Come contestare la parcella di un professionista

Può capitare di ricevere dal proprio dentista oppure dal proprio avvocato o dal commercialista una parcella che lascia non poche perplessità. I motivi possono essere diversi: ad esempio il pagamento che viene richiesto è di molto superiore a quanto tra concordato in precedenza, oppure l'importo non può giustificarsi in relazione all'attività svolta dal professionista, oppure nella parcella non compare il dettaglio delle singole prestazioni professionali svolte, la qual cosa impedisce di verificare la corretta applicazione da parte del professionista delle tariffe vigenti.

Premesso che per evitare brutte sorprese è sempre meglio farsi rilasciare dal professionista un preventivo scritto, il consiglio di fronte ad una situazione del genere è quello di contestare senza indugio la parcella (questo il fac simile), dichiarandosi da subito disponibili ad una soluzione amichevole della questione.

Se non si ottiene alcun riscontro o le spiegazioni fornite non convincono allora è meglio rivolgersi all'Ordine Professionale per i più opportuni chiarimenti e provvedimenti.

Documenti correlati



38555 - Luca
26/04/2015
Vorrei contestare la parcella del mio avvocato, di 1 centesimo, solo, per riempire il Giudice di cartacce. Qualcuno mi può aiutare con un copia/incolla del testo? Rispondere solo a: luca.grassi.68@gmail.com Urgente.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata