Il vaglia cambiario: cos'è e come richiederlo

vaglia cambiario, vaglia cambiario banca d'italia

Il vaglia cambiario è un titolo di credito all'ordine emesso dalla Banca d'Italia su richiesta della clientela privata o istituzionale previo versamento del corrispondente importo in contanti o tramite bonifico. Il vaglia cambiario corrisponde di fatto all'assegno circolare emesso da altre banche, con l'unica differenza che in questo caso viene emesso dalla Banca d'Italia. Anche il contenuto è simile a quello dell'assegno circolare, ma deve risultare dal titolo la denominazione di "vaglia cambiario".

Oltre alla denominazione, sul vaglia cambiario devono essere riportati:
- la promessa incondizionata di pagare una somma determinata, indicata in lettere e in cifre;
- l’indicazione del prenditore;
- l’indicazione della data e del luogo in cui il vaglia viene emesso;
- la sottoscrizione dell’Istituto.

steso su carta filigranata, ha un numero progressivo di emissione

Vaglia cambiario: quando si utilizza

Il vaglia cambiario viene richiesto da chi ha bisogno di uno strumento di pagamento a copertura garantita; l'incasso in questo caso è consentito al beneficiario, persona fisica o giuridica.

Il vaglia cambiario rappresenta anche lo strumento con cui generalmente l'Agenzia delle Entrate si avvale per procedere ai rimborsi delle imposte a favore dei contribuenti.

Inoltre il vaglia cambiario viene spesso utilizzato dagli enti pubblici per liquidare le competenze del proprio personale o per corrispondere indennità e rimborsi dovuti a vario titolo.

Vaglia cambiario: come si richiede

Se vuoi richiedere l'emissione di un vaglia cambiario devi rivolgerti ad una qualsiasi Filiale della Banca d'Italia che offre il servizio. In particolare devi compilare questo specifico modello e consegnarlo di persona oppure inviarlo alla Filiale per posta, posta elettronica certificata (PEC) e fax.

Contestualmente devi procedere al versamento della somma in contanti o tramite bonifico sul conto corrente della stessa Filiale presso la quale richiedi il vaglia. Se non conosci l'Iban ti sarà sufficiente contattare la filiale, anche telefonicamente, e fartelo comunicare.

Non dimenticare di riportare nella causale "Provvista per emissione di vaglia cambiario".

Devi sapere che la Banca d'Italia, al fine di limitarne la circolazione, emette il vaglia cambiario con la clausola "non trasferibile". Tuttavia, su tua espressa richiesta, il vaglia cambiario può essere emesso in forma libera, a patto però che l'importo sia inferiore a 1.000 euro. In questo caso ti toccherà pagare un'imposta di bollo di 1,50 euro.

Vaglia cambiario: come incassarlo

Se invece hai ricevuto un vaglia cambiario da un terzo, devi sapere che hai due modi per incassarlo:

  • versandolo sul tuo conto corrente bancario o postale;
  • recandoti presso una qualunque Filiale della Banca d'Italia che offre il servizio e richiedendo il pagamento in contanti o tramite accredito sul tuo conto. Dal momento che la Banca d'Italia ha la necessità di verificare l’identità del portatore (o del beneficiario), ti raccomandiamo di portare con te un valido documento di riconoscimento.
    C'è da dire in proposito che la carta d’identità rilasciata dal tuo Comune di residenza e il tesserino con il tuo codice fiscale, può non bastare ai fini del tuo riconoscimento. Sembra assurdo ma è così. Infatti l'addetto allo sportello della Banca d'Italia è tenuto ad effettuare una verifica presso il comune sulla veridicità dei dati riportati sul documento di identità presentato. Ciò potrebbe inevitabilmente far slittare il pagamento di qualche giorno, in attesa di ricevere una risposta dal personale del comune. Se non vuoi attendere i tempi di espletamento dei necessari controlli, puoi richiedere l'intervento di un notaio, chiaramente a tue spese.

Attenzione: il vaglia cambiario può essere incassato fino al 31 dicembre del decimo anno successivo a quello di emissione.

Vaglia cambiario non recapitato o smarrito

Se un vaglia cambiario non è stato recapitato, oppure se è stato smarrito o sottratto, occorre segnalare subito l’accaduto a una Filiale della Banca d’Italia con lettera, telegramma o fax, oppure direttamente allo sportello, affinchè ne sia sospeso il pagamento. A tal fine puoi utilizzare questo modulo di dichiarazione per mancata ricezione, smarrimento, distruzione o sottrazione vaglia cambiario.

Nel caso di vaglia disposti per il rimborso di crediti di imposta, la segnalazione deve contenere i dati identificativi del titolo, da acquisire presso l'Agenzia delle Entrate.

Vaglia cambiario ed eredi

Gli eredi di una persona cui è intestato un vaglia cambiario possono chiederne l’accredito su un conto corrente bancario o postale; in alternativa possono incassarlo presso una qualunque Filiale della Banca d'Italia che offre il servizio, presentandosi di persona tutti insieme o con delega degli assenti (per importi pro capite fino a 3.000 euro) oppure spedendo la richiesta per posta elettronica certificata o via fax insieme alla fotocopia di un documento di identità di ciascun erede, il vaglia in originale e questi moduli specifici:

- Modulo per dichiarazione sostitutiva di certificazioni e di atto di notorietà per la riscossione di Vaglia Cambiari o di cespiti successori;
- Modulo per istanza di restituzione di beni ereditari (successione legittima);
- Modulo per istanza di restituzione di beni ereditari (successione con testamento pubblico);
- Modulo per istanza di restituzione di beni ereditari (successione con testamento olografo o segreto).

Per maggiori informazioni sulla documentazione da presentare è possibile rivolgersi, anche per telefono, a una delle Filiali della Banca d'Italia che offrono il servizio.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata