Lettera sollecito pagamento assegno di mantenimento: fac simile DOC

Formati     © Moduli.it
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile con cui invitare e diffidare il proprio ex partner/coniuge al pagamento, entro e non oltre 15 giorni dal suo ricevimento, dell'assegno di mantenimento, così come stabilito con sentenza del Tribunale.

Assegno di mantenimento: cos'è

L'assegno di mantenimento è un contributo economico che viene corrisposto con la separazione al coniuge economicamente debole o agli eventuali figli minorenni o con disabilità, nonché ai figli maggiorenni ma non economicamente indipendenti.

L'importo dell'assegno di mantenimento è stabilito dal giudice o concordato tra le parti.

Nella determinazione dell'importo il Giudice può prendere in considerazione diversi fattori:

  • la situazione reddituale e patrimoniale dei partner
  • le esigenze particolari dei figli, ma anche
  • l'età dell'ex coniuge e la durata del matrimonio. Così nelle valutazioni del Giudice una donna di 50 anni sposata per 20 e che ha dedicato gran parte della sua vita ad educare ed istruire i figli e ad offrire un sostegno morale al proprio coniuge, assume un peso diverso rispetto ad una donna di 25 anni sposata da appena 2 anni.

L'importo dell'assegno può essere soggetto a revisioni nel momento in cui mutano ad esempio le condizioni economiche dei coniugi o le esigenze dei figli.

Chiaramente il coniuge economicamente più debole e come tale avente diritto all'assegno di mantenimento, non deve essere il soggetto a cui è addebitabile la separazione.

Va anche detto che l'erogazione dell'assegno si interrompe nel caso in cui il beneficiario risulti coinvolto in nuove nozze, oppure in una unione civile o convivenza.

Con il divorzio non si parla più di assegno di mantenimento bensì di assegno divorzile. La distinzione non è solo terminologica visto che quest'ultimo ha natura prettamente assistenziale, ossia risponde al solo scopo di assicurare al partner più debole il minimo indispensabile per vivere ed essere autosufficiente.

Lettera sollecito pagamento assegno di mantenimento: quando scriverla

Cosa fare se l'ex coniuge si rifiuta di pagare l'assegno o ne interrompe i versamenti dopo alcuni mesi?

Chiaramente in questi casi è sempre meglio ricercare una soluzione bonaria della controversia, ma se l'ex compagno continua a mostrarsi inadempiente, allora è opportuno non perdere altro tempo e notificargli una lettera di diffida e costituzione in mora. A tal fine si può prendere spunto dal fac simile denuncia per mancato versamento assegno di mantenimento disponibile in questa scheda.

Si tratta di una sorta di avvertimento che ha l'obbiettivo di invitare la controparte a riflettere sulla gravità dell'inadempimento e quindi spingerlo ad assolvere al proprio impegno, evitando in questo modo costi e lungaggini di un ricorso al Tribunale.

Se l'ex coniuge si ostina a non pagare, non resta che ricorrere alle vie legali. Il Giudice in simili circostanze può autorizzare il pignoramento del quinto dello stipendio, del conto corrente o di beni mobili o immobili (fac simile ricorso giudice di pace per assegno di mantenimento).

Tags:  separazione divorzio

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità