Dichiarazione Irap 2020: quando compilarla

Formati
PDF   Modello
PDF   Istruzioni
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Il Modello IRAP 2020, parte integrante della dichiarazione dei redditi, va utilizzato per dichiarare l’Imposta Regionale sulle Attività Produttive relativa al periodo di imposta 2019. I contribuenti per i quali il periodo d’imposta si è chiuso anteriormente al 31 dicembre 2019 non devono utilizzare il presente modello ma quello approvato l’anno precedente.

Quando si applica l'Irap

Presupposto per l'applicazione dell’imposta, il cui periodo coincide con quello valevole ai fini delle imposte sui redditi, è l’esercizio abituale, nel territorio delle regioni, di attività autonomamente organizzate dirette alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi.

L’attività esercitata dalle società e dagli enti, compresi gli organi e le amministrazioni dello Stato, costituisce in ogni caso presupposto d’imposta.

Chi non deve compilare il modello Irap

Il modello non va compilato:

  • dai contribuenti che hanno aderito al regime forfetario agevolato (articolo 1, commi da 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n.190) o al regime dei contribuenti minimi (articolo 27 DL 98/2011);
  • gli incaricati di vendita a domicilio soggetti alla ritenuta a titolo d’imposta
  • i produttori agricoli con volume d’affari annuo non superiore a 7.000 euro, esonerati dagli adempimenti Iva, a condizione che non abbiano rinunciato al regime di esonero e non svolgono altre attività rilevanti ai fini Irap.

Come si presenta il modello Irap

Il Modello IRAP 2020 va presentato esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle Entrate:

  • direttamente dal dichiarante;
  • tramite un intermediario abilitato (commercialista, revisore contabile, ragioniere, Caf, ecc.);
  • tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato);
  • tramite società appartenenti al gruppo, ai sensi dell’art. 3, comma 2-bis del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni.

E' opportuno sottolineare che immediatamente dopo l’invio si ottiene dalla piattaforma online un messaggio che conferma solo l’avvenuta ricezione del file da parte dell'Agenzia. Solo in seguito il contribuente riceverà un’altra comunicazione attestante l’esito dell’elaborazione effettuata sui dati pervenuti, che, in assenza di errori, confermerà l’avvenuta presentazione della dichiarazione.

Tags:  dichiarazione dei redditi fisco

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità