Moduli e Regolamenti per la Conciliazione Poste Italiane

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare i moduli di domanda e i regolamenti predisposti per la conciliazione Poste Italiane.

Come opera la conciliazione Poste Italiane

Il servizio è offerto dall'Organismo di Conciliazione Paritetica Poste Italiane S.p.A. - Associazioni dei Consumatori (leggi "Cos'è e come funziona la Conciliazione Paritetica"). Tale organismo, meglio noto come ADR (Alternative Dispute Resolution), è iscritto nell'elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ed è costituito presso Poste Italiane, ma senza alcun collegamento gerarchico e/o funzionale con la società. La sede è in viale Europa, 175 – 00144 Roma Tel +39 06 59589844, fax +39 0659582772. L’indirizzo email è consumerismo@posteitaliane.it.

L'ADR  è competente per le controversie che riguardano consumatore e Poste Italiane sui temi relativi a servizi finanziari (BancoPosta, Postepay, risparmi, credito, ecc.), servizi postali e servizi di telefonia mobile. Dell'ADR fanno parte, oltre a Poste Italiane, le Associazioni dei consumatori Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Aeci, Altroconsumo, Arco, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela Consumatori, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Konsumer Italia, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Udicon, Unione Nazionale Consumatori.

Per una più efficace gestione a livello territoriale l'Organismo di conciliazione paritetica Poste Italiane S.P.A. - Associazioni di Consumatori si avvale delle 9 Segreterie di Conciliazione così dislocate lungo lo stivale:

  • Torino (competente per Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria), e-mail consumerismonordovest@posteitaliane.it;
  • Milano (per la Lombardia), e-mail consumerismolombardia@posteitaliane.it;
  • Mestre (per Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto), e-mail consumerismonordest@posteitaliane.it;
  • Bologna (per Emilia Romagna e Marche), e-mail consumerismocentronord@posteitaliane.it;
  • Firenze (per Toscana e Umbria), e-mail consumerismocentro1@posteitaliane.it;
  • Roma (per Lazio, Abruzzo e Sardegna), e-mail consumerismocentro@posteitaliane.it;
  • Napoli (per Campania e Calabria), e-mail consumerismosud@posteitaliane.it;
  • Bari (per Puglia, Molise e Basilicata), e-mail consumerismosud1@posteitaliane.it;
  • Palermo (per la Sicilia), e-mail consumerismosicilia@posteitaliane.it.

Quando può essere presentata la conciliazione Poste Italiane

Affinché il consumatore possa far ricorso alla conciliazione Poste Italiane è necessario che:

  1. abbia già presentato reclamo nei confronti dell'azienda (leggi "Reclami Poste Italiane"), ma non abbia avuto risposto nei 30 giorni successivi oppure la risposta sia stata da lui ritenuta insoddisfacente. Ricordiamo che sul nostro portale è possibile scaricare i modelli di reclamo relativi a servizi postali, servizi BancoPosta e carta Postepay;
  2. la relativa domanda venga presentata entro un anno dalla data del reclamo;
  3. la controversia non sia in corso d’esame o non sia già stata esaminata da altro organo Adr o giurisdizionale;
  4. il reclamo sia relativo a un prodotto o servizio che rientra tra quelli previsti dal singolo regolamento. A tal proposito facciamo presente che in questa scheda sono disponibili i regolamenti relativi ai servizi Banco Posta, PostePay e Prodotti postali retail (posta prioritaria, posta raccomandata, posta assicurata...).

Come presentare domanda di conciliazione

Il consumatore può avviare la procedura di Conciliazione Poste Italiane compilando l'apposita domanda e presentandola:

  • tramite le ASSOCIAZIONI aderenti
  • presso ogni Ufficio Postale
  • via fax al numero 06 5958.2772 o altro indicato da Poste Italiane
  • via email all’indirizzo consumerismo@posteitaliane.it 

Tra le altre cose è importante che il consumatore comunichi alla Segreteria dell'Organismo di conciliazione paritetica Poste Italiane S.P.A. - Associazioni di  Consumatori il modo con cui vorrà essere contattato in futuro: numero di telefono, email oppure raccomandata AR.

Se i prodotti o i servizi offerti da Poste Italiane sono stati acquistati online, la domanda di Conciliazione può essere inviata tramite la piattaforma ODR di cui al Regolamento UE n.524/2013, gestita dalla Commissione Europea e raggiungibile all’indirizzo https://webgate.ec.europa.eu/odr.

Esito della procedura di conciliazione

La procedura deve concludersi, a meno di particolari proroghe, entro 60 giorni dalla data di ricevimento della domanda. Se la conciliazione Poste Italiane si conclude con esito negativo si redige un verbale di mancato accordo che viene portato a conoscenza del consumatore. Se, invece si raggiunge l'accordo, il relativo verbale avrà efficacia vincolante tra le parti.

Nel caso di prodotti postale retail, il consumatore che non ha accettato la proposta di conciliazione o che non ha raggiunto un accordo con l'azienda, ha comunque diritto di presentare ricorso all'AGCOM entro 90 giorni dalla conoscenza della ricezione del verbale negativo. A tal fine deve compilare il Formulario CP.

Tags:  poste italiane conciliazione

Formati
PDF   Domanda di Conciliazione Carte Postepay
PDF   Domanda di Conciliazione prodotti postali retail
PDF   Domanda di Conciliazione BancoPosta
PDF   Regolamento di Conciliazione Carte Postepay
PDF   Regolamento Conciliazione prodotti postali retail
PDF   Regolamento di Conciliazione BancoPosta
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità