Modulo vaglia postale ordinario PDF

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modulo in formato PDF da compilare, firmare e consegnare allo sportello al fine di richiedere l'emissione di un vaglia postale.

Vaglia postale: a cosa serve

Il vaglia postale è un servizio offerto da Poste Italiane che consente di inviare e ricevere denaro in tutta Italia anche senza essere titolare di un conto corrente postale o bancario. Può essere eseguito:

  • presso un qualsiasi ufficio postale. In questo caso occorre compilare l'apposito modulo;
  • tramite APP o sito poste.it. In questo caso occorre essere titolari di un conto corrente BancoPosta con attivo il servizio di BancoPosta Online - Internet Banking.

E' prevista la consegna a casa del beneficiario in 3-4 giorni al massimo. Questi una volta ricevuto il vaglia ha due opzioni per l'incasso:

  • riscuoterlo in contanti in qualsiasi ufficio postale oppure 
  • versarlo sul proprio conto corrente postale o bancario.

Il beneficiario ha 2 anni di tempo dall'emissione per riscuotere il vaglia.

Quanto costa il vaglia ordinario

Per colui che trasferisce il denaro è previsto un costo di

  • 6,00 euro se esegue l'operazione allo sportello;
  • 2,50 euro se si avvale di BancoPosta online e contoClick.

Cosa specificare sul modulo vaglia postale

Sul modulo vaglia postale occorre innanzitutto specificare se si intende effettuare un vaglia:

  • ordinario (è sostanzialmente quello di cui abbiamo scritto finora);
  • circolare. Consente all'emittente di consegnare il vaglia direttamente al beneficiario, come accade con un assegno circolare. Non ha limiti d’importo e le commissioni sono della metà rispetto al vaglia ordinario (sale per importi maggiori di 2.000).
  • veloce. Consente di trasferire somme di denaro in pochi minuti grazie all'utilizzo di una parola chiave scelta dall'emittente e comunicata al beneficiario. Il costo è di 10 euro, viene emesso a sportello (fino ad un massimo di 999,99 euro) e il tempo massimo per la riscossione è di 30 giorni; 
A seguire occorre specificare
  • importo (in cifre e in lettere);
  • beneficiario (cognome, nome o ragione sociale, indirizzo, cap, città e codice fiscale se richiesto dallo stesso beneficiario);
  • mittente (cognome, nome o ragione sociale, indirizzo, cap, città, sesso, luogo e data di nascita, codice fiscale o partita IVA).

Sul modulo vaglia postale è possibile anche riportare eventuali comunicazioni del mittente (massimo 120 caratteri).

Se trattasi di vaglia veloce, il mittente deve indicare anche una parola chiave (o password, composta dai 3 ai 16 caratteri), che poi dovrà comunicare al beneficiario al fine di consentirgli la riscossione della somma.

Il modulo vaglia postale deve essere firmato dal mittente.

Il vaglia deve indicare la clausola “non trasferibile”?

No se l'importo è inferiore a 1.000 euro. In questo caso occorre avanzare una richiesta scritta all'ufficio postale e pagare un’imposta di bollo di 1,50 euro. Tale imposta viene poi girata da Poste Italiane all'erario.

Si ricorda che i vaglia postali ordinari possono essere emessi per un importo massimo di 2.582,28 euro.

Altre informazioni utili

Se vuoi sapere cosa accade se

  • il beneficiario non si reca in ufficio postale per la riscossione
  • il beneficiario è irreperibile
  • il vaglia viene smarrito, sottratto o distrutto
  • il vaglia viene recapitato oltre i termini consentiti

Ti consigliamo di dedicare 5 minuti alla lettura del post che abbiamo dedicato al vaglia postale.

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità