alghero ha subito 5 ore di ritardo, per avere il risarcimento mi sono avvalsa di una associazione ASSOTURISTA sapete se e' affidabile, visto che e' gratuita mi sono un po' scetica !!!

26607 - Redazione
01/10/2013 19:16
Moyk, a questo indirizzo è disponibile un form per inoltrare la richiesta di rimborso direttamente on-line.

26606 - Moyk
01/10/2013 18:11
Grazie per la vostra disponibilità, ultima domanda, mi potreste dare la mail della Raynair per inoltrare la lettera di rimborso? Non riesco a trovarla


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata