Domanda Fondo garanzia prima casa: modulo PDF

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

In questa scheda è possibile scaricare il modulo in formato PDF da compilare e presentare allo sportello dell'istituto bancario al fine di accedere al Fondo di Garanzia prima casa.

A cosa serve il modulo Consap prima casa

Come detto il modello qui presente può essere utilizzato dalla persona che risulta in possesso di certi requisiti per presentare in banca istanza di ammissione al Fondo di Garanzia prima casa.

Quest'ultimo è uno strumento gestito da Consap che offre un sostegno concreto a tutte quelle famiglie e a quelle giovani coppie che non potendo fornire adeguate garanzie alle banche, spesso non sono nelle condizioni di contrarre un mutuo per l'acquisto della prima casa.

Sono ammessi alla garanzia del fondo, i mutui ipotecari per l’acquisto di immobili siti nel territorio nazionale da adibire ad abitazione principale, eventualmente anche intervenendo con opere di ristrutturazione e accrescimento dell’efficienza energetica.

In caso di acquisto, l’immobile non deve rientrare nelle categorie catastali A1, A8 e A9 e non deve avere le caratteristiche di lusso.

Il mutuo non può avere un importo superiore a 250.000 euro e in ogni caso la garanzia si estende al 50% della quota capitale.

Chi può compilare il modulo Fondo garanzia prima casa

Secondo le novità introdotte dalla Legge n. 126 del 13 ottobre 2020, il modulo in questione può essere compilato esclusivamente dalle seguenti categorie:

  • coppia coniugata ovvero convivente more uxorio il cui nucleo sia stato costituito da almeno due anni e in cui uno dei componenti non abbia superato i 35 anni (in tal caso il mutuo deve essere richiesto dai componenti la coppia congiuntamente). I cittadini stranieri devono allegare il certificato di matrimonio qualora non risulti agli atti degli uffici pubblici italiani;
  • famiglia monogenitoriale con figli minori. Il mutuo è richiesto da:
    - persona singola non coniugata, né convivente con l’altro genitore di nessuno dei propri figli minori con sé conviventi;
    - persona separata/divorziata ovvero vedova, convivente con almeno un proprio figlio minore;
  • conduttore/i di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati;
  • giovane/i di età inferiore a 35 anni titolare di un rapporto di lavoro atipico di cui all’art. 1 della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Queste nuove disposizioni valgono a partire dal 14 ottobre 2020.

Domanda di accesso al fondo di garanzia per la prima casa: a chi presentarla

Il modulo va presentato direttamente alla banca o all’intermediario finanziario a cui si richiede il mutuo e che contestualmente ha aderito all'iniziativa del Fondo.

L'elenco degli istituti aderenti è disponibile ed aggiornato direttamente sul sito dell'Abi (www.abi.it) e del gestore del Fondo (Consap).

Il fatto che la persona ottenga la garanzia del Fondo, non significa che la banca sia obbligata a concederle il mutuo. Anzi quest'ultima può legittimamente rifiutarsi di approvare la pratica, ma in questo caso deve fornire a Consap adeguate motivazioni. Una cosa è certa: l'istituto non può chiedere al mutuatario garanzie aggiuntive.

Chi desiderasse avere maggiori informazioni a riguardo, potrebbe rivolgersi al proprio istituto o mettersi in contatto con Consap. Questi i recapiti messi a disposizione:

  • telefono al numero 06.85796408, attivo da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 17:00;
  • fax al numero 06.85796298
  • e-mail all'indirizzo email fondocasa@consap.it;
  • PEC all'indirizzo fondocasa@pec.consap.it;
  • posta all'indirizzo Consap Spa, Servizio Tesoreria, Via Yser, 14 - 00198 Roma.

Tags:  acquisto casa mutuo abitazione garanzia

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità