Banche: come accedere ai dati del de cuius

ricerca conti correnti defunto, richiesta movimenti bancari erede

Se nella qualità di eredi avete la necessità di ricostruire l'asse ereditario così da tutelare i vostri diritti successori, ricordate che è nel vostro diritto chiedere ed ottenere dalla banca informazioni sulla consistenza patrimoniale del defunto.

Ciò in forza dell'art. 9, comma 3 del T.U. sulla Privacy che riconosce il diritto di accesso ai dati personali riferiti a persone decedute da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell'interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.

In particolare inoltrando un’apposita istanza (questo il fac simile), potete chiedere all’istituto che vi vengano indicati, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni, movimentazioni bancarie, saldi, libretti a risparmio, conto titoli, cassette di sicurezza e ogni altro rapporto intestato al de cuius.

La banca è tenuta a comunicare i dati in modo chiaro e comprensibile, ma con l’accortezza di oscurare eventuali informazioni personali riferite a terzi. Va precisato che per l’estrazione e la fornitura dei dati la banca non può pretendere dagli eredi interessati il versamento di somme di denaro, a differenza di quanto stabilito dal T.U. in materia bancaria, per ciò che attiene alla diversa richiesta del cliente di ottenere copia integrale di atti e documenti bancari.

In caso di inadempienza da parte della banca o disservizio subito, si può inviare con raccomandata A/R un reclamo scritto oppure una lettera di diffida all’istituto di credito specificando le motivazioni. Se neanche in questo modo si riesce a risolvere la questione, allora non resta che rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario.

Documenti correlati



47212 - Redazione
02/11/2016
Gianpaolo, se conosce l'istituto presso il quale sua madre risultava intestataria di uno o più conti, può presentare direttamente - in qualità di erede - una richiesta di accesso ai dati. Se non conosce l'istituto, deve affidarsi ad un notaio che in suo nome effettuerà una ricerca presso tutte le banche.

47204 - b.gianpaolo
02/11/2016
Buongiorno redazione, voglio sottoporvi un mio problema, sperando di poter capire come fare a dipanare questa matassa. Mia madre è morta a febbraio del 2015, al momento della sua morte, ho chiesto a mia sorella di poter vedere tutti i conti che mia madre allora aveva (mio padre è deceduto nel 1993), bancari, in poche parole lo stato patrimoniale. Ad oggi 02.11.2016 non ho ancora visto nulla, oltretutto mia sorella in questo periodo si è sempre negata nel venire a discutere di quello che avevo chiesto, adducendo scuse assurde. Non ha voluto nemmeno dirmi in che banca mia mamma aveva i suoi soldi. Spero vivamente nel vostro aiuto. Grazie e buon lavoro.

47045 - Redazione
21/10/2016
Andrea, non c'è un tempo predefinito, molto spesso queste pratiche sono gestite a livello centrale e dunque la loro evasione avviene in un lasso di tempo maggiore.

47042 - Andrea
20/10/2016
Ho consegnato da più di un mese la dichiarazione di successione alla banca per lo sblocco di un conto cointestato a firma disgiunta, questa mattina la banca mi ha detto che ci vorranno altri 10 giorni per questioni burocratiche. Dopo quanto tempo la banca è obbligata a sbloccare il conto. Grazie

46180 - brix
09/07/2016
In qualità di legittimo erede, posso richiedere tramite il mio avvocato all'istituto bancario il conto corrente, movimenti, depositi, ecc.. del defunto che risalgono a circa 16 anni fa..?

45261 - Nicolas
22/04/2016
La banca deve esibire gratuitamente gli estratti conto storici degli ultimi 10 anni, o singole operazioni? Per quanto riguarda gli estratti conto storici antecedenti 10 anni, che la banca non è tenuta ad avere per legge, ma che ora con l'archiviazione elettronica conserva e normalmente consegna senza difficoltà, anche questi si potrebbero pretendere gratuitamente? Non è che in questo modo si disincentiverebbe dal consegnarli? Se una persona ha già ottenuto i documenti pagando può vedersi restituite le somme? Grazie.

43563 - Redazione
12/01/2016
Claudio, essendo un amico e non un parente non può dimostrare la sua legittimazione a mezzo atto notorio per ottenere notizie dalla banca su tutti i rapporti con la stessa intrattenuti dal de cuius (conti correnti, libretti di risparmi, depositi di somme, custodia di titoli, mutui, finanziamenti ecc.), ma le occorre l'atto predisposto dal notaio da cui si evince appunto la sua qualità di erede.

43551 - Claudio
11/01/2016
Buonasera. Io ed una persona che non è un mio parente abbiamo ereditato da un amico di famiglia tutti i suoi averi da dividere in parti uguali, tra i quali conto corrente ed eventuali investimenti. Siccome non conosco l'altro erede come faccio a chiedere alla banca le informazioni su saldo movimenti ecc? Il notaio che ha pubblicato testamento preparerà atto notarile dice per sbloccare tutti i beni in banca. Prima di questo atto posso fare richiesta di informazioni alla banca? Che documenti mi servono non essendo parente del de cuius? Grazie e complimenti

43257 - rita
16/12/2015
Salve, avevo con mio marito, deceduto lo scorso luglio, un conto cointestato. Uno dei miei figli abita in Brasile, oggi ho pagato la successione, la banca mi ha detto che è sufficiente che mio figlio mi faccia una delega dettagliata, utile per poter operare in sua vece. Vorrrei cortesemente chiedervi, se è possibile avere un fac simile di delega. Ringrazio in anticipo Rita

41978 - Redazione
14/10/2015
Francesco, tutti gli eredi legittimi o testamentari hanno il diritto di conoscere la consistenza patrimoniale del proprio defunto.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata