Quando e come richiedere un rimborso Volotea

rimborso volotea, volotea ritardo voli

Più viaggi e più si alza la probabilità di subire dei piccoli inconvenienti: ritardi, perdite di coincidenze, scioperi, danneggiamento del bagaglio e chi più ne ha più ne metta. In simili situazioni è inutile farsi prendere dallo sconforto, meglio invece fare appello ai propri diritti di passeggero, stabiliti dal Regolamento del Parlamento e Consiglio Europeo sin dal 2004, e agire di conseguenza. Se stai leggendo questo articolo è perchè molto probabilmente hai ricevuto un disservizio da Volotea. Hai preso un volo che ha fatto ritardo e ora vuoi sapere se hai diritto o meno ad un rimborso Volotea; oppure uno sciopero improvviso del personale di volo non ti ha consentito di partecipare ad un importante appuntamento di lavoro: il rimborso Volotea ti spetta? Qualunque sia il motivo, siamo certi che ti sarà molto utile leggere questa guida, nella quale troverai una panoramica dei rimborsi e dei risarcimenti ottenibili nel caso in cui volessi cancellare la prenotazione di un volo o qualora subissi il ritardo, la cancellazione o il negato imbarco da parte di Volotea.

Prima di cominciare a parlare dei tuoi diritti, cerchiamo di scoprire qualcosa in più su Volotea. Si tratta di una compagnia low cost spagnola che ha basi in tutta Europa, una realtà che ha cominciato di recente a far parlare di sé grazie ad una flotta di tutto rispetto (32 aerei tra Airbus A319 e Boeing 717) e una rete di collegamenti alquanto invidiabile. Al momento si contano 81 destinazioni Volotea, tra cui: Ajaccio, Alghero, Alicante, Ancona, Asturie, Atene, Bari, Bastia, Beauvais, Biarritz, Bilbao, Bordeaux, Brest, Brindisi, Caen, Cagliari, Catania, Cefalonia, Corfù, Cork, Dubrovnik, Faro, Figari Sud Corse, Fuerteventura, Genova, Gran Canaria, Heraklion / Creta, Ibiza, Karpathos, Kos, Lamezia Terme, Lampedusa, Lanzarote, Lilla, Lussemburgo, Lyon, Madera, Madrid, Malaga, Malta, Marsiglia, Milano Bergamo, Minorca, Monaco, Montpellier, Mykonos, Nantes, Napoli, Nizza, Olbia, Palermo, Palma di Maiorca, Pantelleria, Pau Pyrenees, Perpignano, Pescara, Pisa, Pola, Praga, Preveza/Lefkada, Rennes, Rodi, Samos, Santander, Santorini, Saragozza, Siviglia, Skiathos, Spalato, Strasburgo, Tenerife Sud, Tirana, Tolone, Tolosa, Torino, Trieste, Valencia, Venezia, Verona, Vienna, Zante.

Naturalmente anche Volotea, al pari di qualsiasi altra compagnia operante nel settore, deve sottostare alle disposizioni del Regolamento (CE) 261/2004.

Volotea rimborso volo

Volotea effettua il rimborso del biglietto solo in caso di cancellazione del volo da parte della compagnia. Se non hai potuto utilizzare il titolo di viaggio acquistato (sei arrivato in ritardo in aeroporto, sei stato colpito dall'influenza, un improrogabile impegno di lavoro non ti ha consentito di partire), Volotea non risarcisce la tariffa applicata al volo né eventuali servizi aggiuntivi acquistati a parte. Stando alla normativa in vigore, invece, ha l’obbligo di procedere al rimborso dell’importo che hai pagato per le Tasse Aeroportuali e per le Tasse di Sicurezza. Puoi ottenere questo rimborso rivolgendoti alla compagnia, che detrarrà dall’importo del rimborso 5 euro a tratta e a passeggero, per le spese di gestione.

Volotea fa un’eccezione per chi acquista il Piano Flex al momento della prenotazione e al verificarsi di eventi straordinari, che al punto 4.5 delle Condizioni di Trasporto vengono denominate “causa di forza maggiore”. Tra questi eventi ci sono gli interventi chirurgici e il decesso. Nello specifico è possibile:

  • cambiare la data del volo nel caso in cui un parente diretto, primo o secondo consanguineo, necessiti di un intervento chirurgico improrogabile;
  • chiedere il rimborso del biglietto nel caso in cui il titolare della prenotazione sia passato a miglior vita. Qualora la persona defunta sia un familiare diretto del soggetto che effettua la prenotazione, sarebbe possibile richiedere un cambio di data senza costi aggiuntivi. 

Al verificarsi di queste circostanze è possibile intervenire sul nome del passeggero, sulla data, l'ora e la destinazione del volo. Modificando queste variabili avrai modo di utilizzare la prenotazione per il tuo prossimo viaggio senza perdere il costo del biglietto. Attenzione però: il nuovo volo deve essere prenotato entro 6 mesi; nel caso in cui costi di più rispetto a quello originale, dovresti versare la differenza di tasca tua.

In ogni caso, se vorrai optare per la modifica del volo, potrai farlo solo prima della partenza, contattando il servizio clienti tramite il sito ufficiale www.volotea.com > contatti > email.

Se hai acquistato il Piano Flex puoi cancellare il tuo volo fino a 4 ore prima della partenza. L’importo che hai pagato ti verrà rimborsato sotto forma di Credito Volotea, in questo modo potrai utilizzarlo per prenotare un nuovo volo. Sono esclusi dal rimborso Volotea Flex gli importi relativi all’acquisto del Piano Flex e alla commissione applicata per il pagamento con carta di credito.

Per dimostrare l’intervento o il decesso del passeggero o del familiare è possibile inoltrare a Volotea dei certificati (medici o di morte) entro 10 giorni lavorativi dalla data della prenotazione.

Rimborso Volotea per ritardo volo

Se il volo che hai prenotato accumula in partenza un ritardo consistente, la prima cosa che puoi fare è rivolgerti al personale di terra Volotea presente in aeroporto, per ricevere informazioni sulla situazione che è venuta a determinarsi: qual è la causa del ritardo, se è possibile risolverlo in breve tempo e così via. In alternativa puoi consultare l’apposita applicazione disponibile sul sito web www.volotea.com/it/stato-del-volo.

In ogni caso se sei in attesa alla stazione di partenza da  

  • 2 ore o più nel caso di tratte inferiori a 1500 km, oppure
  • 3 ore o più nel caso di tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e di tratte comprese tra 1500 e 3500 km oppure
  • 4 ore o più nel caso di tratte più lunghe di 3.500 km al di fuori dell'Unione europea.

sappi che Volotea è tenuta innanzitutto ad assicurarti pasti e bevande e perfino la sistemazione in albergo, ciò nel caso in cui la partenza venga programmata per il giorno successivo. Il personale Volotea può procedere alla prenotazione dei servizi solo se presenterai il titolo di viaggio, dunque il biglietto aereo. Se il personale è irreperibile o la compagnia non è in grado di fornirti in quel momento l'assistenza necessaria, puoi anticipare le spese e chiedere successivamente il rimborso presentandoti al desk di Volotea con le ricevute e gli scontrini: il personale di terrà prenderà nota della richiesta, raccoglierà la documentazione e successivamente disporrà il rimborso delle somme. Oltre ai pasti e al pernottamento, per legge hai il diritto di effettuare 2 chiamate telefoniche, inviare 2 messaggi tramite fax oppure inviare 2 email. Si tratta, tuttavia, di servizi che oggigiorno con la diffusione di smartphone, tabel e wi-fi hanno perso completamente la loro utilità.

Se il ritardo si prolungasse oltremisura, superando le 5 ore, potresti scegliere se attendere oppure rinunciare al volo, disponendo la cancellazione della prenotazione. Nello specifico puoi scegliere una tra queste opzioni:

  • rinunciare al volo e ottenere il voucher, valido per 1 anno per il prossimo volo con Volotea;
  • ottenere il rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto (per le parti non utilizzate o per quelle già utilizzate se il volo non serve più allo scopo, oltre ad un biglietto di ritorno al tuo primo punto di partenza);
  • imbarcarti su un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile;
  • imbarcarti su un volo alternativo verso la destinazione finale in data successiva di tuo gradimento, a seconda della disponibilità dei posti.

Se accumuli diverse ore di ritardo in partenza, difficilmente arriverai in orario. Per questo la legge ti riserva delle tutele. In pratica se atterri all'aeroporto di destinazione del tuo viaggio con un ritardo di oltre 3 ore, hai il diritto di ricevere un risarcimento Volotea. L’importo del risarcimento varia in funzione della lunghezza della tratta aerea e, nello specifico, si attesta a:

  • 250,00 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 km;
  • 400,00 euro per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 600,00 euro per le tratte aeree oltre i 3.500 km.

L’importo del risarcimento Volotea per ritardo potrebbe essere dimezzato, ma solo nel caso in cui la compagnia ti proponesse di imbarcarti su un volo alternativo che ti permette di raggiungere la destinazione finale con un ritardo:

  • di 2 ore per tutte le tratte aeree pari o inferiori a 1500 km;
  • di 3 ore per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte aeree comprese fra 1500 e 3500 km;
  • di 4 ore per tutte le tratte aeree superiori a 3500 km.

Il risarcimento Volotea non ti spetta, invece, se la compagnia aerea riesce a provare che il ritardo del volo è stata causata da circostanze imprevedibili ed eccezionali, riguardanti ad esempio condizioni meteorologiche avverse, scioperi improvvisi, attentati terroristici, instabilità politica, ragioni di sicurezza e così via. Nello specifico, Volotea deve riuscire a dimostrare che l’evento non era in alcun modo prevedibile e che dal canto suo aveva messo in atto tutte le misure possibili per evitare il ritardo del volo.

Un'ultima importante annotazione: gli indennizzi vengono disposti solo per i ritardi dei voli che partono da un aeroporto situato in un paese europeo, oppure sui ritardi dei voli che partono da aeroporti situati in territori non europei, ma sono diretti in Europa. Se prendi il volo di una compagnia non europea che decolla da paesi extraeuropei non potrai avanzare alcuna pretesa. Se perdi una coincidenza in un aeroporto europeo oppure in un paese extraeuropeo ma con un volo proveniente da UE puoi ottenere il risarcimento solo nel caso in cui arrivassi a destinazione con un ritardo di oltre 3 ore. Se la compagnia è europea o meno, poco importa. Qualora, invece, partissi da un paese extraeuropeo ma la tua destinazione fosse in Europa, potresti ottenere eventuali risarcimenti solo nel caso in cui la compagnia aerea fosse europea.

Procedura rimborso Volotea

Veniamo al dunque: come puoi esercitare in concreto i tuoi diritti? Come detto puoi chiedere assistenza direttamente in aeroporto, rivolgendoti al personale di terra. In alternativa puoi intraprendere la procedura di rimborso Volotea online, direttamente sul sito www.volotea.com. Tutto quello che devi fare è entrare nella sezione “Reclami” e compilare il modulo online con i tuoi dati e le informazioni relative alla prenotazione. Dovrai altresì scegliere l’argomento della comunicazione: in questo caso occorre selezionare la voce “Ritardo”.

Dopo aver concluso la redazione del modulo potrai inoltrarlo al sistema informatico ed attendere la risposta. Il Servizio Clienti Volotea si occuperà di gestire al meglio la richiesta e ti risponderà entro 4 o al massimo 6 settimane, informandoti circa la possibilità di ottenere un indennizzo. Per saperne di più sull’argomento ti consigliamo di leggere: “Volo in ritardo? Ecco come farsi risarcire”.

Rimborso volo cancellato Volotea

Nelle Condizioni di Trasporto Volotea, la compagnia dichiara che in caso di volo cancellato puoi far valere i tuoi diritti, conformemente al Regolamento (CE) 261/2004. Tale regolamento si applica ai passeggeri che partono da un aeroporto europeo oppure da un aeroporto extraeuropeo ma sono diretti in territorio UE. Oltre alla richiesta di rimborso biglietto Volotea, che puoi attivare seguendo le indicazioni illustrate nel paragrafo precedente, puoi altresì chiedere un indennizzo.

Il risarcimento ottenibile in caso di volo cancellato è lo stesso che puoi richiedere alla compagnia se il volo che hai prenotato accumula un ritardo importante oppure se ti viene negato l’imbarco. L’importo del risarcimento varia in base alla tratta del volo che hai prenotato. Nello specifico, per i voli con tratte intracomunitarie, è possibile ottenere un l'indennizzo di:

  • 250 euro se la distanza è inferiore o pari a 1500 Km;
  • 400 euro se la distanza è superiore a 1500 Km.

Se, invece, il volo che hai prenotato prevede una tratta extracomunitaria, potresti ricevere un indennizzo di:

  • 250 euro se la distanza è inferiore o pari a 1500 Km;
  • 400 euro se la distanza è compresa tra 1500 e 3500 Km;
  • 600 euro se la distanza è superiore a 3500 Km.

L'indennizzo Volotea per cancellazione non è dovuto nei seguenti casi:

  • se sei stato informato della cancellazione almeno 2 settimane prima, tramite telefono, email o SMS;
  • se sei stato informato della cancellazione nel periodo compreso tra 2 settimane e 7 giorni prima della data riportata sul biglietto e ti è stato offerto un volo alternativo con anticipo sulla partenza inferiore a 2 ore rispetto all’orario originario e con un ritardo all’arrivo non superiore a 4 ore rispetto a quanto previsto per il volo cancellato;
  • se sei stato informato della cancellazione meno di 7 giorni prima della partenza e ti è stato offerto un volo alternativo con un anticipo in partenza inferiore ad 1 ora e con un ritardo all’arrivo non superiore alle 2 ore rispetto a quanto previsto per il volo cancellato;
  • se la compagnia aerea riesce a provare che la cancellazione del volo sia stata causata da circostanze imprevedibili ed eccezionali.

Come ottenere l'indennizzo Volotea per cancellazione volo

Anche in questo caso puoi attivare la procedura direttamente in aeroporto, rivolgendoti al personale di terra Volotea. In alternativa potresti intraprendere la procedura tramite email, collegandoti al sito www.volotea.com poi entrare nella sezione “Reclami” e compilare il modulo online con i tuoi dati personali e quelli relativi alla prenotazione. Dovrai chiaramente selezionare il motivo del reclamo e in questo caso potrai cliccare sulla voce “Cancellazione”. Dopo aver concluso la redazione del modulo potrai inoltrarlo al sistema informatico ed attendere la risposta, che potrà pervenire entro il termine massimo di 6 settimane dalla data in cui hai inoltrato la richiesta. Il Servizio Clienti Volotea ti informerà circa la possibilità di ottenere l’indennizzo che ti spetta. 

Volotea overbooking rimborso

Diverse compagnie aeree accettano più prenotazioni rispetto agli effettivi posti a sedere disponibili in aereo. Questa pratica viene solitamente adottata perché molti passeggeri per un motivo o per l'altro perdono il volo, decidono di rinunciarvi o semplicemente di spostarlo ad una data successiva. In virtù di questo le compagnie si cautelano accettando un maggior numero di prenotazioni; in questo modo sono pressochè sicure di partire a pieno carico. Ma cosa accade se non ci sono defezioni? In questo caso si determina quella situazione che prende appunto il nome di "overbooking".

La compagnia, perciò, potrebbe chiedere ad alcuni dei propri clienti di rinunciare al volo e ricevere una compensazione immediata oltre al rimborso biglietto Volotea. Se nessuno si fa avanti, Volotea può negare l’imbarco ad alcuni passeggeri. Qualora ti fosse stato negato l’imbarco sul volo che avevi prenotato, sappi che puoi comunque chiedere al vettore aereo di corrisponderti la compensazione che ti spetta.

In questo caso ti spetta un indennizzo Volotea il cui importo dipende dalla lunghezza della tratta aerea e precisamente:

  • 250,00 EUR per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
  • 400,00 EUR per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
  • 600,00 EUR per le tratte aeree che non rientrano nelle categorie precedenti.

Come nel caso di cancellazione volo Volotea, il risarcimento viene dimezzato nel caso in cui scegli di imbarcarti su un volo alternativo che arriva a destinazione non oltre:

  • 2 ore rispetto all’orario della prenotazione originaria (per le tratte pari o inferiori a 1.500 Km)
  • 3 ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1.500 Km e per tutte le altre tratte comprese tra 1.500 e 3.500 Km;
  • 4 ore per le tratte aree che non rientrano nelle due tipologie precedenti.

Come anticipato in precedenza, avrai anche il diritto al rimborso biglietto Volotea entro 7 giorni oppure un volo di ritorno gratuito verso il punto di partenza iniziale, non appena possibile. In alternativa potrai comunque imbarcarti su un volo alternativo verso la destinazione finale, in condizioni di trasporto comparabili, non appena possibile oppure in data successiva.

In caso di Volotea overbooking la procedura da attivare per richiedere quanto spettante è la stessa. Se non vai di fretta puoi rivolgerti al personale di terra Volotea presente all'interno dell'aeroporto; in caso contrario ti basta collegarti al sito ufficiale Volotea e accedere alla solita sezione “Reclami”. Comparirà una schermata con un form, che dovrai compilare proprio come se fosse un modulo reclamo Volotea: c’è da inserire il tuo indirizzo email, il numero di conferma e il motivo del reclamo. In questo caso dovrai cliccare sulla voce “Overbooking”, dunque proseguire fino al termine della procedura telematica. Poi non ti resta che attendere una risposta, che potrà pervenire all’indirizzo email indicato entro 6 settimane dalla data d invio del reclamo.

Volotea rimborso bagaglio

Nel caso di smarrimento, restituzione in ritardo o di danni al bagaglio, si applicano le regole in materia previste dalle norme internazionali e nazionali vigenti. Da premettere che Volotea è responsabile, nel caso di distruzione, smarrimento, ritardo o danni del bagaglio fino a un massimo di 1.131 DSP - Diritti Speciali di Prelievo, che equivalgono a circa 1.370 euro. I DSP non sono una valuta vera e propria e il suo valore viene definito sulla base di un paniere di valute, la cui composizione è rivista periodicamente da un Comitato esecutivo.

Chiaramente se al suo interno fossero presenti oggetti e documenti preziosi, sarebbe per te opportuno effettuare una dichiarazione speciale del valore del tuo bagaglio, così da richiedere al vettore aereo un limite di responsabilità superiore. Se per il bagaglio imbarcato Volotea è comunque responsabile, nel caso del bagaglio a mano, il vettore è responsabile solo dei danni causati per una sua colpa o negligenza.

Se il tuo bagaglio regolarmente registrato è stato danneggiato, consegnato in ritardo, smarrito o distrutto, devi segnalarlo per iscritto a Volotea nel più breve tempo possibile e comunque entro 7 giorni in caso di danni ed entro 21 giorni in caso di smarrimento, a decorrere dal momento in cui il bagaglio è stato messo a tua disposizione. Solo così potrai ottenere un risarcimento.

Prima ancora di inoltrare questa richiesta è fondamentale recarsi presso l'ufficio Lost and Found dell'aeroporto di arrivo che ti fornirà il Rapporto di Irregolarità del Bagaglio (P.I.R.).

La richiesta di risarcimento nei confronti di Volotea si fa attraverso il solito form posizionato su questa pagina: www.volotea.com/it/reclamo. Questa volta dal menù a tendina non devi far altri che selezionare Volotea bagaglio smarrito oppure Volotea bagaglio danneggiato. Cerca di avere sottomano numero del rapporto creato in aeroporto (P.I.R.), etichetta di registrazione del bagaglio (Bag tag), carta d'imbarco (se non hai fatto il check-in online) e copia del tuo documento di identità.

Rimborso Volotea: come segnalare eventuali inadempienze

Abbiamo detto che dopo aver inoltrato una richiesta di rimborso Volotea per ritardo, negato imbarco oppure per smarrimento del bagaglio, occorre attendere dalle 4 alle 6 settimane al massimo prima di avere una risposta.

Nel caso in cui non ricevessi risposta alcuna da parte di Volotea oppure la compagnia si rifiutasse di risarcirti, violando le disposizioni del Regolamento, potresti far presente la situazione all’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, inviando un reclamo Enac. Questa particolare tipologia di segnalazione ha l’obiettivo di evidenziare delle irregolarità rispetto a quanto prescritto dal Regolamento europe e consentire all’Ente di sanzionare, ove fosse accertata una effettiva violazione dei diritti del passeggero, la compagnia di trasporti. Non è possibile inviare un reclamo all’Enac nel caso in cui non siano trascorse almeno 6 settimane dall’inoltro del reclamo a Volotea, ma soprattutto non è possibile tentare di coinvolgere l’Enac per tentare la risoluzione extragiudiziale della tua controversia con il vettore aereo.

Prima di concludere un'ultima annotazione. Le procedure descritte possono essere attivate da te nel caso in cui la stessa prenotazione sia stata effettuata in totale autonomia attraverso, ad esempio, il tuo personal computer. Qualora, invece, avessi prenotato il volo tramite un’agenzia di viaggi, dovrebbe essere l’agente in prima persona ad intraprendere la procedura di rimborso Volotea nonché quella per l’ottenimento dell'indennizzo Volotea. Il perché è presto detto: le compagnie aeree dispongono eventuali rimborsi e indennizzi solo nei confronti dei soggetti o delle agenzie che si sono occupati in prima persona della prenotazione. Eventuali pretese effettuate da persone terze non possono essere prese in considerazione.

Infine, inseriamo l’elenco dei recapiti telefonici relativi al Servizio clienti Volotea. Puoi contattarli dall’Italia e dall’estero per ricevere assistenza a 360 gradi e limitare il disagio durante situazioni critiche e imprevisti di ogni sorta.

  • Se chiami dall’Italia: 199 206 305
  • Se chiami dalla Spagna: 902 737 717
  • Se chiami dalla Francia: 0821 230 269
  • Chiamate internazionali: +34 93 12 20 717
Documenti correlati