Come farsi rimborsare un assegno con firma apocrifa

rimborso assegno firma apocrifa

Cosa accade se un assegno del vostro carnet, pur non recando la vostra firma autentica, viene presentato all'incasso da un terzo e riscosso? Se denunciate di non aver sottoscritto quell'assegno, spetta alla vostra banca dimostrare di aver agito con diligenza e di aver accertato la corrispondenza tra la firma di traenza - apposta sull'assegno - e lo specimen depositato presso la banca stessa.

Naturalmente deve trattarsi di una alterazione evidente, rilevabile ictu oculi ("a colpo d'occhio"), dal momento che il bancario non è tenuto a mostrare le qualità di un esperto grafologo, ne ad utilizzare particolari attrezzature strumentali o chimiche per rilevare la falsificazione.

In presenza, dunque, di una precisa responsabilità della banca, quest'ultima è tenuta al rimborso integrale delle somme che vi sono state addebitate per il pagamento del suddetto assegno.

Questo, dunque, il fac simile che potete inviare alla vostra banca in caso di assegno con firma apocrifa.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata