Come denunciare prodotti alimentari avariati

denuncia alimenti avariati

Anche se nessun sistema di regolamentazione può garantire ai consumatori il rischio zero o il 100% di sicurezza, le norme di sicurezza dei paesi dell'UE sui prodotti alimentari sono fra le più elevate del mondo. La sicurezza alimentare si basa sul principio secondo cui è necessario esercitare un controllo sull'intera catena alimentare.

Ciascun passaggio di mano da un operatore della filiera ad un altro deve vedere la registrazione degli alimenti o essere accompagnato dalla registrazione dei prodotti in ingresso, consentendo all’azienda che commercializza il prodotto finito di poter risalire alle materie prime di origine (c.d. "tracciabilità").

Ciò nonostante sono ancora tante le denunce delle forze dell'ordine per reati vari che vanno dal commercio di alimenti scaduti o di sostanze contraffatte o adulterate, alla vendita di sostanze spacciate come genuine e/o di prodotti in cattivo stato di conservazione.

Come comportarsi, dunque, se si scopre che il prodotto che abbiamo appena acquistato mostra evidenti segni di alterazione?

Fermo restando che in simili situazioni abbiamo il diritto di reclamare la sostituzione della confezione alterata ovvero la restituzione dell'importo pagato, la cosa da fare è invocare immediatamente l'intervento delle Forze dell'Ordine o della Asl preposte al controllo della commercializzazione degli alimenti, senza avere cura di restituire al negoziante la confezione e lo scontrino comprovante l'acquisto.

Questo il fac simile che potete utilizzare.

Naturalmente nel caso di generi alimentari avariati, usciti dalla fabbrica in confezione sigillata, non sempre vi può essere responsabilità del rivenditore a meno che non si provi la sua colpa nella cattiva conservazione, o nella vendita oltre i termini di scadenza della merce. Esclusa la colpa del rivenditore, è legittimo fare risalire la causa dell'alterazione alla negligenza del fabbricante. Ma accertarlo è un compito del Giudice.

Documenti correlati



47393 - Redazione
16/11/2016
Melissa, legga la risposta fornita ad Annarita (46748).

47377 - Melissa
14/11/2016
Buonasera.. ieri ho acquistato in un supermercato due barattoli di sugo pronto alla mugnaia in un supermercato ..questa sera guardando bene la scadenza mi sono accorta che l'anno di scadenza è stato corretto penso con pennarello (visibile ad occhio nudo) dalla data 08/16 alla data 08/18...come devo comportarmi?

47220 - Redazione
02/11/2016
Marco, se vuol mettere in guardia i suoi concittadini si.

47216 - marco
02/11/2016
Ho mangiato una patata al forno comprata in gastronomia in un supermercato e dentro ad una patata con stupore ho torvato o un sasso o un cecio crudo che mi ha rotto due denti. Loro mi hanno detto che verrò contattato dal Servizio Qualità entro pochi giorni, intanto faccio partire la lettera dell'avvocato. Loro si sono presi tutte le prove comprese lo scontrino io ho fatto le foto mi hanno detto che senza non potevano far partire la pratica. Io cosa devo fare oltre alla lettera, devo avvisare i vigili?

47070 - Federico
25/10/2016
Venerdì ho comprato in un centro commerciale al banco gastronomia 2 etti di bresaola oggi (domenica) al momento di aprire la confezione ho notato delle striature verde fosforescente sulla superficie dell'affettato.

46748 - Redazione
26/09/2016
Annarita, può rivolgersi ai Carabinieri del Nas (nucleo anti sofisticazioni) o all'ufficio della locale Asl preposto al controllo della commercializzazione degli alimenti. In alternativa può segnalare l'accaduto al Nucleo antisofisticazioni della polizia municipale.

46741 - annarita z.
26/09/2016
Ho aperto una confezione di cornetti ai 5 cereali Bauli e ne ho preso uno per mangiarlo mi sono accorta che una metà era ammuffita. Cosa devo fare, a chi rivolgermi per aiutare i consumatori a diffidare della genuinità' del prodotto.

46292 - Redazione
25/07/2016
Cristina, si tratta di un fatto molto grave. Le consigliamo di segnalare la cosa (non cestini chiaramente il prodotto acquistato) alla ASL territorialmente competente o al Nucleo Antisofisticazioni presente all'interno del Comando dei Carabinieri.

46286 - Cristina
24/07/2016
Ho acquistato in un supermercato 4 cannoli siciliani dal reparto gastronomia ieri sera, di cui 3 già mangiati. Stasera ho tagliato in 2 l'ultimo e ho scoperto con stupore che era pieno di muffa! A questo punto scommetto che gli altri erano uguali in quanto il gusto già mi sembrava un po' acido ma ho presupposto che magari era così la ricetta. Ho ancora una delle 2 vaschette in cui mi sono stati venduti con l'etichetta del prezzo e la data è anche lo scontrino. Come dovrei procedere? Perché la cosa mi fa veramente schifo a pensare cosa ho mangiato!

46127 - Redazione
04/07/2016
Nina, dimostrare che quel pezzo di plastica era nella barretta di cereali e che soprattutto le abbia causato la rottura del dente non sarà affatto semplice. Con queste incognite dovrebbe citare la ditta in giudizio, affidarsi ad un legale ... le chiediamo: ne vale la pena?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata