Domanda assegno di maternità comune: condizioni e termini per la presentazione

Formati     © Moduli.it
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

L'assegno maternità Comune è una prestazione assistenziale concessa appunto dai comuni e pagata dall'Inps. In questa scheda è disponibile un fac simile di domanda assegno di maternità Comune.

Cos'è l'assegno di maternità Comune

Si tratta di un sussidio economico che può richiedere la madre non lavoratrice che:

  • non ha alcuna copertura previdenziale oppure ce l'ha ma entro un determinato importo fissato annualmente;
  • non risulta già beneficiario di altro assegno di maternità;
  • risulta residente presso il Comune che riconosce l'agevolazione.
C'è anche l'assegno di maternità dello Stato, ma questo viene erogato a madri (naturali e adottive) e padri (anche adottivi) che hanno un lavoro, seppur precario. 

Spetta unicamente per le nascite?

No. L'assegno di maternità può essere richiesto per:

  • le nascite
  • gli affidamenti preadottivi
  • le adozioni senza affidamento
L'adozione o l'affidamento preadottivo deve riguardare un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali). 

Chi può richiederlo?

Possono richiedere l'assegno maternità Comune le cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. 

Per l'esatta tipologia di permesso di soggiorno utile ai fini della concessione dell'assegno è consigliabile rivolgersi al proprio comune di residenza.

I requisiti di reddito da soddisfare

Per l'anno in corso (2019) il diritto all'assegno è subordinato al possesso di un indicatore della situazione economica (ISEE) per il proprio nucleo familiare non superiore a 17.330,01 euro

Se non sai qual è il tuo Isee, sappi che sul proprio sito ufficiale l'Inps ha reso disponibile un simulatore online per il calcolo. In ogni caso puoi ricevere tutta l'assistenza necessaria dai CAF convenzionati con il Comune di residenza.

La madre lavoratrice può richiedere l'assegno di maternità Comune?

Si, ma solo se non ha diritto

  • all’indennità di maternità dell’Inps oppure
  • alla retribuzione per il periodo di maternità.

A quanto ammonta l'assegno?

L'importo dell'assegno di maternità Comune per il 2019 è pari - per le madri lavoratrici - a 346,39 euro per 5 mesi, per un totale di 1.731,95 € somma che, come detto, viene erogata direttamente dall'Inps in un'unica soluzione.

Per le madri lavoratrici, se l’indennità di maternità Inps oppure la retribuzione sono di importo inferiore rispetto all’importo dell’assegno di maternità, quest'ultimo viene pagato per la differenza (c.d. quota differenziale).

L'assegno spetta per ogni figlio?

Si, il che significa che in presenza di parto gemellare oppure di adozione o affidamento di più minori, l’importo è moltiplicato per il numero dei nati o adottati/affidati.

Come si richiede l'assegno di maternità Comune

Per ottenere l'assegno di maternità occorre rivolgersi al proprio comune di residenza e compilare un modulo di domanda.

Ogni comune adotta una propria procedura e uno specifico modello. Quello che abbiamo reso disponibile in questa scheda è un fac simile.

Cosa occorre allegare alla domanda?

Alla domanda occorre allegare della documentazione e in particolare:

  • copia dell'attestazione Isee;
  • copia di un documento di identità in corso di validità della richiedente;
  • copia del permesso di soggiorno nel caso in cui la richiedente sia una donna extracomunitaria;
  • documento che riporti le coordinate bancarie del conto intestato alla richiedente.

Se si ha poca dimestichezza con pratiche di questo tipo è sempre consigliabile rivolgersi ad un CAF. 

C'è un termine entro cui fare richiesta?

Si. La domanda una volta compilata, deve essere presentato entro 6 mesi 

  • dalla nascita del bambino o
  • dall'effettivo ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento.

Precisiamo ancora una volta che le modalità di presentazione della domanda possono variare da comune a comune. 

Assegno di maternità comune: dopo quanto arriva

Le tempistiche possono variare da comune a comune, molto dipende dall'organizzazione interna e dai carichi di lavoro degli uffici preposti. Ad ogni modo l'importo dovrebbe essere accreditato nel termine massimo di 16/18 settimane dalla domanda.

E' cumulabile con altre prestazioni o sussidi?

L'assegno di maternità comune non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali, tranne se si ha diritto a percepire dal comune la quota differenziale.

Tuttavia è cumulabile con il "bonus mamma domani" e con il "bonus bebè".

Tags:  sostegno genitorialità

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità