Rinuncia affidamento ceneri: fac simile WORD, PDF

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
DOC   fac simile (c)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Il modulo rinuncia affidamento ceneri, qui disponibile in alcuni esemplari, va compilato nel momento in cui il familiare del defunto sottoposto a cremazione decide di rinunciare all’affidamento dell’urna cineraria custodita fino a quel momento presso la propria abitazione.

Servizio di cremazione e affidamento dell'urna cineraria

Il servizio di cremazione è sempre più diffuso nel nostro paese. Molti lo preferiscono perché 

  • risolve in maniera definitiva il problema della collocazione dei resti del defunto, evitando in questo modo l'esumazione del cadavere dopo 10 anni o l'estumulazione dopo 20 anni;
  • è ritenuta la pratica più sicura dal punto di vista igienico-sanitario.

La cremazione della salma può rispondere ad una precisa disposizione (scritta) del defunto oppure ad una volontà manifestata dal coniuge o dal/i parente/i più prossimo/i. In quest'ultimo caso essi devono sottoscrivere una dichiarazione secondo la quale il defunto aveva espresso, in vita, la volontà di essere cremato dopo il decesso.

Tale dichiarazione dovrà essere resa e sottoscritta innanzi all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di decesso e/o di sepoltura competente al rilascio dell’autorizzazione alla cremazione.

Per il servizio di cremazione è previsto il pagamento di una tariffa massima di 515,69 euro + iva (se applicabile), ma ogni comune è libero di applicare delle riduzioni. A ciò si somma il costo del servizio offerto dall'agenzia di onoranze funebri.

Effettuata la cremazione le ceneri vengono raccolte all’interno dell’urna cineraria che viene chiusa e sigillata. A questo punto l'urna cineraria può essere

  • affidata ai congiunti per la sua conservazione nell'abitazione di residenza o in altro luogo specificato. L'affidamento può avvenire anche in favore di un altro soggetto avente titolo e previa autorizzazione dell'Ufficiale di Stato Civile del Comune. In questo caso l'affidatario o gli aventi causa sono tenuti a comunicare tutte le variazioni eventualmente intervenute in merito alla collocazione dell'urna ed eventualmente a consentire controlli da parte del personale preposto;
  • depositata nel cimitero (loculo ossario, loculo cinerario, tomba di famiglia). In questo caso occorre provvedere alla sottoscrizione di un  contratto di concessione la cui durata è normalmente di 25 anni.

In alternativa le ceneri possono essere disperse nei luoghi cari al defunto, secondo volontà testamentarie o volontà dei parenti più prossimi previa autorizzazione dell’Ufficio competente del Comune.

Rinuncia affidamento ceneri: in cosa consiste

I parenti o comunque coloro che hanno ottenuto l'affidamento dell'urna cineraria, possono in un secondo momento manifestare la rinuncia alla custodia. In questo caso la volontà va manifestata per iscritto.

Inoltre con la rinuncia affidamento ceneri occorre dichiarare anche la destinazione finale e definitiva delle ceneri: tumulazione o inumazione dell'urna negli appositi spazi e manufatti posti all'interno dei cimiteri, dispersione in natura, presso un’area attrezzata dell’Amministrazione Comunale o in aree private all’aperto.

Il modulo rinuncia affidamento ceneri va consegnato in Comune presso l'Ufficio Servizi Demografici - Stato Civile.

In caso di affidamento a più soggetti, la rinuncia di un soggetto non implica anche la rinuncia degli altri affidatari.

Tags:  decesso

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità