`

Modulo denuncia evasione fiscale: PDF

Stando agli ultimi dati disponibili (2019) l'evasione fiscale in Italia diminuisce scendendo a quota 99,2 miliardi di euro. Un risultato importante senza dubbio, ma gli obiettivi fissati dal PNRR sono ben lontani dall'essere raggiunti. Non è difficile immaginare quanto questa piaga sociale influenzi e contribuisca ad aggravare le condizioni in cui l’Italia versa in questo momento, ed è proprio in virtù di queste considerazioni che ogni singolo cittadino deve sentirsi libero di denunciare episodi di evasione fiscale.

Denuncia evasione fiscale: quali reati vanno segnalati

Dal falso povero che non paga le rette universitarie dei figli o che percepisce il reddito di cittadinanza pur avendo una macchina di lusso e una barca, al negoziante che non rilascia la ricevuta o lo scontrino fiscale al momento della vendita, dal falso invalido che percepisce indebitamente assegni e indennità di accompagno, al lavoratore in nero o al cumulo di incarichi o doppio lavoro, dalle frodi in danno dei pubblici bilanci agli affitti in nero, ossia ai contratti di locazione non registrati presso l'Agenzia delle Entrate.

Tutti questi illeciti devono essere segnalati alla Guardia di Finanza che provvederà ad eseguire i controlli sui diretti interessati.

Denuncia evasione fiscale alla Guardia di Finanza

Gli illeciti fiscali vanno segnalati alla Guardia di Finanza, il Corpo di Polizia che dipende direttamente dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, che si occupa di combattere l’evasione fiscale, lo spreco di denaro pubblico, frodi tributarie e riciclaggio di denaro illecito, spaccio e traffico di sostanze stupefacenti e contribuisce alla tutela del consumatore in ogni suo aspetto.

È possibile denunciare gli evasori fiscali rivolgendosi agli uomini della Guardia di Finanza, attraverso diverse modalità:

- chiamando il numero 117 a cui risponde il Comando Provinciale della Guardia di Finanza. Il numero è attivo tutti i giorni, 24 ore su 24. Per segnalare un illecito è necessario identificarsi, poiché alle segnalazioni anonime non viene dato alcun seguito. Gli operatori si accertano sempre di identificare il segnalante e custodiscono le informazioni nel pieno rispetto delle norme sul trattamento dei dati personali.

In seguito alla chiamata e dopo aver effettuato gli opportuni riscontri, viene inviata una pattuglia sul posto, per notificare il reato; in alternativa il segnalante sarà invitato a presentarsi presso il Comando della Guardia di Finanza al fine di raccogliere informazioni, prima dell’intervento vero e proprio;

- recandosi presso un qualsiasi reparto della Guardia di Finanza ed effettuando la segnalazione agli operatori competenti. Al fine di ridurre i tempi di attesa è possibile compilare uno dei seguenti modelli:

Denuncia evasione fiscale online

La segnalazione di illeciti di tipo fiscale va fatta telefonicamente o di persona, presso il comando della Guardia di Finanza. Puoi ricevere ulteriori informazioni consultando il sito della Guardia di Finanza, nella sessione Servizi per il Cittadino.

Denuncia evasione fiscale anonima

La denuncia in forma anonima è stata vietata dal Decreto di semplificazione fiscale varato dal Governo Monti nel 2012, a seguito di numerose denunce “false”, mosse dall’astio verso l’individuo segnalato, piuttosto che da illeciti veri e propri.

Documenti correlati


58530 - Redazione
26/06/2022
Veronica, se non l'ha fatto invii al suo cliente una comunicazione di sollecito e messa in mora, in caso di ulteriore ritardo si rivolga ad un legale per ottenere dal Giudice un decreto ingiuntivo.

58487 - Vincenzo
25/06/2022
Salve, sono a conoscenza che una grossa stazione di servizio in zona effettua fatturazione maggiorata a diverse aziende di trasporti e grazie a queste fatture maggiorate anche del 50% permettono a queste aziende di recuperare sia il denaro contante che il rimborso in carbon tax, quindi il mancato pagamento delle relative tasse quindi evasione. Come si puo intervenire?

58453 - ALBERTO
23/06/2022
Un collega di lavoro effettua un sacco di lavori edili in nero e gestisce stranieri che fà lavorare per suo conto sempre in nero. Dopo che gli hanno "sequestrato" sul conto corrente una grossa cifra perchè incapace di giustificarne l'origine si è organizzato per esportare all'estero valuta sia sua che di altri di chi chissà quali attività. A quale Istituzione è meglio segnalare? Come è possibile tutelarsi da possibili ritorsioni da parte del soggetto se la segnalazione non può essere anonima?

58422 - Luca
21/06/2022
Buongiorno a tutto lo staff, volevo segnalare un dipendente dell'azienda Ama Spa, Comune di Roma che durante gli orari di reperibilità in malattia Inps si trova al mare, in montagna, in ottimo stato di salute, volevo conoscerne le modalità. Grazie

58193 - Diana
28/05/2022
Buongiorno, se segnaliamo due venditori ebay che operano come commercianti a tutti gli effetti con 10/15 vendite quotidiane in media e fatturato annuo di oltre 100000 euro a testa (dati ufficiali ricavati da strumento terapeak ebay), ma evadono totalmente il fisco non avendo neppure partita iva, è naturale che venga inviato un controllo e aperta una indagine oppure verrebbe insabbiato tutto? Questi due vanno avanti da anni e non rilasciano scontrini. Abbiamo le prove di quanto affermiamo perché ci abbiamo comprato svariate volte e, insospettiti dal fatto che non risultasse una p. Iva, abbiamo sollecitato più volte lo scontrino e non ci hanno mai più risposto. L'assistenza ebay è totalmente latitante in merito. Grazie.

58059 - Veronica
13/05/2022
Buongiorno, rappresento ditta produttrice e distributrice di abbigliamento. Un nostro cliente che ha boutique tutt'ora attiva ed operante, non ci sta pagando una fattura del 05/10/2020: data sia di fatturazione che di consegna merce. Potete aiutarmi? é questo il canale giusto? Grazie Veronica

57901 - Redazione
24/04/2022
Lidia, con la denuncia li non correrebbe alcun rischio visto che le spese sono state effettuate con pagamenti tracciabili.

57888 - Lidia
21/04/2022
Ad un muratore ho affidato dei lavori di semplice ristrutturazione in edilizia libera. Ho dovuto scrivere io il preventivo per poi mostrarglielo e concordare i prezzi dei vari lavori. Con il passare del tempo mi ha chiesto di pagarlo in contante, ma io l'ho voluto pagare rateizzando la somma totale sempre e soltanto con dei bonifico bancari. Attendo ancora adesso, che i lavori sono stati terminati, che lui emetta le fatture. Lui mi ha detto di non avere partita Iva. Come mi devo regolare? Lo posso denunciare alla Guardia di finanza? Nel caso io potrei avere problemi?

57627 - Valeria R.
02/04/2022
Salve, ho partecipato a un corso di formazione professionale di estetica permanente, con tanto di diploma abilitativo rilasciato. Il pagamento è stato effettuato in contanti, non hanno rilasciato fattura fiscale nè del corso nè della merce che si acquistava insieme al corso. Ma sopratutto: il corso non è durato e non ha trattato tutti i temi descritti al momento della vendita del corso, siamo "abilitate" pur non essendo in grado di effettuare alcuna pratica (sono pratiche irreversibili - come i tatuaggi) e non siamo state affatto formate a dovere. Il corso comprendeva pure un seguito di esami e formazioni on line, prove di esami che vengono ignorate dalle master e dopo mesi ci sentiamo raggirate. Siamo 9 persone per 2300 euro (in contanti oppure se volevi offrivano la rateizzazione ma volevano 500 euro di "interessi") Cosa rischiamo noi che abbiamo accettato il pagamento contanti? Possiamo denunciare e richiedere indietro la somma versata al costo di perdere l'abilitazione - in quanto fittizia? Grazie

57592 - Renata
17/03/2022
Avvocato non mi rilascia fattura a seguito di pagamento x sentenza, con Iva e contributo cassa avvocati e pagamento tassa registro. È mio diritto averla??


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio