Revoca donazione Unicef: fac simile editabile

Formati
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Da questa scheda si può prelevare il fac simile con cui formalizzare la disdetta donazione Unicef, ossia il modello con cui revocare la propria donazione regolare in favore del Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia.

Perché effettuare una donazione Unicef

Spiegare perché è prezioso effettuare una donazione in favore di Unicef è fin troppo banale. L'Unicef è un fondo che ha come obiettivo quello di promuovere e tutelare i diritti e il benessere di tutti i bambini, in particolare di quelli più fragili e vulnerabili a causa della povertà, della violenza, di malattie e discriminazioni.

L'Unicef Italia, uno dei 33 Comitati Nazionali presenti nei Paesi donatori, ha sede legale in Roma, Via Palestro n. 68.

I numeri forniti dall'Unicef sono impressionanti per quanto riguarda l'Italia: 66 milioni di euro raccolti, 276mila donatori, più di 5mila volontari attivi. Nel mondo 41,3 milioni di bambini vaccinati contro il morbillo, 4,9 milioni di bambini assistiti con terapie per la malnutrizione, ecc.

Si può fare una 

  • donazione singola (l'importo è liberamente scelto dalla persona);
  • donazione regolare. L'importo e la frequenza continuativa dei versamenti (mensile, annuale) sono scelti anche in questo caso dal singolo.

E' bene ricordare che le donazioni Unicef, ad esclusione di quelle effettuate in contanti, godono di importanti benefici fiscali in termini di detrazioni dall'imposta lorda o di deduzioni dal reddito dichiarato. Di tali benefici possono godere sia le persone fisiche che giuridiche.

Perché revocare donazione Unicef

Decidere di assicurare un sostegno ai tanti bambini che soffrono in Italia e nel mondo, assicurando loro un vaccino, un pasto, un ricovero, un medicinale o l'istruzione è qualcosa di straordinariamente nobile.

Può capitare, tuttavia, che dopo aver sottoscritto un piano regolare di donazione (ad es. 20 o 30 euro al mese), il donatore si trovi ad attraversare una situazione di difficoltà economica (perde il lavoro, si separa dal coniuge, ecc.), al punto tale da costringerlo a revocare la donazione Unicef al solo fine di far quadrare il bilancio economico familiare. 

Se la situazione non fosse così grave o fosse soltanto temporanea, il donatore potrebbe limitarsi a chiedere la sospensione della donazione per qualche mese o in alternativa la riduzione dell’importo e/o la modifica della frequenza del versamento.

Infine la disdetta donazione Unicef potrebbe anche essere legata alla decisione della persona di indirizzare le proprie donazioni in favore di altre organizzazioni come Save The Children, Croce Rossa, Medici Senza Frontiere, ecc.

Come comunicare la disdetta donazione Unicef

Come detto la necessità di comunicare la revoca donazione Unicef si manifesta nel solo caso in cui sia attiva una donazione regolare, ad esempio con periodicità mensile o annuale. 

In questo caso è bene sottolineare che è possibile revocare la donazione in qualsiasi momento semplicemente compilando il modulo disdetta Unicef presente in questa scheda ed inviandolo tramite email all'indirizzo donatori@unicef.it.

In alternativa è possibile chiamare il numero verde 800 745000.

Tags:  atto di liberalità

Documenti correlati
 
Utilità