Rinuncia proprietà cane: fac simile WORD

Formati     © Moduli.it
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Da questa scheda è possibile scaricare un fac simile per rinuncia proprietà cane, osia un modulo da compilare nel caso in cui si intenda appunto rinunciare alla proprietà di un cane e chiederne il ricovero presso il Canile Comunale. 

Rinuncia proprietà cane: quando ricorrervi

La legge italiana impone l'obbligo di iscrizione all'Anagrafe canina, un registro istituito presso il Ministero della Salute dove sono identificati tutti i cani dotati di microchip. I dati sono trasmessi alla banca dati nazionale dalle singole regioni attraverso le proprie Asl.

L'iscrizione va effettuata presso il comune di residenza entro i primi 60 giorni di vita del cane. 

In caso di smarrimento per conoscere il proprietario del cane non occorre far altro che digitare il codice a 15 cifre del microchip o quello del tatuaggio nell'apposito campo presente in questa pagina: www.salute.gov.it/anagcaninapublic_new/home.jsp

La lettura del microchip per ottenere il codice può essere effettuata presso i servizi veterinari delle Asl e gli ambulatori veterinari privati muniti di apposito lettore.

Ma quello di registrare ed identificare il proprio cane non è l'unico dovere in capo al proprietario. Questi infatti ha il dovere di provvedere alle vaccinazioni, di assicurare un luogo confortevole per l'animale, di prevenire il rischio di danni nei confronti di altre persone o di cose, di denunciarne lo smarrimento ed eventualmente il suo rinvenimento e via discorrendo.

Ma soprattutto il proprietario ha il dovere di non abbandonare mai il proprio cane. Su questo punto la legge è molto chiara: "Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze" (art. 727 C.P.).

Ma allora una persona che non può più detenere il proprio cane (perché ad esempio è malato, versa in grave disagio economico, ecc.) come deve comportarsi? Le soluzioni possibili sono due:

  1. cederlo ad un amico o un parente (questo il modulo cessione cane);
  2. rinunciare alla proprietà in favore del canile comunale.

Modulo rinuncia proprietà cane: cosa riportare

In questo caso il proprietario non deve far altro che rilasciare un'apposita dichiarazione scritta al comune con cui rinuncia alla proprietà del cane e chiede contestualmente il suo ricovero presso il canile. Se il comune non dispone di un proprio canile, provvederà a girare la richiesta al comune più vicino che ne possiede uno.

Nel modulo, oltre ai dati del proprietario, occorre specificare la razza del cane, gli estremi di iscrizione anagrafe canina, il nome e tutte le altre caratteristiche del cane: età, sesso, taglia, colore del mantello, lunghezza del pelo, ecc.

Occorre inoltre specificare le motivazioni che hanno indotto alla rinuncia della proprietà: grave malattia, precarie condizioni economiche, trasferimento all'estero, ecc.

Il modulo una volta compilato e firmato va inoltrato ai competenti uffici del comune.

Allegare una fotocopia di un valido documento di identità personale ed eventualmente i documenti che possano fornire una prova delle condizioni di oggettiva difficoltà.

La rinuncia alla proprietà di un cane ha un costo, il cui importo varia da regione a regione. Sono inoltre a spese del proprietario le cure veterinarie che si dovessero rendere necessarie a seguito di problemi di salute riscontrati sul cane.

Tags:  animali domestici

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità