LinkedIn: perché è importante usarlo

linkedin, linkedin cos'è

LinkedIn è davvero uno strumento prezioso, utile a tutti i professionisti che desiderano fare rete. Se ti stai impegnando nello sviluppo della tua professione o se sei alla ricerca di un nuovo impiego, ma nei periodici dedicati agli annunci di lavoro non fai altro che trovare le solite quattro offerte, trite e ritrite, sappi che è venuto il momento di cestinarli e spostare la tua attenzione altrove. Vorresti sapere dove? Online, naturalmente! È qui, in rete, che si trovano le opportunità migliori, gli spunti per migliorare il tuo curriculum vitae e gli strumenti da utilizzare per la ricerca del tuo prossimo lavoro. Su Moduli.it troverai diversi consigli e pratiche guide da leggere per capire dove trovare i migliori annunci, come scrivere un curriculum vitae europeo, in che modo riuscire a farsi notare dai selezionatori, quali sono gli errori da evitare e come prepararsi al meglio ad un colloquio di lavoro.

Ora invertiamo i ruoli: sei proprietario di un’attività o sei stato incaricato di gestire le risorse umane di un’azienda e devi trovare nuovo personale da inserire nell’organico? Questo articolo offrirà molteplici spunti anche a te, di modo che tu possa selezionare direttamente le figure professionali desiderate, effettuando una ricerca veloce, ma al tempo stesso accurata. Quando si è alle prese con l’attività di selezione del personale, infatti, è essenziale ridurre i tempi per poter visionare quanti più profili possibili, in cerca di quello più adatto alla posizione vacante. Solo tu puoi comprendere quanto siano poco utili i curricula generici, ossia con contenuti poco attinenti rispetto alla mansione offerta, ma anche quanto siano da prendere con le molle quei curricula che descrivono veri e propri supereroi, esperti in tutto, eppure disoccupati. Un enorme spreco di risorse o un documento pompato? Tra le due, è facile intuire quale sia la tua opinione, soprattutto perché poi (lo sappiamo) li cestini sempre tutti.

In entrambi i casi è possibile utilizzare questa piattaforma social, così da ottimizzare i risultati della propria ricerca. Vorresti sapere come si fa? Allora non resta che metterti comodo e leggere questa guida completa all’utilizzo di LinkedIn.

LinkedIn: cos’è

Tra i tanti post che abbiamo dedicato al lavoro, e in particlare a come cercarlo e dove trovarlo, ci siamo soffermati sull’utilizzo dei social network come strumenti chiave nella ricerca di un’occupazione, Nell’articolo “Come trovare lavoro con i social network” abbiamo analizzato le modalità di ricerca delle offerte di lavoro su tre differenti portali: Facebook, Twitter e LinkedIn, ovviamente. Perché Linkedin è il social network su cui puntare di più? È molto semplice: nasce per questo.

LinkedIn è il social network professionale più famoso al mondo, attivo in oltre 200 paesi con oltre 530 milioni di iscritti. Il portale offre agli utenti un servizio gratuito (con funzionalità opzionali a pagamento) mirato alla condivisione del proprio curriculum in rete, allo sviluppo di contatti professionali, alla ricerca di nuove opportunità d’impiego o nuove risorse da impiegare in azienda.

Su LinkedIn ci sono i giovani e i neolaureati, magari con curriculum senza esperienza ma pieni di potenziale; ci sono professionisti in cerca di nuove partnership; ci sono gli addetti alle risorse umane, i dirigenti di grandi aziende, imprenditori e proprietari di piccole e medie imprese. Insomma, gli attori coinvolti nell’ambiente lavorativo ci sono tutti, se non ti sei ancora iscritto, vuol dire che manchi solo tu. Cosa aspetti? Vediamo insieme come procedere.

LinkedIn account: come registrarsi

Se vuoi davvero comprendere il funzionamento di LinkedIn non devi far altro che aprirti un account e iniziare ad utilizzarlo. L’operazione è veloce ma non immediata, e richiede attenzione, poiché dovrai inserire diverse informazioni importanti, che ti saranno utili nella gestione periodica dei contatti e delle offerte di lavoro. Per aiutarti a capire meglio di cosa stiamo parlando, ti guideremo passo passo.

Per prima cosa devi aprire una finestra nel browser che sei solito utilizzare per le tue ricerche in rete. Collegati al sito www.linkedin.com e inizia la procedura di registrazione gratuita. Non dovrai far altro che inserire nome, cognome, un indirizzo di posta elettronica da collegare all’account e una password di almeno 6 caratteri. Poi clicca su ISCRIVITI ORA, tenendo in considerazione che, pigiando sul pulsante azzurro, il Contratto di licenza, l’Informativa sulla privacy e l’Informativa sui cookie di LinkedIn saranno ritenute automaticamente accettate. Qualora volessi prenderti un attimo di tempo per valutarle con attenzione, ti invitiamo a cliccare sul link corrispondente, posto proprio sulla griglia di iscrizione.

Dopo aver effettuato il primo accesso dovrai fornire al sistema alcune informazioni base come il tuo Paese di provenienza e il CAP (Codice di Avviamento Postale) per poi procedere alla creazione del tuo profilo personale. In pratica ti verrà chiesto di inserire alcuni dati di supporto al sistema: questi si riveleranno assai preziosi per la scrematura delle offerte di lavoro e dei contatti che potrebbero interessarti. Ben presto ti renderai conto che la pagina relativa al tuo profilo personale altro non è che un vero e proprio curriculum online.

Al momento dell’iscrizione dovrai inserire solo alcune informazioni di base, come ad esempio se lavori, sei in cerca di lavoro oppure stai ancora studiando. Poi il sistema ti inviterà a redigere un avviso per le offerte di lavoro. In quale campo ti piacerebbe lavorare, quali sono le aree d’interesse, quali mansioni vorresti ricoprire e così via. Vedrai sarà molto stimolante utilizzare un social network professionale che ti offre la possibilità di entrare in contatto con i tuoi papabili datori di lavoro, selezionatori e professionisti già avviati.

Per sperimentarlo, non ti resta che iniziare ad utilizzarlo regolarmente. Per restare sempre aggiornato, ti consigliamo di scaricare LinkedIn App, così da portare sempre con te, sullo smartphone o sul tablet, la tua finestra personale aperta sul mondo del lavoro.

LinkedIn: come funziona

Uno dei punti di forza di LinkedIn consiste nella semplicità del suo utilizzo: non occorre essere un ingegnere informatico per utilizzarlo al meglio e far fruttare le tue ricerche. Aprendo la schermata principale del portale web, ti troverai davanti una barra nera con 6 diverse icone: HOME, RETE, LAVORO, MESSAGGISTICA, NOTIFICHE, TU.

Cliccando su HOME potrai visualizzare le notizie che i tuoi collegamenti hanno pubblicato e condiviso su LinkedIn, oltre alle inserzioni sponsorizzate. Cliccando su RETE invece potrai accedere alla lista delle persone che potresti conoscere e ai collegamenti che potresti aggiungere alla tua rete. Questa è una pagina molto importante, poiché da qui potrai implementare i tuoi collegamenti (l’equivalente degli amici di Facebook o dei followers su Twitter, per capirci). All’inizio sarà il sistema a suggertene alcuni, ma poi ti consigliamo di effettuare in autonomia delle ricerche per capire quali contatti potrebbero essere utili nella ricerca di un nuovo impiego.

Cliccando su LAVORO potrai visualizzare le offerte di lavoro che il sistema ha selezionato, basandosi sulle informazioni inserite al momento della registrazione. Qualora fossi interessato anche ad altro, potrai utilizzare questa sezione come un vero e proprio motore di ricerca, inserendo l’impiego desiderato (segretaria, addetto alle vendite, ecc.) e/o la località nella quale vorresti lavorare. Ti stupirai di quanti risultati riuscirai ad ottenere e di quante candidature potrai inoltrare.

Cliccando su MESSAGGISTICA potrai leggere ed inviare messaggi privati ai tuoi collegamenti, mentre nella sezione NOTIFICHE potrai osservare diverse informazioni importanti, relative alle offerte di lavoro selezionate per te, alle persone che hanno visitato il tuo profilo e così via.

Infine, cliccando sulla sezione relativa al tuo PROFILO PERSONALE potrai modificare e/o aggiungere dati e informazioni che ti tiguardano, controllare le impostazioni dell’account e della privacy, contattare il centro assistenza, gestire post e attività oppure pubblicare un’offerta di lavoro e perfino modificare l’URL del tuo profilo pubblico, ossia l'indirizzo da riportare sul tuo blog o sul biglietto da visita.  

Come vedi LinkedIn è davvero uno strumento alla portata di tutti. Oltre a queste 6 pagine, potrai imparare a gestire altri strumenti, racchiusi nell’icona che troverai in alto a destra. In più, qualora lo desiderassi, potresti focalizzare la ricerca di collegamenti e pagine utili utilizzando la barra di ricerca, posta, invece, in alto a sinistra, accanto all’icona “IN” di LikedIn. Per usufruire dei servizi a pagamento, invece, potrai attivare un abbonamento Premium, cliccando nell’apposita sezione.

LinkedIn Italia: come redigere il perfetto curriculum sul profilo personale

Per ottenere i massimi risultati da LinkedIn dovrai provvedere alla compilazione di un buon curriculum poi tenerlo aggiornato nel tempo, inserendo al suo interno eventuali qualifiche acquisite, esperienze lavorative, stage, tirocini e titoli di studio conseguiti. Nello specifico, hai due possibilità: importare un documento esistente in pdf oppure compilarlo da capo direttamente sulla piattaforma di LinkedIn. La scelta sta a te, tuttavia ti consigliamo di investire qualche minuto in più nella redazione di un nuovo documento, piuttosto che utilizzare una versione del curriculum vitae non aggiornata o non conforme alle indicazioni contenute ad esempio nell’articolo “Come scrivere un curriculum”.

Inizia a pensare al curriculum come uno strumento di promozione personale, piuttosto che come un noioso resoconto della tua vita professionale. Cerca di far emergere tutte le tue migliori virtù, le competenze trasversali richieste dalla posizione lavorativa che aspiri ad avere, le qualità che ogni buon lavoratore dovrebbe possedere. D’altro canto, cerca di limitare quelle informazioni che non apportano alcun valore aggiunto al tuo curriculum, sostituisci tutti quei termini talmente inflazionati da renderlo banale e impersonale, evita di commettere errori che ne compromettano i risultati (come ad esempio errori di ortografia e grammatica). In più ti sconsigliamo di arricchire il curriculum con troppi dettagli, descrizioni prolisse, valutazioni di te stesso fin troppo ottimiste: chi seleziona personale è avvezzo alla lettura dei curricula e sa riconoscere fin troppo bene quelli “autocelebrativi”.

Ora basta con la teoria, passiamo alla pratica. Come si compila il curriculum sul proprio profilo LinkedIn? È molto semplice, non dovrai far altro che seguire le istruzioni del sistema, compilando le apposite sezioni con i relativi dati. Inizia scegliendo un’immagine del profilo adeguata alla tua figura professionale. Sei laureato in giurisprudenza o in economia? Scegli una foto che ti ritragga in abiti formali, dunque con la camicia e la giacca. Se, invece, vorresti lavorare nel mondo dello spettacolo, del cinema o della moda, puoi sbizzarrirti curando la tua immagine e prediligendo un look ordinato, ma brioso. Se hai cinque minuti, ti consigliamo di dedicarli alla lettura di un articolo in cui abbiamo fornito consigli proprio sull'utilizzo della foto nel curriculum.

Se necessario, apporta delle modifiche alle informazioni inserite al momento dell’iscrizione, poi passa alla redazione del Riepologo, uno spazio dedicato alla descrizione dei tuoi interessi, delle tue competenze, delle esperienze lavorative passate, dei titoli di studio conseguiti e così via. Deve essere breve ma racchiudere la tua essenza, la passione e l’entusiasmo che dedichi al lavoro.

Poi passa alla compilazione della tua attuale posizione lavorativa e delle mansioni svolte in passato. In questa parte della compilazione può esserti utile tenere il curriculum vitae cartaceo a portata di mano, così da trascrivere con precisione le date di inizio e di fine delle passate esperienze lavorative. Successivamente LinkedIn ti offre la possibilità di redigere il cosiddetto “muro delle competenze”, nel quale citare tutte le competenze che hai e le conoscenze apprese dalla formazione e dalla vita professionale. I tuoi collegamenti potranno eventualmente confermare le tue competenze, così da avvalorare il tuo curriculum, rendendolo più autorevole.

Dopo aver concluso la parte relativa alle esperienze e competenze professionali, potrai passare alla compilazione del riquadro dedicato alla Formazione. Lì potrai inserire i titoli di studio conseguiti (diploma, laurea triennale, specialistica, magistrale, master di primo o di secondo livello e così via). Non dimenticare di specificare quali lingue conosci e quali sono le tue competenze in ambito informatico. Allega anche eventuali certificazioni che possano dimostrare il tuo effettivo grado di preparazione.

All'interno del tuo Profilo trovi anche un riquadro dal titolo "Interessi di carriera". Si tratta di una sezione molto importante che ti consigliamo di compilare, dal momento che ti consente di entrare in contatto con potenziali recruiter, ossia con addetti alla selezione del personale, in quali potrebbero avere opportunità in linea con i tuoi interessi e la tua formazione. A tal proposito LinkedIn ti chiede innanzitutto se vuoi far sapere ai recruiter che sei disponibile ad una nuova opportunità di lavoro. E' chiaro che se hai già un'occupazione, attivare questa funzione potrebbe causare dei problemi con il tuo attuale datore di lavoro. LinkedIn da parte sua si mostra disponibile a prendere tutte le precauzioni possibili affinchè nulla giunga alle orecchie, o meglio agli occhi, della tua azienda attuale, ma chiaramente non può garantirti la privacy totale.

Se decidi di attivare la funzione (basta spostare il pulsante verso destra), il sistema ti inviterà a compilare una nota per i recruiter, in sostanza una breve presentazione che parla di te o di qualsiasi altro aspetto che ritieni possa essere di interesse. Il numero massimo di caratteri è 300. A queste informazioni potrai aggiungerne altre che riguardano:
- le qualifiche che ti interessano;
- la località in cui vorresti lavorare;
- i tipi di lavoro che ti interessano (a tempo pieno, part-time, stage, a distanza, freelance, ecc.);
- i settori che ti interessano;
- le dimensioni che dovrebbe avere l’azienda.

Infine, non dimenticare di tenere sempre aggiornato il tuo curriculum su LinkedIn, così che ogni esperienza possa essere archiviata e mostrata ai collegamenti o agli utenti che visiteranno il tuo profilo. Puoi approfondire ulteriormente l'argomento leggendo “Come compilare il curriculum su LinkedIn”.

Ricorda che su Linkedin hai anche la possibilità di caricare un video curriculum. E' sufficiente accedere al proprio profilo ed inserire l’url del documento (magari già pubblicato su Youtube) o caricare il file direttamente dal tuo Pc.

LinkedIn: come utilizzarlo per la selezione del personale

LinkedIn è uno strumento prezioso non solo per chi cerca lavoro, ma anche per chi lo offre. Pensa alle piccole e medie imprese italiane che non possono permettersi di pagare un’agenzia per la selezione del personale: oggigiorno, nonostante il livello di istruzione sia aumentato rispetto a 20 o 50 anni fa, è estremamente difficile trovare una risorsa che abbia le caratteristiche perfette per svolgere una determinata mansione e abbia, al tempo stesso, la giusta propensione per lavorare efficacemente col resto del team.

C’è poi da considerare il fatto che la crisi economica ha generato una percentuale altissima di persone inoccupate o disoccupate in cerca di un impiego ed estremamente ricettive alle offerte di lavoro. Il che significa che per una posizione aperta in azienda si possono ricevere anche migliaia di candidature. Come può un’azienda elaborare tutto questo marasma di informazioni, dati, titoli, esperienze e competenze? Semplice. Può effettuare una parziale scrematura dei profili affidandosi a LinkedIn. Ecco come.

LinkedIn è dotato di applicazioni specifiche per le aziende, che possono aiutarle nella selezione di profili potenzialmente interessanti per le posizioni attualmente vacanti. Gli strumenti a disposizione delle imprese, chiaramente, sono diversi rispetto a quelli riservati agli utenti che puntano alla ricerca di un impiego. Vediamo insieme quali sono:

1. LinkedIn Recruiter - Offre la possibilità alle aziende di impostare dei filtri ed eseguire una ricerca mirata del candidato perfetto, contattando il singolo profilo o l’intero gruppo di profili selezionati grazie ad un apposito servizio di messaggistica;

2. LinkedIn Jobs Network - Permette alle aziende di affinare la ricerca del candidato e di condividere le informazioni disponibili con i membri della propria squadra lavorativa.

3. Pagine Carriera di LinkedIn - Consentono all’impresa di comunicare al candidato informazioni relative all’azienda e al brand, alla cultura e ai valori condivisi da tutto il team.

4. Work With Us Ads - Rappresenta un’opportunità di sponsorizzazione molto allettante. È stata pensata per le aziende che vogliono ottenere la massima visibilità su LinkedIn, di modo da generare interesse nei professionisti interessati ai prodotti offerti.

Qualora fossi interessato all’argomento e vorresti approfondirlo nei particolari, ti consigliamo di visitare direttamente il sito ufficiale e reperire quante più informazioni possibili anche nella sezione dedicata all’assistenza utenti.

LinkedIn: eliminare profilo

Se per un qualsiasi motivo tu voglia cancellare la tua iscrizione da LinkedIn sappi che sei libero di farlo in qualsiasi momento. L’operazione è immediata e gratuita. Certo, perderai tutte le informazioni inserite nel curriculum online e le segnalazioni effettuate dagli altri utenti per avvalorare le tue soft skills, tuttavia se la decisione è definitiva avrai avuto le tue buone ragioni, dunque ti mostreremo come fare.

Il procedimento è semplicissimo: non devi far altro che cliccare sull’immagine relativa al tuo profilo e selezionare la voce IMPOSTAZIONI E PRIVACY. Si aprirà una pagina contenente gli Elementi Base, le Impostazioni per gestire gli abbonamenti, i Partners e infine l’Account. Proprio in questa sezione troverai la voce CHIUSURA ACCOUNT LINKEDIN: cliccaci sopra e conferma nella schermata successiva, selezionando una delle motivazioni che il sistema elaborerà automaticamente. Una volta inviata la seconda conferma il gioco è fatto: avrai definitivamente cancellato il tuo account LinkedIn.

Chiaramente ciò non esclude la possibilità di registrarti una seconda volta, creando un diverso account. Se questo è ciò che vuoi, non dovrai far altro che tornare in cima all’articolo e seguire nuovamente le nostre indicazioni. Buona fortuna!

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata