Autocertificazione di volontà per cremazione: fac simile editabile

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
PDF   fac simile (b)
DOC   fac simile (c)
DOC   fac simile (d)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Attraverso il modulo autocertificazione per cremazione il diretto interessato esprime la volontà che dopo la propria morte il cadavere venga cremato e le ceneri vengano disperse in un determinato luogo, conferite nel cinerario del comune o affidate ad un familiare. L'autocertificazione per cremazione può essere resa anche dal coniuge o da un parente prossimo.

Autocertificazione per cremazione: a cosa serve

La volontà per l'affidamento delle proprie ceneri e l'indicazione della persona affidataria sono manifestate, nel Comune di residenza o decesso, mediante:

  • dichiarazione resa in vita dal defunto;
  • dichiarazione resa dai suoi familiari (coniuge o, in mancanza di questo, il parente più prossimo individuato ai sensi degli artt. 74, 75, 76 e 77 del codice civile e, in caso di concorrenza di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza di essi), in mancanza della volontà espressa in vita dal defunto.

In particolare attraverso questa autocertificazione il coniuge o i parenti più prossimi de/la defunto/a, aventi titolo a disporre della salma, consapevoli delle conseguenze amministrative e delle sanzioni penali previste nel caso in cui dal controllo emergano dati e informazioni non veritieri (artt.75 e 76 del D.P.R. del 28/12/2000 n.445), dichiarano:

  • che in vita il/la defunto/a ha espresso verbalmente la volontà di essere CREMATO e le sue ceneri fossero:
    - tumulate nel Cimitero (specificare quale) o in un colombaro o in una celletta insieme ad altro defunto;
    - inumate/tumulate in area avuta in concessione nel cimitero;
    - conferite nel cinerario comune del cimitero (specificare quale);
    - affidate al familiare (specificare quale);
    - disperse in natura (specificare dove);
    - disperse in area delimitata all’interno del cimitero del Comune;
    - disperse in aree private al di fuori dei centri abitati con il consenso del proprietario;
  • che le predette volontà sono rimaste immutate fino al momento del decesso non sussistendo né per iscritto, né verbalmente alcuna disposizione diversa o contraria dell’interessato/a;
  • di essere a conoscenza che nessun altro avente causa ha espresso opposizione alla presente richiesta.

Ai sensi dell’art. 38 D.P.R. 445/2000, la dichiarazione è:

  • sottoscritta dagli interessati in presenza del dipendente addetto;
  • consegnata all’ufficio competente insieme alla fotocopia, non autenticata dei documenti di identità dei dichiaranti;
  • inviata via fax all’ufficio competente insieme alla fotocopia, non autenticata dei documenti di identità dei dichiaranti.

L'autorizzazione alla cremazione è rilasciata dall'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di decesso.

Tags:  successione eredità decesso

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità