Come comunicare la disdetta al sindacato

disdetta sindacato, disdetta tessera sindacale

Sappiamo tutti che le organizzazioni sindacali, seppure in forme e modi diversi fra loro, svolgono un'importante funzione nel mondo del lavoro e, più in generale, nella società. Il loro obiettivo principale, infatti, è la tutela e la difesa dei diritti e degli interessi dei lavoratori e in particolare dei propri iscritti. Se, tuttavia, viene meno la fiducia nell'organizzazione sindacale cui si è iscritti, si può optare per la disdetta sindacato

Il sindacato è suddiviso in diverse sigle che riflettono le differenti impostazioni culturali, ideologiche e politiche presenti nella nostra società. I più rappresentativi sono senz’altro la CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), la CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), la UIL (Unione Italiana dei Lavoratori) e l’UGL (Unione Generale del Lavoro). Poi esistono una serie di altri sindacati autonomi che nell'ambito di specifici settori contano numerosi iscritti (ad es. nel pubblico impiego c’è Cobas, Gilda, Snals ecc.).

Tutte queste organizzazioni offrono a lavoratori e pensionati un'ampia gamma di servizi: si va dalla difesa dei diritti previdenziali alle informazioni sui contratti delle diverse categorie, dalle consulenze sulla legislazione in materia di lavoro all’assistenza nella lettura della busta paga, dall’assistenza sui vari adempimenti fiscali alle informazioni su mobilità, cassa integrazione, assegni familiari, ecc.

Normalmente i servizi di informazione sono rivolti a tutti i lavoratori, mentre i servizi di consulenza (fiscale, legale, ecc.) sono forniti solo a lavoratori e pensionati iscritti al sindacato.

Essere iscritti ad un sindacato, dunque, è molto importante perché consente al lavoratore di conoscere e difendere i propri diritti.
Tuttavia può capitare che il lavoratore non si senta più rappresentato da una certa organizzazione e che per questo decida di disdire la propria iscrizione. In questi casi come comportarsi?

E’ sufficiente che il lavoratore compili una semplice lettera di disdetta sindacale e la consegni all’Ufficio Personale o Amministrativo Contabile della propria azienda. Il pensionato, invece, può consegnare il modulo di revoca della delega direttamente presso gli uffici dell’ente di previdenza che ha in carico la propria pensione. Questi i moduli da utilizzare a seconda dei casi:

Documenti correlati



45749 - Alessandro
23/05/2016 13:41
Salve, sono un iscritto al sindacato CGIL e ho scaricato il modulo per la cancellazione dal sindacato ma non capisco a quale indirizzo inviare la raccomandata, potete aiutarmi? Grazie

45333 - furio bordoni
27/04/2016 17:19
Sono un pensionato ex banca intesa san paolo iscritto alla fabi federaz auton bancaria italiani mi trasferisco in Spagna esiste un modulo per disdire l'iscrizione al sindacato?

45312 - Redazione
26/04/2016 17:38
Ermanno, diciamo che la disdetta è automatica; non prestando più la sua attività in favoire della Polizia Penitenziaria, la trattenuta sulla retribuzione in busta paga da parte del datore di lavoro non potrà più esserle effettuata.

45291 - Ermanno Vignolo
25/04/2016 15:33
Sono un ex appartenente al corpo di polizia penitenziaria, sono stato riformato in maniera definitiva il giorno 9 aprile U.S. sono tesserato SAPPE (sindacato autonomo polizia penitenziaria) devo dare disdetta scritta alla sede sindacale oppure viene revocata in modo automatico? Ringrazio con anticipo.

44843 - Daniele
30/03/2016 11:09
Buongiorno sono in mobilitá volevo sapere come faccio a dare disdetta alla Cgil. Grazie

44569 - Redazione
08/03/2016 17:29
Maria, può comunicarlo in segreteria.

44561 - Maria Tomasso
08/03/2016 11:39
Per i dipendenti della PA (sono una docente), dopo la disdetta devo comunicare alla segreteria della Scuola o a NoiPA? Grazie

44353 - Federica
24/02/2016 18:41
Buona sera, mi chiedevo se date le dimissioni da dipendente, si necessita comunque di fare la disdetta. Anche per la tessera oltre che per le trattenute? È tutto collegato, non è automatico con le dimissioni?

44345 - Redazione
24/02/2016 14:36
Andrea, non è necessario inviare comunicazioni al sindacato.

44336 - andrea valenti
23/02/2016 19:52
Mi hanno licenziato il 19 febbraio scorso, chiudendo una vertenza in corso. Essendo RSA dall'azienda mi hanno riferito che tale incarico cessa, di fatto, in quanto ora sono disoccupato a tutti gli effetti. E' così? E decade automaticamente l'iscrizione al sindacato (CGIL) o compilo comunque la modulistica e gliela invio? Grazie e cordiali saluti.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata