Modulo richiesta fido bancario

Formati     © Moduli.it
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Fac simile con cui è possibile richiedere alla propria banca la concessione di un'apertura di credito, ossia di un affidamento a breve termine per la gestione ordinaria.

Fido bancario: cos'è

Si tratta dell'apertura di una linea di credito in favore di un privato o di una impresa da parte di una banca o di una società finanziaria.

Uno strumento efficace in grado di venire incontro alle esigenze di quanti - per i motivi più vari (mancati incassi, spese inaspettate, ecc.) - hanno l'esigenza di disporre di una liquidità aggiuntiva, superiore cioè a quella disponibile in quel momento sul proprio conto corrente.

Senza considerare che la concessione di un fido consente di non affrontare le conseguenze tipiche di un conto corrente in rosso, così come di evitare a chi ha emesso un assegno scoperto di essere segnalato alla CAI.

La concessione di un fido bancario presenta anche i suoi rischi, visto che un mancato rientro da parte del correntista nei termini fissati dalla banca potrebbe far lievitare non poco i costi dell'operazione e nei casi più gravi determinare l'applicazione di penali.

In situazioni critiche la banca potrebbe anche decidere di revocare il fido, oppure di ridurlo o ancora sospenderlo.

Quando viene concesso

Chiaramente la concessione del fido avviene solo dopo una fase di raccolta e analisi delle informazioni riguardanti il cliente. Ciò servirà alla banca per stabilire l'importo della linea di credito, le relative condizioni (il costo varia in funzione della somma impiegata) e l'eventuale rilascio di garanzie.

Il cliente in tal caso può fornire delle garanzie reali (ipoteca su beni immobili), porre a garanzia un credito vantato presso terzi (ad es. una PA), rilasciare una fideiussione, ecc.

Richiesta fido bancario: come richiederlo

Per richiedere un affidamento di questo tipo occorre compilare un apposito modulo fornito dal proprio istituto. Noi qui ne forniamo uno a titolo esemplificativo.

Nel modello occorre tra le altre cose riportare:

  • una descrizione sintetica del motivo per cui si chiede l'apertura di credito;
  • le eventuali garanzie concesse;
  • la dichiarazione di regolarità nel pagamento dei contributi previdenziali;
  • il dettaglio affidamenti e finanziamenti in essere;
  • gli immobili di proprietà;
  • le operazione di leasing aperte.

Alla domanda occorre allegare:

  • documentazione reddituale;
  • copia del documento d’identità e codice fiscale del richiedente;
  • gli ultimi bilanci (nel caso in cui si tratti di un'impresa);
  • situazione economico patrimoniale aggiornata (anteriore max tre mesi);
  • visura camerale ordinaria antecedente di non oltre tre mesi la data della domanda.

Tags:  prestiti conto corrente banche

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità