Richiesta informazioni su corrispettivo CMOR delle bollette luce e gas

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Modulo in PDF formato editabile per la richiesta di informazioni sul corrispettivo CMOR.

Cos'è il corrispettivo CMOR

Se un utente che risulta moroso nei confronti della compagnia energetica A per talune bollette non pagate, decide di passare alla compagnia B, nel momento in cui riceverà la prima bolletta si vedrà addebitato anche il cosiddetto CMOR, una sorta di indennizzo, stabilito da ARERA (ex AEEGSI), in favore del vecchio fornitore B.

Il corrispettivo CMOR è richiesto dal fornitore energetico B relativamente alle fatture insolute degli ultimi 4 mesi. Come detto è presente in bolletta nella sezione "altre voci comprese nella bolletta elettrica".

A cosa serve il corrispettivo CMOR

L'obiettivo è quello di evitare che un cliente moroso possa, passando ad un altro gestore, non onorare il proprio debito ed impedire alla vecchia compagnia, che non ha più l'arma della sospensione della fornitura, di recuperare il credito vantato.

Naturalmente di fronte ad un CMOR illegittimo, il cliente che sostiene ad esempio di aver regolarmente adempiuto al pagamento, può reclamare ed esigere addirittura l'intervento dell'Autorità.

In quali casi può essere richiesto il corrispettivo CMOR

Il precedente fornitore può richiedere il corrispettivo CMOR se:

  • il debito sia pari o superiore ai 10 euro;
  • risulta un effettivo mancato pagamento del saldo della fattura inviata prima della chiusura del contratto e del passaggio al nuovo fornitore;
  • non include importi relativi alla ricostruzione dei consumi in seguito ad accertato malfunzionamento del contatore.

Quando viene comunicato l'addebito del corrispettivo CMOR

Il corrispettivo CMOR non viene notificato alla prima bolletta che il cliente riceve dal nuovo fornitore, ma in un periodo di tempo compreso fra 6 mesi e 12 mesi dalla data del passaggio.

Come conoscere il valore dell'indennizzo CMOR

Il cliente che, avendo cambiato fornitore, si è visto attribuire sulla bolletta del nuovo fornitore il corrispettivo CMOR, può sapere se l'importo è dovuto o meno rivolgendo allo Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente istituito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e gestito in collaborazione con Acquirente Unico Spa.

In particolare il cliente domestico può conoscere

  • il valore del corrispettivo Cmor
  • il nome del fornitore richiedente il corrispettivo di morosità

compilando il modulo richiesta informazioni su CMOR disponibile in questa scheda e inviandolo online attraverso il portale www.portalesportello.it (occorre prima registrarsi).

Ci sono altri modi per inviare il modulo?

Si. In particolare il cliente non assistito da una Associazione dei Consumatori o da un professionista (avvocato, consulente ecc.), può inviare la richiesta anche via:

  • e-mail all'indirizzo info.sportello@acquirenteunico.it
  • fax al numero 800.185.025
  • posta all'indirizzo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente presso Acquirente Unico Spa via Guidubaldo del Monte 45 00197 Roma.

Per informazioni è disponibile il numero verde gratuito 800.166.654 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00 esclusi i festivi.

Cosa occorre allegare alla richiesta informazioni sul corrispettivo CMOR

Al modello debitamente compilato occorre allegare:

  • copia completa della bolletta riportante il CMOR
  • copia del documento di identità del cliente in corso di validità
  • eventuale delega se la richiesta non è presentata dal cliente intestatario della fornitura ma da un delegato.

Tempi di risposta dello Sportello

Lo Sportello trasmette al cliente finale le informazioni richieste entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta completa.

Tags:  reclamo elettricità reclamo gas

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità