Reclamo Iren: modelli PDF e recapiti

Formati
PDF   modello generico di reclamo
PDF   modello reclami per fatturazione di importi anomali
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modulo attraverso il quale è possibile esporre un reclamo nei confronti di Iren per irregolarità e disservizi sulla fornitura di gas naturale e/o energia elettrica o importi anomali riportati in fattura.

Iren reclami: quando farli per iscritto

Nonostante Iren sia da sempre attenta alle esigenze dei suoi clienti e capace di assicurare una elevata qualità ai propri servizi, può accadere che si verifichino degli inconvenienti. In questi casi il cliente può in prima battuta contattare il servizio clienti al numero verde riportato in bolletta, esporre il problema e cercare di trovare una risoluzione.

Se telefonicamente il cliente non riuscisse a trovare una soluzione immediata al disservizio lamentato, potrebbe compilare ed inviare un dei due moduli reclamo Iren disponibili in questa scheda.

Cosa riportare sul modulo reclamo Iren

Disservizi generici

Le informazioni di base da riportare sul modulo reclamo Iren riguardano:

  • cognome e nome / denominazione del cliente 
  • codice fiscale / P.IVA 
  • codice cliente / contratto 
  • indirizzo della fornitura recapito della corrispondenza (se diverso dall’ubicazione dell’indirizzo della fornitura) 
  • tipo di servizio. Se riguara il gas riportare il PDR, se invece attiene all'energia elettrica indicare il POD

A questo punto non resta che specificare l'oggetto del reclamo. A tal fine occorre dapprima barrare con una "X" una delle seguenti voci

  • Interventi o lavori richiesti (preventivi, spostamenti, verifiche, ecc.)
  • Contratti, Pagamenti, Rimborsi
  • Letture del contatore
  • Contatti con il ns. personale
  • Fatture, Consumi
  • Altro

quindi segnalare nello spazio sottostante il motivo del reclamo e precisare la data in cui si è verificato il problema.

Fatturazione di importi anomali

Con riferimento al servizio di energia elettrica, il reclamo può riguardare le bollette

  • emesse con cadenza inferiore alla periodicità di fatturazione prevista, contenenti ricalcoli, il cui importo sia superiore al 150% per i clienti domestici, o al 250% per i clienti non domestici, dell’addebito medio delle bollette emesse negli ultimi dodici mesi;
  • emesse per prime successivamente all’attivazione della fornitura, qualora basate su dati di misura che siano superiori al 150% per i clienti domestici, o al 250% per i clienti non domestici rispetto all’autolettura comunicata dal cliente prima della fatturazione o contestualmente al reclamo.

Con riferimento al servizio gas, il reclamo può riguardare le bollette

  • emesse con cadenza inferiore alla periodicità di fatturazione prevista, contenenti ricalcoli, il cui importo sia superiore al doppio dell’addebito più elevato fatturato nelle bollette emesse negli ultimi 12 mesi, salvo il caso in cui la differenza sia attribuibile esclusivamente alla variazione stagionale dei consumi;
  • emesse per prime successivamente all’attivazione della fornitura, qualora basate su dati di misura che siano superiori al 150% per i clienti domestici, o al 250% per i clienti non domestici rispetto all’autolettura comunicata dal cliente prima della fatturazione o contestualmente al reclamo.

In questo caso le informazioni di base sono sostanzialmente le stesse, in più c'è da riportare la lettura del contatore, con relativa data.

Ufficio reclami Iren

ll reclamo può essere inoltrato utilizzando una delle seguenti modalità:

  • spedendolo tramite posta all’ufficio Qualità Servizi Commerciali di Iren Mercato presso la sede territoriale di Reggio Emilia, Via Nubi di Magellano, n. 30, CAP 42123, Reggio Emilia;
  • tramite internet compilando il modulo on-line sul sito: http://www.irenlucegas.it;
  • consegnandolo presso gli sportelli territoriali delle sedi di Iren Mercato.

Iren reclami: ricorso alla conciliazione

Alla ricezione del reclamo, Iren si occuperà di analizzare la tua situazione e di fornire una risposta entro 40 giorni successivi.

Nel caso in cui la risposta tardasse ad arrivare oppure non la si ritenesse soddisfacente, il cliente può tutelare i propri diritti portando la controversia ad un livello successivo.

E' bene ricordare che in questo ambito è obbligatorio esperire un tentativo di conciliazione, prima di adire le vie legali.

In particolare i clienti domestici possono:

  • tentare la strada della Conciliazione Paritetica, procedura che viene istituita tra IREN e le Associazioni dei Consumatori del Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti. Puoi apprenderne i dettagli consultando la pagina https://conciliazione.gruppoiren.it/.
  • ricorrere al servizio di ARERA Conciliazione;
  • ricorrere agli organismi A.D.R. riconosciuti esposti in apposito elenco sul sito di A.R.E.R.A. dedicato alla conciliazione (https://www.arera.it/it/consumatori/conciliazione.htm). 

Prima di concludere vorremmo aggiungere una informazione che potrebbe rivelarsi preziosa. In caso di problemi con il proprio fornitore di energia, il cliente che fosse interessato a ricevere un parere da un esperto, potrebbe rivolgersi allo Sportello Consumatore ARERA.

Si tratta di un organo, istituito dall'Autorità per l'energia e gestito in collaborazione con Acquirente Unico Spa, concepito proprio per aiutare tutti quei soggetti hanno dei dubbi in merito al proprio contratto di fornitura, ma non sanno a chi rivolgersi per ottenere un consiglio valido, oppure delle informazioni chiare e dettagliate.

Tags:  reclamo elettricità reclamo gas

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità