Denuncia di irregolarità nei saldi: fac simile DOC

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile n. 1
DOC   fac simile n. 2
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Due modelli da utilizzare per effettuare un esposto alle autorità competenti nel caso in cui siano state riscontrate violazioni da parte dei commercianti nel praticare i saldi di fine stagione.

Come denunciare falsi saldi

Nel caso in cui il comportamento assunto dal commerciante dovesse configurare una chiara violazione delle norme che regolano le vendite di fine stagione, il cittadino può fare un esposto invitando le autorità competenti ad effettuare gli opportuni controlli.

In questo caso i fac simile che mettiamo a disposizione sono due.

FAC SIMILE 1

Con questo modello il cittadino, dopo aver chiaramente specificato il nome e l'ubicazione del negozio, indica esattamente qual è - secondo lui - il comportamento scorretto tenuto dal suo titolare:

  • pone in vendita capi/articoli che sono non di stagione o non di  moda;
  • pratica prezzi non trasparenti per i seguenti prodotti (specificare quali);
  • non indica il prezzo normale di vendita e la percentuale di sconto effettuata;
  • indica in vetrina percentuali di sconto diverse da quelle riportate sui cartellini dei singoli articoli;
  • esclude dalla vendita in saldo taluni articoli (specificare nel caso quali), senza che ciò risulti da appositi avvisi esterni, come previsto dalla legge;
  • ecc.

FAC SIMILE 2

Con questo secondo modello, invece, il consumatore specifica chiaramente che su alcuni degli articoli messi in saldo in quei giorni, non era indicato il prezzo normale di vendita, cioè quello a cui gli articoli venivano venduti prima del periodo dei saldi o/e non vi era indicato la percentuale di sconto effettuata.

A chi inviare la denuncia per violazione nei saldi

Scelto il fac simile, inseriti tutti i dati richiesti, apposti data e firma, non resta che recapitarlo

  • al Sindaco del Comune
  • al Comandante della Polizia Municipale
  • (eventualmente) ad una Associazione dei Consumatori

A tal fine il consumatore può

  • ricorrere alla classica raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • effettuare la consegna presso il Protocollo Comunale. In questo caso è sempre bene farsi apporre dall'impiegato addetto un timbro con la data su una seconda copia dell'esposto;
  • utilizzare la posta elettronica certificata. Gli indirizzi di destinazione in questo caso sono facilmente reperibili dal sito ufficiale del comune. Attenzione però: per evitare che il messaggio non venga rispedito al mittente, è fondamentale che quest'ultimo invii il messaggio da una casella PEC.

Per maggiori dettagli si consiglia la lettura dell'articolo "Saldi: come tutelare i propri diritti".

Tags:  vendite promozionali saldi

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità