atto notorio, dichiarazione sostitutiva atto di notorietà

Moduli.it social

Le dichiarazioni sostitutive di atto notorio

Che cos'è

La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (semplicemente atto di notorietà o atto notorio) è il documento con cui si possono dichiarare numerose situazioni che ci riguardano o che riguardano altre persone, in tutti quei casi in cui non possiamo ricorrere all’autocertificazione e che non sono in possesso delle amministrazioni pubbliche.

Quando può essere utilizzata

Può essere utilizzata esclusivamente nei rapporti con:
- le Pubbliche Amministrazioni (comuni, province, regioni, camere di commercio, motorizzazione civile, prefetture, tribunali, inps, scuole e università, ecc.);
- i gestori di Servizi Pubblici (Poste, Enel, ACI, Aziende del Gas, ecc.);
- i privati che lo consentono.

Può essere usata per:
1) Attestare che la copia di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione è CONFORME ALL'ORIGINALE.
2) Dichiarare STATI (essere proprietario di un immobile, essere erede di una certa persona...), FATTI (avere subito danni a causa di una calamità naturale o aver condonato un certo abuso edilizio...), QUALITÀ PERSONALI (essere titolare d'impresa; non essere soggetto all'imposta sui redditi..) conosciuti direttamente dal cittadino e riferiti a se stesso o ad altri soggetti.

Quondo non può essere utilizzata

NON sono sostituibili con dichiarazione sostitutiva di atto notorio: i certificati medici, veterinari, di origine, di conformità CE, di marchi e brevetti.

NON possono essere riportate nella dichiarazione d'atto notorio informazioni su fatti che devono ancora accadere, assunzioni di impegni, rinunce, accettazioni di incarichi, intenzioni future e tutto ciò che riguarda i rapporti tra privati. In questi casi occorre rivolgersi ad un notaio.

Autenticazione della firma

Le dichiarazioni rivolte alle amministrazioni e ai gestori di servizi pubblici NON sono soggette all'autenticazione della firma. Basta firmarle davanti al dipendente addetto a riceverla o trasmetterle allegando copia NON AUTENTICATA di un documento di identità valido del dichiarante, via posta, fax o e-mail; in quest'ultimo caso è necessaria la firma digitale o pec.

Se la dichiarazione è da presentare alle pubbliche amministrazioni ai fini della riscossione di benefici economici (pensioni, contributi, ecc.) da parte di altre persone o ai privati che lo consentono, la firma deve essere autenticata da un notaio, dal cancelliere, dal segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o da altro dipendente incaricato dal Sindaco, con conseguente pagamento dell'imposta di bollo (€ 16,00).

I modelli da utilizzare

Su Moduli.it è possibile fare il download dei seguenti modelli:

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere presentata:
- di persona;
- per lettera o fax (allegando la fotocopia del documento d'identità della persona che l'ha firmata).

La dichiarazione di chi non sa o non può firmare è raccolta dal pubblico ufficiale previo accertamento dell'identità del dichiarante, così come la dichiarazione resa dal genitore o dal tutore nei confronti dei soggetti diversi dagli organi della Pubblica Amministrazione o gestori di pubblici servizi.

La dichiarazione nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo, per ragioni connesse allo stato di salute, è sostituita dalla dichiarazione, contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado, al pubblico ufficiale previo accertamento dell'identità del dichiarante. Questa possibilità non si applica in materia di dichiarazioni fiscali.

Responsabilità penali

Il cittadino assume la responsabilità di quanto dichiara e ne risponde penalmente in caso di dichiarazione falsa o mendace, come previsto dall'articolo 76 del DPR 445/2000. Se dal controllo effettuato dall’Amministrazione Pubblica emerge che il contenuto delle dichiarazione non è veritiero, il dichiarante decade dai benefici eventualmente ottenuti sulla base della dichiarazione falsa.

Pubblicato il 14/01/2012    20 Commenti
Tags: atto notorietà cos'è atto notorio autocertificazione dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà modello atto notorietà atto di notorietà atto notorio autocertificazione
Documenti correlati



28806 - Redazione
10/02/2014 09:39
Grazia, se deve semplicemente sostituire i sanitari oppure la vasca con il box doccia allora non può beneficiare della detrazione fiscale; al contrario può godere delle agevolazioni se deve effettuare lavori di manutenzione/ristrutturazione straordinaria come, per esempio, lo spostamento o l'abbattimento di muri interni, il rifacimento dell’impianto idraulico, ecc.

28797 - GRazia
09/02/2014 00:59
Salve, a questo punto mi sorge un ulteriore dubbio: il rifacimento di bagno e cucina è manutenzione ordinaria o straordinaria?

28643 - Redazione
30/01/2014 13:10
Grazia, premesso che gli interventi di "manutenzione ordinaria" non possono beneficiare delle detrazioni fiscali (legga in proposito questo articolo), per gli interventi che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi, è sufficiente appunto una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà nella quale è indicata la data di inizio lavori delle opere, la tipologia esatta e che gli stessi non necessitano di alcun titolo autorizzativo. La dichiarazione non deve essere validata o consegnata ad alcuno, ma solo conservata ed esibita a richiesta degli uffici.

28623 - GRazia
29/01/2014 18:52
Salve, da circa una decina di giorni sto facendo dei lavori in casa per i quali vorrei chiedere le detrazioni fiscali. Trattandosi di lavori di manutenzione ordinaria non ho fatto comunicazione all'asl. Per usufruire delle detrazioni leggo che devo fare la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, ma quando devo farla? è necessario farla mentre i lavori sono in corso o devo farla in prossimità della dichiarazione dei redditi? E a chi devo presentarla? Direttamente al momento della dichiarazione dei redditi o devo prima recarmi in comune? La firma va autenticata? Ringrazio in anticipo e mi scuso per la banalità delle mie domande

26477 - Redazione
25/09/2013 11:58
Laura, normalmente quando si richiede una nuova fornitura la domanda deve essere accompagnata da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui si attesta che l’immobile è stato costruito prima del 30/01/1977 e non ha subito modifiche. Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 si attesta il numero e la data della concessione edilizia (in alternativa si può presentare una copia della concessione edilizia).

26456 - laura
24/09/2013 17:19
salve, mi devono allacciare il gas e mi hanno chiesto la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.ma di cosa si tratta?grazie

24157 - Ilaria
30/05/2013 21:47
Buonasera! Avrei bisogno di un modello di "dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà da presentare a poste italiane s.p.a per la successione (come da Dds 36/2007)". Grazie!

20874 - Redazione
23/01/2013 15:17
Roberto, provi a dare un'occhiata a questo.

20863 - Roberto Bulgarelli
23/01/2013 12:49
Non riesco a trovare il seguente modulo: "dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante lo stato di famiglia storico del de cuius" (Artt, 38 e 47 DPR N° 445/2000). Neppure in Comune sono riuscito a trovare il suddetto modulo. Potreste mandarmi un link dove scaricarlo?

20636 - mirella
17/01/2013 15:26
salve, devo iniziare lavori di manutenzione ordinario in casa mia e l'Agenzia delle Entrate mi ha detto di fare atto notorio di dichiarazione inizio lavori, come prova che ho iniziato i lavori prima dei relativi bonifici....quale modulo devo usare? con o senza firma autenticata? grazie