Queste le migliori app autovelox

app autovelox, app per rilevare autovelox

Se ti piace guidare e preferisci i viaggi in auto a quelli su altri mezzi di trasporto come bus e treno, sicuramente sai già che non si può semplicemente accendere la vettura e partire. Almeno, non se devi effettuare un tragitto di media - lunga durata. In questi casi occorre prevenire eventuali problemi che potrebbero insorgere durante il viaggio, effettuando un controllo sulla vettura (gomme, freni, olio, benzina, ecc.), sull’equipaggiamento (acqua, auricolari, occhiali da sole, ecc.), sui documenti da tenere in auto e sul tragitto da percorrere (traffico, lavori in corso, incidenti, ecc.). Con l'avvento degli smartphone, inoltre, mai dimenticare di installare sul tuo dispositivo le app per viaggiare, ideali per pianificare percorsi ed escursioni, ricercare un alloggio o un ristorante nei paraggi, verificare in tempo reale le condizioni meteo o tradurre parole e frasi nella lingua del paese in cui ti trovi. A proposito di app, con questo articolo abbiamo pensato di focalizzare la nostra attenzione sulle app autovelox.

Come sai la Polizia Stradale rende note sul proprio sito ufficiale (www.poliziadistato.it) le tratte sulle autostrade e sulle strade statali dove sono operativi gli autovelox. La mappa degli autovelox è aggiornata settimanalmente, tuttavia se ti è scomodo scaricare e/stampare il file in pdf che la Polizia mette a disposizione degli automobilisti, ti consigliamo di installare sul tuo smartphone un’app autovelox. Facendo una breve ricerca sul tuo App Store noterai che ce ne sono tantissime. Come orientarsi e scegliere la migliore? Qui entriamo in gioco noi, che in una sezione dedicata inseriremo la nostra TOP 5 illustrandoti nei particolari nomi e funzioni delle app per sapere dove sono gli autovelox.

App autovelox: come funziona

Te lo assicuriamo, scaricare un applicazione per rilevare autovelox è davvero un’ottima idea. Se hai uno smartphone sai bene cosa sono le applicazioni: in pratica sono degli applicativi ideati e realizzati per svolgere una determinata funzione. Sul mercato ce ne sono milioni e sono tutte diverse l’una dall’altra, anche se possono svolgere le medesime operazioni. Ci sono le app per la messaggistica istantanea, le app per confrontare i prezzi, le app per cercare lavoro, le app per viaggiare e chiaramente anche le app dedicate a chi, viaggiando in automobile, ha l'esigenza di evitare possibili contravvenzioni.

Le app autovelox sono tante, tuttavia il funzionamento è molto similare. In pratica, dopo averla scaricata dall'App Store del tuo smartphone o del tuo tablet potrai aprirla ed effettuare la registrazione. L’app comincerà subito a funzionare, segnalandoti gli autovelox presenti sulle strade della zona in cui ti trovi. Chiaramente per avere risultati aggiornati ed attendibili dovrai avere una connessione sempre attiva e sperare che rimanga tale per tutto il tragitto. Alcune applicazioni potrebbero influire pesantemente sul consumo di batteria, perciò tra l’equipaggiamento di cui abbiamo fatto cenno nel paragrafo introduttivo includi anche un cavetto per collegare lo smartphone alla tua auto.

Perché può esserti utile avere sul cellulare un’app autovelox? È molto semplice: individuandoli sullo schermo con adeguato anticipo potrai moderare l’andatura ed evitare di prendere una bella multa per eccesso di velocità. A tal proposito, ti invitiamo a fare attenzione e valutare attentamente quali sono i dispositivi segnalati dall’applicazione. Alcune, infatti, si limitano a segnalare gli autovelox fissi, altre includono autovelox fissi e mobili, su strade e autostrade, in Italia e all’estero, e perfino i tutor.

App autovelox: alcuni strumenti fanno eccezione

Chiaramente, installare uno strumento che ti avvisa dell’eventuale presenza dei rilevatori di velocità non significa poter pigiare il piede sull’acceleratore senza essere beccati dalla Polizia ed alzarlo solo nel momento in cui l'app autovelox ci manda un segnale. Gli agenti, infatti, adottano in alcuni casi strumenti ben diversi dai classici autovelox, che possono essere installati a bordo delle volanti e funzionano benissimo anche in movimento. Uno di questi è lo Scout speed, un autovelox praticamente invisibile per il quale non è previsto neppure l'obbligo di segnalazione preventiva. Un sistema che di fatto rende inutili le app autovelox e i dispositivi come navigatori satellitari.

Lo stesso discorso non vale per il cosiddettoTrucam, un dispositivo telelaser di tipo portatile, utilizzato dagli agenti posti sui cavalcavia o ai lati della corsia e in grado di rilevare non solo la velocità, ma anche se si guida con cellelulare o senza cinture allacciate. Il Trucam al pari di un normale autovelox, soggiace all'obbligo della preventiva segnalazione.

Segnaletica stradale autovelox

Ricorda sempre che i limiti di velocità sono stati imposti dal Codice della Strada in relazione alle diverse tipologie di strade (autostrade, strade extraurbane principali e secondarie, strade urbane) e devono quindi essere rispettati per garantire la massima sicurezza e una più equilibrata viabilità. Viaggiare entro i limiti consentiti dalla legge significa preservare la propria incolumità, quella dei passeggeri e quella degli altri automobilisti; in più nella maggior parte dei casi ti permette di guidare sereno, senza timore di prendere una multa.

Abbiamo scritto “nella maggior parte dei casi” e non “sempre”. C’è un perché, ovviamente. Si tratta di una questione alquanto spinosa, che riguarda la segnaletica stradale. Molti automobilisti, infatti, lamentano di non ricevere adeguate informazioni circa la velocità massima consentita lungo determinati tratti di strada. Non sapendo quali siano i limiti si rischia, infatti, di infrangerli, il che di per sé basta per essere rilevati dalla polizia, ricevere multe salatissime e vedersi decurtare i punti dalla patente.

Come ovviare il problema? Anche in questo caso possono esserti utili le applicazioni di cui accennavamo qualche riga fa. Le migliori app autovelox, oltre a segnalarti la presenza dei rilevatori, includono anche delle informazioni riguardanti i limiti di velocità. Cercheremo di essere più chiari facendoti un esempio: sei su una strada statale che collega due centri urbani, ma non sai se la velocità massima consentita sul tratto sia 50 km/h oppure 70 km/h. Per esserne certo, accosta dove ti è possibile e attiva l’app autovelox: in pochi secondi potrai constatare la presenza di eventuali rilevatori posti su quel tratto di strada e conoscere anche il limite di velocità con riferimento a quel tratto. Chiaramente questa informazione non è disponibile su tutti i tratti stradali, né tantomeno su tutte le applicazioni. Dovrai, quindi, essere avveduto e scaricare un’app di qualità, che offre agli utenti questo ulteriore servizio.

App autovelox gratis

Basta girarci intorno, veniamo al sodo e scopriamo quali sono le 5 migliori app per autovelox presenti sul mercato. Per assegnare una posizione a ciascuna di queste applicazioni le abbiamo analizzate con attenzione, ma abbiamo altresì tenuto in considerazione i feedback degli utenti, che come sai sono presenti sulla scheda prodotto di qualsiasi APP Store.

1. WAZE - Si tratta dell’applicazione per individuare autovelox più completa ed efficiente. Le sue funzioni non si limitano alla segnalazione dei rilevatori di velocità, anzi. A rendere unica quest’app sono i suoi utenti, che grazie ad una community davvero nutrita, offrono informazioni e segnalazioni di tutti i generi: dalla presenza di gommisti e dei distributori di benzina, diesel gpl e metano, fino ai rallentamenti causa traffico o incidenti, senza dimenticare le telecamere poste ai semafori e chiaramente gli autovelox. Puoi scaricare Waze gratuitamente, l’app è disponibile per Android, per iOS e per Windows Phone. Vediamo ora come utilizzarla per individuare gli autovelox: per prima cosa devi aprirla ed effettuare la registrazione dell’account, collegandolo al tuo profilo Facebook o al tuo numero di telefono. Si aprirà subito la schermata di navigazione, a questo punto dovrai cliccare sull’icona della lente d’ingrandimento in basso a sinistra e poi su quella a forma di ingranaggio, che trovi invece in alto a sinistra. Scorri il menù fino ad arrivare alla voce Tachimetro, cliccaci sopra e attiva la funzione. In questo modo potrai conoscere i limiti di velocità e avere la possibilità di attivare gli avvisi vocali, molto utili in quanto ti ricordano che stai viaggiando alla velocità massima consentita o che l’hai superata del 5 o del 10%, dunque rischi di incorrere in una sanzione amministrativa. Prima di concludere, ti ricordiamo che Waze è anche un ottimo navigatore: un’unica risorsa per molteplici funzioni, tutte perfettamente funzionanti.

2. AUTOVELOX FISSI E MOBILI – È un’altra risorsa validissima per viaggiare sicuri rispettando i limiti di velocità. Puoi scaricarla gratuitamente ed utilizzarla su un qualsiasi dispositivo Android o iOS. Il funzionamento di questa applicazione è talmente intuitivo che non servirebbe nemmeno descriverlo, tuttavia ti aiuteremo ad ottimizzare i tempi, illustrandoti come attivare gli avvisi inerenti gli autovelox. Dopo aver scaricato l’app clicca su Apri e inserisci il paese nel quale la utilizzerai, il passo successivo sarà quello di cliccare sull’icona a forma di casetta che troverai a sinistra, nella schermata di navigazione. Scorri il menù fino alle impostazioni (icona ingranaggio) poi procedi alla personalizzazione, in virtù dell’utilizzo che vuoi farne o delle segnalazioni che vuoi ricevere. Puoi scegliere la distanza di avviso dall’autovelox, attivare il controllo vocale della velocità, cambiare gli aspetti grafici e molto altro ancora. Anche su Autovelox fissi e mobili troverai informazioni utili circa i limiti di velocità da rispettare, i semafori provvisti di telecamere e così via. All’occorrenza, potrai anche effettuare una segnalazione alla community, evidenziando la presenza di un rilevatore non segnalato sulla mappa già esistente, magari perché di recente installazione.

3. TOM AUTOVELOX – Anche in questo caso descriviamo un’ottima risorsa, ideata e sviluppata da Tom, una garanzia per quanto riguarda la navigazione satellitare. Questa applicazione è gratuita, ma compatibile solo con dispositivi Android. Funziona benissimo, ma solo se il dispositivo riesce a stabilire un’ottima connessione GPS. Per utilizzarla, non devi far altro che accedere, accettare termini e condizioni, avviare la ricerca del segnale, dunque iniziare a navigare. L’app ti segnalerà automaticamente sia gli autovelox stradali, sia i tutor autostradali, informandoti sempre qualora le condizioni del traffico subissero delle variazioni. Cliccando sull’icona relativa alle impostazioni (la trovi in basso a sinistra) potrai intervenire modificando le funzioni e gli avvisi a seconda delle tue necessità. Qualora avessi bisogno di assistenza, puoi consultare l’apposita pagina, sempre inclusa nella sezione delle impostazioni. In basso a destra, invece, troverai le impostazioni grafiche relative alla mappa, che anche in questo caso hai la facoltà di scegliere e personalizzare in base alle tue preferenze. In più Tom Autovelox ti offre la possibilità di segnalare un rilevatore non incluso nel tragitto. Non dovrai far altro che cliccare sulla voce Segnala autovelox e inserire la nota direttamente sulla mappa.

4. AUTOVELOX CAM SAM – Un’app semplice da utilizzare, ma completa e sempre aggiornata. Anche in questo caso si tratta di un’applicazione gratuita e compatibile sia con i dispositivi Android, sia con i dispositivi iOS. Per iniziare a utilizzarla non devi far altro che scaricarla dall’APP Store ed aprirla. Noterai che le impostazioni per la segnalazione dei rilevatori di velocità ed altre situazioni critiche sono già attive, dunque non dovrai far altro che mettere in moto e partire. Qualora volessi modificare avvisi, audio, widget e altre funzioni non devi far altro che accedere nella sezione Impostazioni che trovi nella schermata generale e poi procedere alla personalizzazione dell’app. Oltre agli autovelox, il dispositivo Cam Sam riesce a segnalare la presenza di tutor, semafori provvisti di telecamere, incidenti, la presenza di ostacoli, lavori stradali, terreno scivoloso e visibilità limitata, eventuali code e traffico intenso. Una sola app e diversi utilizzi per una guida in sicurezza.

5. AUTOVELOX! E COYOTE – La quinta posizione di questa classifica se la aggiudicano, a pari merito, le applicazioni Autovelox! e Coyote, entrambe gratuite ed entrambe disponibili sia per dispositivi iOS, sia per dispositivi Android. Il loro funzionamento è facilissimo, inoltre come tutte le altre applicazioni finora citate consentono agli utenti la personalizzazione delle impostazioni di base e quelle avanzate. Sia Autovelox! che Coyote chiedono la registrazione di un account prima di iniziare ad utilizzare il rilevatore di autovelox, tuttavia questa operazione non ti occuperà più di una manciata di minuti. Subito dopo potrai procedere alla visualizzazione della mappa (Coyote offre la possibilità di visualizzare i limiti di velocità massima consentita nei tratti in cui sono presenti dei rilevatori) oppure alla personalizzazione delle impostazioni. Anche in questo caso puoi scegliere di attivare o meno gli avvisi sonori per altre tipologie si segnalazioni, come quelle inerenti i tutor, i sorpassometri, i semafori controllati e così via.

La nostra classifica si conclude qui, ora sta a te decidere quale applicazione scaricare. Prima di lasciarti, ti consigliamo di non abbassare mai la guardia quando ti metti alla guida della tua automobile. Ricorda sempre che essere responsabili e coscienziosi ti permette di evitare contravvenzioni, ma soprattutto di preservare la tua incolumità e quella delle persone che viaggiano con te.

Multe per autovelox

Nonostante l'uso della app autovelox hai preso comunque una multa: molto probabilmente in quel momento eri intento a canticchiare la tua canzone preferita o a discutere con tua moglie e ti sei distratto. In questi casi è inutile disperarsi, meglio piuttosto verificare se sussistono degli elementi su cui fondare un eventuale ricorso e chiedere l'annullamento del verbale. Ti abbiamo già detto cosa sapere e come difendersi da un autovelox, dunque non ci torneremo su. Ti ricordiamo soltanto che sono tanti gli elementi da verificare prima di deporre le armi e rassegnarsi a pagare il bollettino. Innanzitutto: eri effettivamente tu quel giorno a percorrere quel determinato tratto di strada? Se hai qualche dubbio compila ed invia al comando che ha elevato la multa questo questo modulo di richiesta visura/copia dei rilievi fotografici autovelox. In questo modo potrai scoprire se l'autovettura è effettivamente la tua. Come dici, eri effettivamente tu alla guida? Calma e prova a dare una risposta a queste altre domande: l'autovelox era ben segnalato? La segnaletica era posta alla giusta distanza? Il rilevamento della velocità è stato effettuato dal lato del senso di marcia? Il verbale contiene i riferimenti al decreto di approvazione del dispositivo e all’ultimo certificato di taratura conseguito, oppure riporta l’indicazione dell’ordinanza del Prefetto che ha autorizzato la rilevazione della velocità in quel determinato tratto di strada? Il verbale specifica i motivi per cui non si è provveduto al fermo immediato del mezzo? La notifica è avvenuta entro i termini?

E se l'autovelox posizionato in quel posto si riferisse proprio a quello che la Procura della Repubblica qualche giorno prima aveva dichiarato illegale (questo il modello di ricorso per multe prese da autovelox illegali)?

Come vedi gli elementi a cui appigliarsi sono tanti, dunque fai un bel respiro e mettiti al lavoro.

Documenti correlati



51961 - Redazione
18/04/2018
Silvio, il suo apprezzamento ci gratifica.

51936 - Silvio
14/04/2018
Ho trovato utili ed efficaci le informazioni, vi ringrazio.