Bonus Bebè 2016: a chi spetta e come richiederlo

bonus mamme , bonus bebè

Grazie alla recente Legge di Stabilità anche per il 2016, e per tutto il 2017, i genitori di bambini nati o adottati avranno diritto a fare domanda per il bonus bebè. In questo articolo vi spiegheremo come richiederlo, quali sono i requisiti per ottenerlo, gli importi e la durata del bonus.

Che cos’è il bonus bebè

Il Bonus Bebè è un sussidio riconosciuto a quelle famiglie con disagi economici che hanno avuto o avranno un figlio nel periodo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017.

L’assegno verrà corrisposto a decorrere dal mese di nascita o di adozione e fino al terzo anno di vita.

Il bonus bebè non va confuso con il voucher baby sitter e asilo nido di cui abbiamo parlato qui.

A chi spetta e a quanto ammonta il bonus bebè

Il sussidio ha un importo di 80 euro al mese (960 euro l’anno) e spetta a quelle famiglie con un ISEE inferiore a 25mila euro. Vanno considerati a tal fine i redditi di entrambi i genitori e riferiti all'anno solare precedente a quello di nascita o adozione del bambino beneficiario dell'assegno.

Se l’ISEE risulta inferiore ai 7.000 euro annui, l’importo del sussidio raddoppia, quindi 160 euro mensili (1.920 euro l’anno) anziché 80.

L’importo del bonus bebè è netto e non rientra nell'imponibile del reddito, questo significa che non dovrà essere riportato nella dichiarazione annuale dei redditi.

Possono beneficiare del bonus i cittadini italiani o di uno stato membro dell'Unione europea o cittadini di stati extracomunitari, con permesso di soggiorno di lungo periodo.

Durata del bonus bebè

Come detto l'indennità di 80 euro/mese spetta per lo stesso figlio per un massimo di 3 anni (36 mensilità) a partire dal mese di nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia in caso di adozione o affidamento preadottivo. E' importante che la nascita o l'adozione avvengano tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 e che sempre nel medesimo arco temporale non venga superato il limite Isee previsto.

Come richiedere il bonus bebè

Per richiedere il sussidio occorre, subito dopo la nascita o l’avvenuta adozione, presentare all’Inps apposita domanda. Questo il Modello di Richiesta del Bonus Bebè. La domanda può essere inoltrata attraverso il sito dell'Inps, a consizione che si sia in possesso del Pin dispositivo. Questo il percorso da seguire sul sito dell'Inps: Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN –> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito –> Assegno di natalità –> Bonus Bebè.

Il servizio consente anche di allegare la documentazione necessaria per la fruizione dell'agevolazione (documenti di nascita, dichiarazione Isee, ecc.).

In alternativa ci si può rivolgere ad un Caf o un Patronato.

L'Inps a quel punto analizzerà la documentazione pervenuta e deciderà se erogare o meno il bonus.

Quando va presentata la domanda

La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino o dall’ingresso in famiglia se si tratta di adozione o affidamento preadottivo. Se la domanda viene presentata dopo i 90 giorni, il bonus decorrerà dal mese in cui viene effettuata la richiesta, con la conseguenza che si perderanno le mensilità precedenti.

Perdita del bonus bebè

Il nucleo familiare che beneficia del bonus bebè decade dall'assegno qualora si verifichi una delle seguenti cause:
a) decesso del figlio;
b) revoca dell'adozione;
c) decadenza dall'esercizio della responsabilita' genitoriale;
d) affidamento del figlio a terzi;
e) affidamento esclusivo del figlio al genitore che non ha presentato la domanda.

Al verificarsi di uno di questi casi, l'Inps interrompe l'erogazione dell'assegno a partire dal mese successivo.

Il genitore che richiede il bonus bebè ha l'obbligo di comunicare tempestivamente all'Inps l'eventuale verificarsi di una delle cause di decadenza, fermo restando il recupero da parte dell'Istituto delle somme indebitamente erogate.

Documenti correlati



41759 - Redazione
05/10/2015
Marilena, se rispetta i limiti stabiliti per l'Isee può comunque fare domanda; legga in proposito questo articolo.

39464 - Redazione
29/05/2015
Maria, avendone i requisiti perchè no.

39463 - maria
29/05/2015
Si può richiedere sia il bonus bebè che la carta acquisti?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata