Disdetta donazione Medici Senza Frontiere: fac simile, recapiti

Formati
DOC   revocazione donazione MSF
PDF   revocazione donazione MSF
PDF   modifica donazione MSF con carta di credito regolare
PDF   modifica donazione MSF con domiciliazione bancaria o postale
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Un fac simile in formato editabile con cui un cittadino può comunicare la revoca donazione Medici Senza Frontiere (MSF), nel caso in cui egli abbia attivato una donazione regolare in favore della organizzazione medica attraverso la sottoscrizione di un modulo di domiciliazione bancaria/postale (SDD).

Perché donare a Medici Senza Frontiere

Medici Senza Frontiere è un'organizzazione internazionale non governativa, fondata il 22 dicembre 1971 a Parigi da medici e giornalisti e oggi attiva in 87 paesi con oltre 65.000 dipendenti tra medici locali, infermieri e esperti logistici, ingegneri ed altri professionisti.

L'obiettivo di MSF è quello di prestare soccorso sanitario ed assistenza umanitaria alle migliaia di persone coinvolte in conflitti, epidemie, catastrofi naturali o comunque presenti in zone del mondo dove il diritto alle cure mediche non è garantito. 

Si tratta di una organizzazione indipendente (le donazioni dei privati in Italia rappresentano il 100% dei fondi raccolti), neutrale (in occasioni dei conflitti non prende alcuna posizione) e imparziale (l'assistenza medica è offerta gratuitamente a chiunque ne abbia bisogno).

In favore di Medici Senza Frontiere il cittadino o l'azienda può decidere di effettuare

  • donazioni singole;
  • donazioni regolari con con domiciliazione bancaria/postale o carta di credito e frequenza mensile o annuale (Sostenitori Senza Frontiere).

Le donazioni effettuate in favore di MSF possono essere detratte/dedotte dalla dichiarazione dei redditi. Per effettuare una donazione basta compilare il form-web presente all'indirizzo www.medicisenzafrontiere.it/sostienici/fai-una-donazione/.

Revoca donazione Medici Senza Frontiere: perché farla

La donazione è un gesto nobile e importante, tuttavia può capitare che il donatore si trovi ad affrontare una situazione di disagio economico (perdita del posto di lavoro, malattia, ecc.) con conseguente difficoltà nel far fronte ai propri impegni come pagare il mutuo, l’affitto e le bollette. Così in un quadro di razionalizzazione del bilancio familiare, può accadere che egli decida per la revoca donazione Medici Senza Frontiere

E' chiaro che se la situazione di disagio fosse di natura temporanea o comunque non fosse così grave, il donatore potrebbe chiedere a MSF di ripartire la propria donazione in maniera diversa nel tempo, così da farla gravare meno sul bilancio familiare, o di ridurre l'importo della donazione. E' per questo motivo che in questa stessa scheda abbiamo reso disponibili due modelli predisposti da MSF con cui modificare i riferimenti della donazione.

Infine la disdetta Medici Senza Frontiere potrebbe anche dipendere dalla decisione della persona di indirizzare le proprie donazioni in favore di altre organizzazioni come Unicef, Save The Children, Croce Rossa, ecc.

Come comunicare la disdetta Medici Senza Frontiere

E' opportuno premettere che la revoca della donazione può avvenire in qualsiasi momento. Dunque nessuna scadenza e nessun preavviso.

Per revocare la propria donazione basta telefonare al numero di telefono 06.88806471, servizio attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. 

Chi preferisce comunicare la disdetta in forma scritta può prendere spunto dal fac simile presente in questa scheda. Queste le modalità con cui inviare la lettera:

  • posta ordinaria all'indirizzo Medici Senza Frontiere ONLUS Servizio Clienti Via Magenta 5 - 00185 Roma;
  • e-mail all'indirizzo serviziodonatori@msf.it;
  • fax al numero 06/88806020.

Tags:  atto di liberalità

Foto
Flickr
Documenti correlati
 
Utilità