Rimborso Wind: casi, modelli e procedura

rimborso wind, indennizzo wind

Ci sono casi in cui per un disservizio subito puoi pretendere non solo l'immediato ripristino della connettività, ma anche la corresponsione di un indennizzo. Altre volte puoi chiedere alla compagnia la restituzione di importi indebitamente versati o del credito residuo rimasto su una scheda disattivata. Per farla breve: in questo articolo ti illustreremo in modo semplice in quali casi e con quali modalità è possibile ottenere un rimborso Wind.

Rimborso Wind per disservizi: quando non spetta

Le Condizioni Generali di Contratto e la Carta dei Servizi stabiliscono con chiarezza che Wind si impegna ad assicurare la migliore funzionalità del sistema, ma non si assume la responsabilità per tutti i casi in cui il mancato funzionamento del servizio sia dovuto a cause non imputabili ad essa.

Ti facciamo alcuni esempi, così che tu possa capire meglio. Ad esempio non sono imputabili a Wind

  • guasti relativi a particolari condizioni atmosferiche o ostacoli (quali costruzioni, vegetazione e rilievi, ecc.);
  • inadempimenti, inefficienze o problemi tecnici imputabili ad altri operatori di telecomunicazioni;
  • interruzioni del servizio dovute ad attività e/o decisioni governative e/o della Pubblica Amministrazione, atti vandalici, sommosse, guerre, epidemie, scioperi, ecc.

In tutti i casi appena citati, qualora si verificasse la sospensione del servizio, Wind non risponderà per eventuali perdite, danni o lesioni, mancata copertura, disservizi e via discorrendo. Questo significa che sarebbe esclusa ogni forma di indennizzo.

Fatte salve queste particolari situazioni, Wind è da considerarsi sempre responsabile per eventuali disservizi subiti dal cliente, per questo è tenuta a risolverli entro tempi certi e brevi e a corrispondere un indennizzo automatico al cliente.

Rimborso Wind: quali eventi comportano l’indennizzo

Vediamo adesso in quali casi specifici Wind può disporre un rimborso a titolo di indennizzo nei tuoi confronti:

  • ritardi nell’attivazione del servizio base e nel trasloco dell’utenza;
  • indebita sospensione o cessazione amministrativa del servizio;
  • irregolare funzionamento del servizio;
  • mancato rispetto dei termini massimi di risposta ai reclami del cliente;
  • perdita della numerazione;
  • omesso o errato inserimento dei dati relativi all’utenza negli elenchi telefonici.

In presenza di un irregolare funzionamento del servizio va detto che Wind è tenuta a risolvere il problema entro il quarto giorno non festivo successivo a quello in cui è pervenuta la tua segnalazione, a meno che non si trovi di fronte a guasti di particolare complessità.

In presenza di interventi di manutenzione programmata, quale cliente Wind dovrai essere informato almeno 24 ore prima

In presenza di un reclamo, invece, Wind è tenuta a fornirti una risposta entro 45 giorni dalla data di ricevimento del reclamo stesso. Nelle ipotesi di particolare complessità dei reclami, Wind è tenuta ad informarti - sempre entro 45 gg. - dello stato di avanzamento dell’indagine e comunicarti i tempi necessari per la risposta.

Nel caso in cui Wind non osservi i suddetti termini, avrai diritto agli indennizzi la cui entità è indicata nel post dedicato al reclamo Wind Tre

Come chiedere il rimborso a Wind

Per ottenere il rimborso Wind o l'indennizzo automatico Wind occorre effettuare una semplice segnalazione al Servizio di Assistenza. A tal fine:

  • puoi chiamare i numeri 155 (Servizio clienti Wind) e 1928 (Servizio Clienti Wind/Tre Business);
  • compilando e inoltrando questo modulo reclamo Wind Tre tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo WIND TELECOMUNICAZIONI SPA - Ufficio Reclami Casella Postale 14155 - Ufficio Postale Milano 65 20152 Milano
  • inviando una comunicazione (puoi servirti dello stesso modulo) tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo Servizio_Clienti_Wind-Infostrada@155.it;
  • inoltrando la segnalazione telematicamente, tramite l’area clienti del sito www.wind.it e www.windtrebusiness.it.

Wind corrisponderà l’importo che ti deve a titolo di indennizzo

  • sul primo Conto Wind utile operando in compensazione, oppure
  • mediante assegno, oppure
  • tramite l’accredito di quote di traffico se hai una carta prepagata.

Chiaramente in tutti i casi hai il diritto a chiedere il risarcimento dell'eventuale maggior danno subito.

Richiesta rimborso fattura Wind

E' tuo diritto segnalare a Wind eventuali importi anomali in fattura e chiederne il rimborso. In questo caso potresti segnalare l'anomalia tramite questo modulo contestazione fattura Wind.

La lettera va spedita entro 45 giorni dalla data di ricezione della fattura al seguente indirizzo:

Wind Tre S.p.A.
Casella Postale 14155
Ufficio Postale Milano 65
20152 MILANO

Qualora la compagnia avesse attivato dei servizi che non hai espressamente richiesto, potresti chiedere il rimborso Wind tramite questo modulo di contestazione per servizi telefonici non richiesti

Rimborso credito telefonico Wind

Veniamo ora ad un’altra situazione che determina il rimborso Wind. Se hai già chiesto la disdetta Wind probabilmente saprai già che puoi ottenere il rimborso del denaro presente nella carta prepagata al momento della disattivazione.

A tal fine non dovrai far altro che compilare e firmare il modulo rimborso credito Wind, allegare la copia di un documento di identità e spedire il tutto tramite posta ordinaria (o raccomandata se preferisci) a:

Wind Tre S.p.A.
Casella Postale 14155
Ufficio Postale Milano 65
20152 MILANO

Rimborso Wind non riconosciuto: come puoi tutelarti

Alla segnalazione non è seguita alcuna risposta? La compagnia non vuole corrisponderti gli indennizzi a cui hai diritto?

In una situazione come questa sappi che prima di rivolgerti al tuo avvocato e citare in causa la compagnia telefonica, sei tenuto ad una risoluzione stragiudiziale della controversia.

In particolare hai due strumenti a disposizione:

  • puoi rivolgerti ad una Associazione dei Consumatori firmataria del protocollo e avviare la procedura di Conciliazione Paritetica Wind;
  • puoi appellarti al Co.Re.Com (Comitato Regionale per le Comunicazioni).

In entrambi i casi è fondamentale che tu abbia preventivamente formalizzato un reclamo Wind per iscritto e che non abbia ricevuto alcun riscontro oppure che la risposta ottenuta non sia stata ritenuta da te soddisfacente.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio