Modello richiesta certificato abilitazione consulente del lavoro

Formati
PDF   Istanza certificato abilitazione consulente lavoro
PDF   domanda ammissione esame di Stato per Consulenti del Lavoro
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Istanza di rilascio da parte da parte dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro del certificato di abilitazione dell’esercizio della professione di consulente del lavoro ai sensi della Legge 11 gennaio 1979, n. 12, e ss.mm.ii. Il modello di richiesta certificato abilitazione consulente del lavoro è disponibile in formato PDF editabile. In questa stessa scheda è disponibile anche la domanda di ammissione all'esame di Stato per l'accesso alla professione di Consulente del Lavoro.

Chi rilascia il certificato abilitazione consulente del lavoro

I consulenti del lavoro sono professionisti che svolgono per conto del datore di lavoro tutti quegli adempimenti previsti da norme vigenti per l'amministrazione del personale dipendente.

Il certificato di abilitazione all'esercizio della professione di consulente del lavoro è rilasciato dall'ispettorato regionale del lavoro competente per territorio previo superamento di un esame di Stato che deve essere svolto davanti ad apposite commissioni regionali.

Possono essere ammesse all'esame di Stato le persone in possesso dei seguenti requisiti:

  • siano cittadini italiani o europei ovvero cittadini di Stati esteri nei cui confronti vige un Particolare regime di reciprocità;
  • abbiano compiuto il 18° anno di età;
  • siano in possesso del certificato di buona condotta morale e civile;
  • abbiano conseguito la laurea triennale o quinquennale riconducibile agli insegnamenti delle facoltà di giurisprudenza, economia, scienze politiche, ovvero il diploma universitario o la laurea triennale in consulenza del lavoro, o la laurea quadriennale in giurisprudenza, in scienze economiche e commerciali o in scienze politiche;
  • abbiano compiuto presso lo studio di un consulente del lavoro iscritto nell'albo o di un dottore commercialista, di un ragioniere o perito commerciale almeno due anni di praticantato.

Il consulente del lavoro iscritto in un albo provinciale può esercitare l'attività professionale in tutto il territorio dello Stato. Non è consentita la contemporanea iscrizione in più albi provinciali.

L'albo deve contenere il cognome, il nome, il luogo e la data di nascita, il titolo di studio, la residenza e l'eventuale domicilio professionale degli iscritti, la data di iscrizione e gli estremi del diploma di abilitazione di cui è in possesso l'iscritto.

L'iscrizione nell'albo dei consulenti del lavoro non è consentita agli impiegati dello Stato, delle regioni, delle province, dei comuni e degli altri enti pubblici, ai dipendenti degli istituti di patronato o delle associazioni sindacali dei lavoratori, agli esattori di tributi, ai notai e ai giornalisti professionisti. 

Cosa riportare sull'istanza

Oltre ai propri dati anagrafici e di recapito (tel, PEC o e-mail), il richiedente deve specificare la data e la sessione in cui ha superato gli esami di abilitazione all’esercizio della professione di consulente del lavoro.

Alla domanda occorre applicare una marca da bollo da € 16,00 e allegare ulteriore marca da bollo di pari importo per il rilascio della relativa certificazione.

A chi inviare la richiesta certificato abilitazione consulente del lavoro

Il presente modulo può essere compilato in modalità digitale, cliccando sugli appositi spazi e successivamente inviato all’indirizzo PEC di riferimento o stampato e inviato per posta ordinaria o consegnato all’ufficio competente. 

In caso di trasmissione dell’istanza in modalità telematica, unitamente alla presente istanza, deve essere trasmessa l’apposita “dichiarazione sostitutiva per marca da bollo” presente sul sito ufficiale dell'Ispettorato del lavoro.

L'istanza va trasmessa alla sede territoriale dell'Ispettorato del Lavoro. L'elenco delle sedi territoriali è consultabile a questa pagina: www.ispettorato.gov.it/it-it/il-ministero/Uffici-periferici-e-territoriali/Pagine/default.aspx. 

Richiesta certificato abilitazione consulente del lavoro: a cosa serve e cosa allegare

Il certificato autentico o autenticato di abilitazione all'esercizio della professione rilasciato dall'ispettorato regionale del lavoro competente per territorio è uno dei documenti necessari per poter effettuare l'iscrizione all'albo.

Ad esso vanno allegati i seguenti documenti:

  • certificato di cittadinanza italiana o documento attestante che l'interessato ha la cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea, ovvero documento attestante che l'interessato è italiano appartenente a territori non uniti politicamente all'Italia, oppure che è cittadino di uno degli Stati esteri nei cui confronti vige un particolare regime di reciprocità;
  • certificato autentico o autenticato attestante il titolo di studio posseduto;
  • certificato del casellario giudiziario;
  • certificato di buona condotta morale e civile;
  • certificato di godimento dei diritti civili;
  • ricevuta attestante il versamento del contributo di iscrizione;
  • due fotografie, di cui una autenticata, per il rilascio della tessera di riconoscimento;
  • documentazione attestante l'elezione di domicilio professionale. 

Tags:  libero professionista

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità