Lettera di contestazione al commercialista

Formati
DOC   fac simile contestazione attività commercialista
DOC   fac simile contestazione parcella professionale commercialista
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Con la lettera di contestazione parcella commercialista il cliente manifesta il suo disappunto in ordine alle prestazioni offerte dal professionista e/o alle parcelle ricevute da quest'ultimo.

Quando formalizzare la contestazione parcella commercialista

Diciamo innanzitutto che prima di scegliere un commercialista competente, fidato e perché no economico, sarebbe opportuno farsi rilasciare una copia del mandato professionale così da verificare nei dettagli quali prestazioni sono comprese nell'incarico e quali no, a quanto ammonta la sua parcella, quali sono le modalità di recesso dal contratto e via discorrendo.

Tuttavia anche se siamo stati molto attenti e scrupolosi nella scelta del professionista, può accadere che a distanza di qualche tempo si entri in rotta di collisione con lui. I motivi? Possono essere tanti: le prestazioni non sono state eseguite con la dovuta diligenza, prudenza e perizia, tanto che gli accertamenti da parte del fisco sono all'ordine del giorno, oppure le parcelle ricevute presentano importi diversi da quelli pattuiti e così via 

Tuttavia prima di inviare la lettera di contestazione parcella commercialista consigliamo di fissare un incontro con lui per avere tutti i chiarimenti e le spiegazioni del caso: così il commercialista potrebbe giustificarsi sostenendo che il maggior importo richiesto è da riferirsi in realtà ad attività extra non ricomprese nella lettera d'incarico oppure a semplici rimborsi per imposta di bollo e registro, spese di deposito o altre spese anticipate.

Come contestare una fattura non dovuta o una parcella troppo alta

Se l'incontro presso il suo studio non si è rivelato proficuo, allora non resta che formalizzare per iscritto una contestazione parcella commercialista. In allegato trovi due schede, entrambe in formato “doc”:

  • l’una per contestare l’importo della parcella, non giustificabile in relazione all’attività svolta o non così dettagliata da poter verificare la corretta applicazione da parte del commercialista delle tariffe professionali vigenti;
  • l’altra per contestare più in generale la prestazione del commercialista, fornita senza rispettare le più comuni regole di diligenza, prudenza e perizia richieste dalla categoria professionale.  In questo caso è opportuno specificare nel dettaglio gli errori e/o le mancanze commesse dal commercialista: comunicazioni e/o versamenti effettuati oltre i termini, mancate dichiarazioni, ecc. Se in conseguenza di tale comportamento i danni appaiono consistenti, il cliente può con questa stessa lettera invitare il commercialista a comunicare gli estremi della sua polizza assicurativa affinché possa rivolgersi direttamente alla compagnia di assicurazione per ottenere sollecitamente il risarcimento dei danni. 

Il consiglio è quello di inoltrare la lettera di contestazione parcella commercialista tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento o posta elettronica certificata (PEC). In questo modo potrai ottenere la prova di consegna e ricezione da parte del commercialista.

Nel caso in cui non si ottenesse alcun riscontro, occorre verificare cosa prevede il contratto di mandato professionale in tema di controversie, ossia se c'è obbligo di ricorso alla Procedura di Mediazione oppure facoltà di ricorrere direttamente al giudice. Indipendentemente dalle soluzione scelta, nulla vieta al cliente di effettuare una segnalazione alll’Ordine dei Commercialisti territorialmente competente. 

Qualora il rapporto di fiducia con il professionista fosse irrimedabilmente compromesso, al cliente non resterebbe che comunicare la revoca del mandato e richiedere la restituzione dei documenti contabili in suo possesso.

Tags:  risoluzione controversie professionisti

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità