Rimborso Engie: modulistica e guida

Formati
PDF   Allegato 1 - Dichiarazione Sostitutiva Atto Notorio Unico Erede
PDF   Allegato 2 - Dichiarazione Sostitutiva Atto Notorio per più Eredi
PDF   Allegato 3 - Autorizzazione Incasso per più Eredi Bonifico Postale Domiciliato
PDF   Allegato 4 - Autorizzazione incasso per più Eredi Assegno
PDF   Allegato 5 - Autorizzazione Incasso per più Eredi Bonifico
PDF   Allegato 6 - Rimborso con Bonifico per importi superiori a € 2.000
PDF   Allegato 7 - Rimborso con Bonifico per residenti estero
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

In questa scheda forniamo una serie di modelli a cui far ricorso nel caso in cui occorra presentare una richiesta di rimborso Engie. Per chiarezza di esposizione segnaleremo quali sono i singoli modelli da utilizzare in relazione ai casi specifici.

Rimborso Engie: quando chiederlo

Il cliente può aver diritto ad un rimborso per diverse ragioni: un errore nel calcolo dei consumi, l'applicazione di una diversa tariffa, ecc. 

Chiaramente le modalità di accredito del rimborso e, dunque, la modulistica da utilizzare variano a seconda che il cliente abbia attivato o meno la domiciliazione delle bollette, abbia cessato o meno la fornitura, sia ancora in vita oppure no e così via.

Rimborso Engie per cliente con fornitura attiva

Se il cliente paga le fatture attraverso il servizio di domiciliazione bancaria, il rimborso viene accreditato da Engie sullo stesso conto corrente.

Se, invece, la domiciliazione bancaria non è attiva, il rimborso avviene solitamente tramite accredito nella fattura successiva. Tuttavia 

  • fino ad un massimo di € 2.000 compresi, i clienti senza partita iva possono richiedere il pagamento tramite bonifico postale domiciliato o assegno, mentre i clienti con partita iva possono optare per l’assegno;
  • per importi superiori a € 2.000 i clienti possono chiedere che il rimborso venga corrisposto tramite bonifico bancario. In questo caso sono tenuti a compilare l'Allegato 6 e ad inviarlo via fax al numero 02 32952237 oppure spedirlo via posta a ENGIE Italia S.p.A. Ufficio Rimborsi – Via Chiese, 72 - 20126 Milano;
  • se il cliente risiede all’estero, qualunque sia l’importo del rimborso, può chiederne il pagamento tramite bonifico bancario. Nel caso specifico va compilato e spedito ai recapiti di cui sopra l'Allegato 7.

Per informazioni su mancati rimborsi si può contattare il servizio clienti al numero 800 422422.

Rimboso Engie per cliente con fornitura cessata

Se è attiva la domiciliazione bancaria, il rimborso verrà eseguito da Engie tramite bonifico bancario sullo stesso conto corrente. A tal fine basta contattare il servizio clienti al n. 800 422 422.

Se invece la domiciliazione bancaria non è attiva, il rimborso potrà avvenire con le stesse modalità indicate al precedente paragrafo.

Rimborso Engie verso eredi

Ci riferiamo al caso in cui l’intestatario del contratto di fornitura Engie sia deceduto e gli eredi pretendano il rimborso.

In una simile situazione la procedura cambia sensibilmente a seconda che la fornitura sia ancora attiva oppure cessata.

Nel primo caso, infatti, basta contattare il Servizio Clienti al numero verde 800 422422 e richiedere la voltura o la disdetta Engie e contestualmente il rimborso tramite accredito su fattura successiva.

Nel secondo caso, invece, gli eredi per poter ottenere il rimborso dovranno produrre i seguenti documenti:

  • certificato di morte dell’intestatario del contratto;
  • atto notorio in carta semplice (rilasciato dal Comune), con indicazione degli “unici eredi" e grado di parentela (è necessario che l’atto riporti la dicitura "unici eredi"). In luogo dell’atto notorio gli eredi possono far ricorso alla “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” e in particolare all’Allegato 1 in caso di unico erede oppure all’Allegato 2 in caso di più eredi;
  • dichiarazione firmata da tutti gli eredi, con espressa autorizzazione dell’incasso all’erede designato. Ciò si rende necessario quando ci sono più eredi legittimati al rimborso e uno solo di essi viene autorizzato a riscuotere la somma. In particolare occorre compilare l’Allegato 3 per il Bonifico Postale Domiciliato, l’Allegato 4 per l’assegno e l’Allegato 5 per il bonifico;
  • fotocopia codice fiscale e fotocopia documento di riconoscimento in corso di validità di ciascun erede.

E' importante indicare un recapito telefonico e un indirizzo e-mail (se disponibile) per eventuali contatti, chiarimenti e /o comunicazioni.

Tutta la documentazione citata potrà essere inviata:

  • via fax al numero 02 32952237 (Ufficio Rimborsi)
  • per posta a: ENGIE Italia S.p.A. Ufficio Rimborsi – Via Chiese, 72 - 20126 Milano.

Tags:  disdetta luce disdetta gas

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità