Come farsi rimborsare da Dahlia TV

Dahlia TV, la pay-tv della piattaforma del digitale terrestre che fa capo all'azienda svedese AirPlus Tv per l'83%, chiude le proprie trasmissioni e viene messa ufficialmente in liquidazione. Quest'anno aveva trasmesso le partite di otto squadre di serie “A” (Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria, Udinese) e di tutta la serie B. Coloro che hanno sottoscritto un abbonamento devono come prima cosa interrompere i pagamenti e i relativi addebiti bancari.

Se è stata pagata l’intera stagione in anticipo occorrerà inoltrare alla società una disdetta dell’abbonamento intimando il rimborso della somma versata. Questo il fac simile da compilare e trasmettere, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, all’indirizzo: Dahlia TV S.r.l., c/o B2Win in Via di Torre Spaccata n. 172 – 00169 Roma, all'attenzione del Servizio Clienti.

La disdetta dovrà essere comunicata anche nel caso in cui sia stato sottoscritto un abbonamento con addebito mensile su carta di credito. Se invece si è in possesso di una tessera ricaricabile con un credito residuo, si può richiedere alla società la restituzione dell’importo caricato sulla tessera. In quest’ultimo caso ricordarsi di allegare alla richiesta la tessera e di comunicare gli estremi del conto da accreditare.

Secondo quanto riportato nelle "Condizioni Generali del Servizio" Dahlia TV avrà diritto di richiedere al proprio abbonato gli importi dovuti a titolo di corrispettivo sino alla data dell'avvenuto recesso, il rimborso dei costi gestionali, amministrativi, logistici e commerciali diretti e indiretti, che Dahlia deve sostenere per la gestione di una richiesta di recesso dal contratto da parte del cliente (cd "Costi dell'Operatore").

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata