`

Rimborso biglietto aereo KLM: come richiederlo

Indicazioni sulla procedura da seguire per ottenere da KLM, la compagnia aerea di bandiera dei Paesi Bassi, il rimborso del biglietto aereo (o il rilascio di un voucher) e delle eventuali altri spese sostenute dal viaggiatore (vitto, alloggio, ecc.) e il pagamento dell'indennizzo previsto in caso di volo cancellato.

Volo KLM cancellato: i diritti del passeggero

Se KLM cancella il volo (da questa pagina KLM Royal Dutch Airlines è possibile conoscere lo stato del volo), il passeggero può:

  1. modificare la propria prenotazione, oppure
  2. chiedere il rilascio di un voucher, oppure
  3. chiedere il rimborso del biglietto aereo e delle eventuali altre spese sostenute.

MODIFICA PRENOTAZIONE KLM

Se il passeggero ha ancora interesse a partire e ha prenotato il biglietto via KLM, può posticipare il volo accedendo alla sezione "Il mio viaggio". A tal fine basta fare clic sull'apposita voce presente nel menù in alto a sinistra oppure digitare direttamente l'indirizzo

  • www.klm.it/trip.

Per visualizzare i dettagli del volo occorre inserire il cognome e il codice della prenotazione presente nell’e-mail di conferma o nel biglietto elettronico. In alternativa il passeggero può entrare nel proprio account

  • https://login.klm.com/login/account

inserendo e-mail o numero Flying Blue e password.

Se il volo non è stato cancellato da KLM, il passeggero può cambiare la prenotazione solo prima della partenza prevista del proprio volo.

Se ha già effettuato il check-in per il volo, il passeggero deve annullarlo prima di poter cambiare il volo. Questa la pagina per annullare il check-in:

  • www.klm.it/check-in.

Per qualunque difficoltà il passeggero può contattare l'Assistenza clienti KLM con le seguenti modalità:

  • tramite WhatsApp https://api.whatsapp.com/send?phone=31206490787
  • tramite Messenger https://m.me/KLM
  • tramite il numero +39 02 385 94 998 (attivo da lunedì a venerdì 08:00 - 20:00 e da sabato a domenica 09:00 - 17:30).

RILASCIO VOUCHER KLM

In caso di cancellazione del volo il passeggero può richiedere a KLM un voucher di viaggio (detto anche voucher EMD). In particolare può ricevere:

  • un voucher di tipo A del valore di EUR 350 (non rimborsabile) o EUR 250 (rimborsabile), se il volo originario era minore o uguale a 1.500 km;
  • un voucher di tipo B del valore di EUR 500 (non rimborsabile) o EUR 400 (rimborsabile), se il volo originario doveva essere effettuato all’interno dell’UE e superiore a 1.500 km oppure al di fuori dell’UE e compreso tra 1.500 e 3.500 km;
  • un voucher di tipo C del valore di EUR 800 (non rimborsabile) o EUR 600 (rimborsabile), se il volo originario doveva essere effettuato all’esterno dell’UE e superiore a 3.500 km

Il passeggero riceverà un’e-mail con un numero composto da 13 cifre e che inizia con 074. Lo stesso codice è rintracciabile anche all’interno del profilo. 

Il passeggero può verificare lo stato della richiesta nella sezione "Il Mio Viaggio" (www.klm.it/trip) oppure all'interno del proprio Account (https://login.klm.com/login/account).

Il voucher è valido per 1 anno dalla data di ricezione.

Il passeggero può utilizzare il voucher di viaggio non rimborsabile per acquistare un nuovo volo oppure opzioni extra (upgrade alla classe Premium Comfort o Business Class, bagagli aggiuntivi, bagagli speciali, pasti à la carte, ecc.). Il passeggero può utilizzare al massimo 2 voucher KLM durante il checkout per l’acquisto di un nuovo biglietto e opzioni extra con KLM, Air France, Delta Air Lines o Virgin Atlantic. Se non spende l’importo intero in una volta sola, riceverà il credito residuo sotto forma di nuovo voucher.

La stessa cosa può fare con il voucher di viaggio rimborsabile, ma in questo caso si applicherebbe il valore più alto del voucher non rimborsabile. Chiaramente qualora lo volesse il passeggero potrebbe richiedere il cambio in denaro. Questa la pagina dove richiedere il rimborso del voucher:

  • www.klm.it/refund

RIMBORSO BIGLIETTO AEREO KLM

Se il passeggero ha perso ogni interesse per il viaggio e non intende riprogrammarlo a breve, può chiedere alla compagnia KLM il rimborso in contanti del prezzo del biglietto. Questa la pagina

  • www.klm.it/refund

attraverso la quale avviare la procedura di rimborso online.

KLM farà del proprio meglio per elaborare la richiesta nell'arco di 7 giorni.

La stessa procedura non può essere utilizzata se il passeggero ha prenotato tramite un'agenzia di viaggi. In questo caso è consigliabile contattare prima il personale dell'agenzia.

RIMBORSO SPESE KLM

Indipendentemente dal fatto che il passeggero abbia deciso di riprogrammare il proprio volo, richiedere il voucher o il rimborso del biglietto, KLM è tenuta a fornire al passeggero tutta l'assistenza aeroportuale necessaria, così come previsto dall’articolo 9 del Regolamento Europeo. In altri termini la compagnia olandese è tenuta ad assicurare:

  • pasti e bevande in misura corrispondente alla durata dell'attesa;
  • la sistemazione in albergo il volo sia ad esempio programmato per il giorno successivo;
  • il trasporto tra l'aeroporto e il luogo di sistemazione.

Se alla copertura di queste spese provvede lo stesso passeggero, è possibile chiedere il rimborso attraverso la procedura online disponibile all'indirizzo

  • www.klm.it/claim.

Cancellazione volo KLM: richiesta indennizzo

Il passeggero ha la possibilità di chiedere anche la corresponsione di un indennizzo per il disagio subito.

L'importo varia in funzione della tratta prenotata. In particolare per i voli con tratte intracomunitarie, è possibile ottenere un l'indennizzo di:

  • 250 euro se la distanza è inferiore o pari a 1500 Km;
  • 400 euro se la distanza è superiore a 1500 Km.

Invece per i voli con tratte extracomunitarie è possibile ottenere un indennizzo di:

  • 250 euro se la distanza è inferiore o pari a 1500 Km;
  • 400 euro se la distanza è compresa tra 1500 e 3500 Km;
  • 600 euro se la distanza è superiore a 3500 Km.

Questa la pagina

  • www.klm.it/claim

attraverso la quale richiedere l'indennizzo a KLM. Non è previsto alcun indennizzo se: 

  • il passeggero è stato informato della cancellazione almeno 2 settimane prima della partenza indicata sul titolo di viaggio;
  • il passeggero è stato informato della cancellazione nel periodo compreso tra 2 settimane e 7 giorni prima della partenza prevista. Di conseguenza gli è stato offerto un volo alternativo che gli permetteva di partire non più di 2 ore prima della partenza prevista e di raggiungere la destinazione finale indicata sul biglietto non più di 4 ore dopo l’arrivo previsto; 
  • il passeggero è stato informato della cancellazione meno di 7 giorni prima della partenza prevista. Quindi gli è stato offerto un volo alternativo che gli consentiva di partire non più di 1 ora prima della partenza prevista e di raggiungere la destinazione finale indicata nel titolo di viaggio meno di 2 ore dopo l’arrivo previsto; 
  • la cancellazione è dovuta a circostanze eccezionali (condizioni meteorologiche estreme, allarmi terroristici, scioperi, disordini civili, ecc.).
Ricordiamo, infine, che la cancellazione dei voli a causa del COVID-19 è considerata una circostanza straordinaria, che esonera le compagnie aeree dal pagamento della compensazione.
Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio