La comunicazione unica per la nascita dell'impresa

comunicazione unica registro imprese , comunicazione unica imprese

Prima chiunque voleva avviare un'attività imprenditoriale doveva rivolgersi direttamente alla Camera di Commercio per l'iscrizione al Registro Imprese, all'Agenzia delle Entrate per ottenere il codice fiscale e la partita IVA, all'INAIL per la copertura assicurativa e all'INPS per l'iscrizione ai fini previdenziali. Tutto questo, tra l’altro, utilizzando procedure diverse per ogni ente.

Che cos’è la Comunicazione Unica

Il 1 Aprile 2010 è stata introdotta la Comunicazione Unica, che ha semplificato non poco il rapporto tra le imprese e la Pubblica amministrazione.

In pratica oggi attraverso la compilazione e l'invio della Comunicazione Unica, l'utente si rivolge unicamente all'Ufficio del Registro Imprese per l'avvio di un'attività imprenditoriale. Una volta ricevuta la pratica, l'Ufficio del R.I. si occuperà di inoltrare i moduli agli altri Enti di competenza (Agenzia delle EntrateINAIL e INPS).

In particolare gli adempimenti assolti tramite Comunicazione Unica sono:
a) dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini IVA;
b) domanda d'iscrizione di nuove imprese, modifica, cessazione nel registro imprese e nel R.E.A., con esclusione dell'adempimento del deposito del bilancio;
c) domanda d'iscrizione, variazione, cessazione dell'impresa ai fini INAIL;
d) domanda d'iscrizione, variazione, cessazione al registro imprese con effetto per l'INPS relativamente alle imprese artigiane ed esercenti attività commerciali;
e) domanda di iscrizione e cessazione di impresa con dipendenti ai fini INPS;
f) variazione dei dati d'impresa con dipendenti ai fini INPS;
g) domanda di iscrizione, variazione e cessazione di impresa agricola ai fini INPS;
h) domanda di iscrizione, variazione e cessazione di impresa artigiana nell'albo delle imprese artigiane

Questo il modello di Comunicazione Unica.

Come funziona la Comunicazione Unica?

Sia l'invio della Comunicazione Unica che la ricezione degli esiti dai diversi Enti avvengono per via esclusivamente telematica.

Sul sito www.registroimprese.it, è possibile attivare l'applicativo ComunicaStarweb e spedire le pratiche, dopo essersi autenticati. Si tratta di un servizio online che non richiede alcuna istallazione di software. Inoltre la compilazione della pratica è guidata e, grazie alla sua connessione permanente alle banche dati delle Camere di Commercio, i modelli vengono precompilati con i dati già presenti nei registri camerali, riducendo la digitazione e il rischio di errori.

È possibile anche usare altri software compatibili messi a disposizione dalle software house ed utilizzare la CNS (carta nazionale dei servizi) per l'autenticazione.

Questi i passi da compiere:
- compilare e allegare diverse modulistiche;
- inviare per via telematica i moduli compilati all'ufficio del Registro delle imprese della propria Camera di Commercio.

La pratica inoltrata deve essere firmata digitalmente e deve riportare l'indicazione di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) per la consegna delle ricevute.

La ricevuta

Al momento del ricevimento della Comunicazione unica, il sistema informatico del Registro delle imprese provvede ad effettuare una serie di verifiche e, in caso di esito positivo, provvede alla protocollazione della stessa. A seguito della protocollazione, il sistema rilascia la ricevuta quale titolo per l'avvio dell'attività.

Quindi il Registro Imprese invia automaticamente all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) dell'impresa la Ricevuta di protocollo e la Ricevuta della Comunicazione Unica, valida - come detto - per l'avvio dell'impresa

Questo il modello di ricevuta di accettazione di comunicazione unica per la nascita dell'impresa.

Entro 5 giorni la Camera di Commercio di competenza comunica l'iscrizione all'indirizzo PEC d'impresa (e al mittente della pratica come di consueto) ed entro 7 giorni i singoli enti comunicano gli esiti di competenza sia all'impresa che al Registro delle Imprese.

Costi

È necessario versare i diritti di segreteria e le imposte di bollo previste dalla legge per le pratiche del Registro delle Imprese. Naturalmente qualora la pratica non preveda l’iscrizione nel Registro Imprese o nel REA (ad esempio pratiche ad esclusiva valenza previdenziale e/o fiscale) non è dovuto alcun pagamento.

Procura

Come detto quella telematica rappresenta l'unica modalità di trasmissione delle domande. Al fine di agevolare l'utilizzo di questa nuova procedura e di semplificare gli adempimenti per le imprese, è stata introdotta la Procura speciale, con cui il titolare dell'impresa attribuisce ad un professionista o ad altro intermediario (dottore commercialista, ragioniere, consulente del lavoro) il potere di sottoscrizione digitale e presentazione telematica della Comunicazione Unica all'Ufficio del Registro Imprese.

Questo il modello di Procura speciale per sottoscrizione ed invio Comunicazione Unica.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata