Fac simile revoca mandato avvocato restituzione documenti

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare un fac simile di revoca mandato avvocato. Si tratta di un modello in formato “doc”, dunque facilmente personalizzabile e adattabile alle specifiche circostanze. Vediamo cosa deve contenere la lettera revoca mandato avvocato, in quali casi va inviata e come.

Quando il cliente può comunicare la revoca mandato avvocato

Il DDL Concorrenza (Legge 124/2017), entrato in vigore dal 29 agosto 2017, ha imposto ai liberi professionisti - e dunque anche agli avvocati - l'obbligo di comunicare al cliente, in forma scritta o digitale, il grado di complessità dell’incarico conferito e gli oneri connessi alla prestazione, distinguendo tra compenso, spese, oneri e contributi (scarica la lettera di incarico professionale avvocato).

Tuttavia trattandosi di un incarico conferito sulla base di un rapporto fiduciario, il cliente può revocare in ogni momento il mandato conferito al proprio avvocato. I motivi che possono portare a questa decisione sono tanti: il fatto di aver individuato un professionista maggiormente formato sul tema oggetto della controversia, il fatto di non condividere più l'operato del proprio legale oppure una condotta tenuta dal professionista non conforme alle norme o alle regole deontologiche della professione forense, tali da incidere fortemente sulla sua affidabilità.

In tutti questi casi è sufficiente che il cliente notifichi al proprio legale, con raccomandata A/R o mediante PEC, questa lettera revoca mandato avvocato.

Il cliente resta obbligato a pagare l'onorario per le prestazioni svolte fino a quel momento, mentre l'avvocato dovrà riconsegnare tutta la documentazione relativa al caso e depositata presso il suo studio. Attenzione, la restituzione va fatta in ogni caso, dunque anche se il cliente non ha ancora provveduto al saldo dell’onorario. Se l’avvocato subordinasse la riconsegna al pagamento delle proprie spettanze, commetterebbe un grave illecito.

Naturalmente anche per l'avvocato la legge prevede espressamente la possibilità di rinunciare all'incarico ricevuto, ma deve garantire comunque la difesa fino alla nomina di un sostituto.

Cosa riportare nella lettera revoca mandato avvocato

Nella lettera revoca mandato avvocato, oltre ai dati anagrafici del cliente e dell’avvocato, va riportata la data in cui a quest’ultimo è stata conferito il mandato, l’oggetto del giudizio e il nominativo della controparte. Quindi al cliente non resta che specificare il motivo che ha determinato il venir meno della fiducia nei suoi confronti (precisazione tra l'altro non obbligatoria) e formalizzare la volontà di revocare l’incarico.

La lettera revoca mandato avvocato si chiude con un ringraziamento del cliente nei confronti del professionista per il lavoro svolto fino a quel momento e con l’invito a restituire tutta la documentazione contrattuale e personale oggetto dell’incarico, e a far pervenire la nota spese relativa al compenso maturato per l’attività prestata.

La lettera revoca mandato avvocato va spedita mediante raccomandata con avviso di ricevimento. Il cliente che risultasse in possesso di una PEC potrebbe utilizzare questo strumento per recapitare la comunicazione con la stessa efficacia e con lo stesso valore legale della raccomandata.

Tags:  tutela legale professionisti

Formati     © Moduli.it
DOC
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità