Quando e come richiedere l'intervento della Consob

L’attività degli intermediari finanziari (società di intermediazione mobiliare, banche, Sicav, promotori finanziari, società di gestione del risparmio, ecc.) è soggetta ad un insieme molto articolato di regole e principi disciplinati dalla Consob, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Si tratta di un’autorità di controllo del mercato finanziario italiano la cui attività è volta ad assicurare che gli intermediari:
- si comportino con diligenza, correttezza e trasparenza, per servire al meglio l'interesse dei clienti e per l'integrità dei mercati;
- acquisiscano le informazioni necessarie dai clienti e operino in modo che essi siano sempre adeguatamente informati;
- utilizzino comunicazioni pubblicitarie e promozionali corrette, chiare e non fuorvianti;
- dispongano di risorse e procedure idonee ad assicurare l’efficiente svolgimento dei servizi;
- identifichino e gestiscano i conflitti di interesse in modo da evitare che incidano negativamente sugli interessi del cliente;
- svolgano una gestione indipendente, sana e prudente, adottando misure volte a salvaguardare i diritti dei clienti sui beni affidati.

Se ritenete che tali regole di condotta siano state in qualche modo violate dagli intermediari finanziari e che di conseguenza i vostri investimenti potrebbero essere a rischio, rivolgetevi all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), il nuovo organismo per la soluzione stragiudiziale delle controversie tra risparmiatori e intermediari.

E' stato istitutito dalla Consob ed è operativo dal Gennaio 2017. Consente ai risparmiatori di risolvere in tempi brevi un contenzioso con gli intermediari fino a un valore massimo di 500.000 euro.

E' vero, l'ACF non dispone di poteri interdittivi (sospensione e divieto dell’offerta, degli annunci pubblicitari e delle negoziazioni), così come la sua decisione in merito alla controversie non è in alcun modo vincolante per l'intermediario, tuttavia se questi non si adegua, l'ACF può rendere pubblico, sul sito e sui maggiori quotidiani, il fatto che l’intermediario non ottempera ai propri obblighi. L'impatto che ne deriverebbe sull'immagine e sulla reputazione dell'intermediario appare evidente.

Per sapere come presentare ricorso all'ACF, vi invitiamo alla lettura dell'articolo "Arbitro per le Controversie Finanziarie: scopri come fare ricorso".

Documenti correlati


53639 - maria u.
06/02/2020
Salve, vorrei fare un ricorso all 'Arbitro per le Controversie Finanziarie per denunciare la mancata trasparenza da parte della Banca Popolare di Bari (ad oggi commissariata, dopo il Crac provocato dai vertici), sui profili di rischio delle azioni bpb, da loro a me tramutate da obbligazioni ad azioni, avendo tutti i documenti che dimostrano tale raggiro. Quindi ho intenzione di fare richiesta di risarcimento di danno patrimoniale e morale, anche se ho fatto già inviare una lettera ai Commissari dal mio avvocato dal 17 dicembre e a tutt'oggi non hanno dato alcuna risposta. Richiedo un vostro aiuto e consiglio, per poter ritornare ad una vita serena, cosa resa molto angosciosa a causa di truffatori che ritenevo e a cui riponevo fiducia per 21 lunghi anni...grazie

53610 - Redazione
01/02/2020
Anita, ha provato con una surroga?

53598 - Anita
30/01/2020
Buongiorno io ho avuto un problema con il pagamento per delle rate del mutuo che non sono riuscita a pagare per il calo del lavoro. Adesso ho disponibilità di pagare il mio debito e ho proposto alla Banca di pagare 800 euro al mese fino a estinzione del debito residuo che risale più o meno a 60.0000 euro. Ho fatto diverse proposte di pagamento ma non ne vogliono sapere. Dicono che è poco, ma non posso andare a rubare per togliere i debiti. Già così vuol dire fare il massimo dei sacrifici per me e i miei figli. Devo togliermi la vita? Capisco che la banca non gli è né frega niente dei miei problemi in passato, ma credo che dare una possibilità è legittimo per tutti. Mi dispiace dover arrivare a perdere la casa dopo tanti sacrifici fatti da tutta la famiglia. Qualcuno mi può aiutare a risolvere questo problema e trovare un po' di serenità? Grazie mille. Saluti Anita

52010 - Redazione
27/04/2018
Daniele, avviare una causa non le gioverebbe in alcun modo. Purtroppo in caso di mancato o ritardato rimborso, si viene automaticamente iscritti nelle banche deti dei SIC e li i dati restano conservati per un certo periodo, che può andare da 6 a 36 mesi nel caso di finanziamenti non rimborsati (o con gravi morosità). Superato questo termine i dati vengono cancellati automaticamente. La sua banca non le ha concesso la carta di credito proprio perchè ha letto queste informazioni ed è nel suo diritto rifiutarsi di concedere prestiti o carte di credito. L'unica cosa che può fare è farsi certificare da AMEX di aver saldato i debiti pendenti, quindi indirizzare una lettera alla sua banca con cui chiede la cancellazione dei dati che la riguardano. Questo il fac simile da cui può prendere spunto.

51975 - Daniele
20/04/2018
Volevo sapere se rivolgendomi a voi si può denunciare ed eventualmente andare per via legale. Sono stato per 21 anni un cliente AMEX, nel 2014 la società mi ha bloccato la carta inserendo il mio nominativo nella lista nera.Nel giro di tre mesi, come concordato, ho saldato il debito in merito a spese mediche di urgenza e non avendo altri mezzi ho usato la carta. Ho 61 anni e non riesco a trovare più lavoro come dipendente, non solo in Italia ma anche all'estero, e il mio unico modo di sbarcare il lunario è con lavori a progetto anche all'estero ma per questo lo strumento C/C è indispensabile. In quanto presente sulla black list, la mia banca mi ha riferito che non poteva rilasciare la carta del circuito VISA/MASTERCARD. Gentilmente gradirei una risposta al riguardo prima di consultare un legale che probabilmente mi farà pagare la consulenza che in questo momento non riuscirei a pagare. Non chiedo nessun regalo ma una risposta sincera e a chi mi devo rivolgere per non sprecare danaro. Grazie

42492 - Redazione
11/11/2015
Mara, qui trova un fac simile di richiesta rimborso interessi usurari illegittimi su contratto di mutuo.

42471 - Mara Anselmi
11/11/2015
Vorrei sapere come fare un reclamo per aver indietro gli interessi per un mutuo con un tasso più alto del tasso soglia ai fini dell’usura.

42341 - Redazione
03/11/2015
Vincenzo, non crediamo sia necessario rivolgersi ad un legale; se dalla registrazione si evince chiaramente che l'offerta conteneva anche il pacchetto cinema, due sono le cose: o accettano la sua disdetta senza costi (unitamente al rimborso di quanto eventualmente addebitato) o le forniscono il servizio.

42314 - VINCENZO
02/11/2015
Salve, ho dei problemi con sky. Mi sono appena abbonato, dopo che nel 2013 ho fatto disdetta. Mi hanno contattato il 09/10/2015 dicendomi che voleva riaquisire il vecchio abbonato con una bella offerta, proponendomi il mio vecchio abbonamento a € 26,00 al mese con l'aggiunta del pacchetto cimena incluso nel prezzo per un anno. Da premettere che non mi è stato detto che il mio abbonamento veniva riattivato nella vecchia scheda e con il vecchio decoder anni 90. Dopo 4 settimane di attesa per il nuovo decoder e la nuova scheda, chiamo sky per sapere notizie, e mi viene detto che appunto dovevo ritrovare il vecchio decoder e la vecchia scheda. Con molta pazienza ho cercato e trovato tutto, accorgendomi che l'abbonamento era gia attivo da un mese. Ma la cosa più grave è che nel mio abbonamento non c'è il pacchetto cinema, ho chiamato subito e mi hanno confermato che nel pacchetto non è previsto. Ma nella registrazione per la conferma dell'abbonamento l'operatrice dice che mi regalavano il pacchetto cinema. Adesso ho chiesto l'ascolto della registrazione, e sto aspettando. Cosa devo fare, mi rivolgo a un legale?

33013 - Redazione
29/10/2014
Roberto, non conosciamo la società e dunque non vogliamo pronunciarci in merito. Se dispone di un indirizzo il consiglio è quello di inviare per raccomandata ar una lettera di diffida minacciando, in caso di mancato riscontro, un esposto alla polizia postale.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio