BlaBlaCar: cos’è e come funziona

blablacar, blablacar italia

Negli ultimi 10 anni abbiamo assistito alla nascita e all’ascesa di servizi come il car sharing e il car pooling, entrambi facilmente accessibili online, che oggi contano migliaia e migliaia di utenti. Visto il successo ottenuto, sembra proprio che i concetti di condivisione e fiducia saranno al centro dell’economia virtuale dei prossimi anni. Soprattutto perché, se da una parte chi acquista lucra un risparmio, dall’altro chi condivide guadagna. Uno di questi servizi è BlaBlaCar, che consente a chi possiede un’automobile e deve percorrere una tratta medio-lunga, di mettere a disposizione i posti liberi, così da condividere le spese con chi va nella stessa direzione. Vuoi saperne di più? Continua a leggere questo articolo, nel quale ti spiegheremo in tutta semplicità come funziona BlaBlaCar Italia, come viaggiare risparmiando e anche come risolvere eventuali problemi.

BlaBlaCar: cos’è

BlaBlaCar è una piattaforma online, la più importante d’Italia nella condivisione di tragitti in auto. Iscrivendoti al sito, infatti, puoi ospitare viaggiatori nella tua auto, dividendo con loro le spese del viaggio, oppure puoi essere a tua volta ospitato, acquistando il passaggio tramite il servizio di prenotazione, presente sul portale stesso. Più di 35 milioni di persone sono iscritte a BlaBlaCar e di media ogni trimestre sono 10 milioni i viaggiatori che condividono il proprio viaggio con altri utenti.

Utilizzando BlaBlaCar abbatti i costi del viaggio, riduci le emissioni di anidride carbonica e condividi la tratta con nuovi compagni di viaggio.

Car pooling: BlaBlaCar e la condivisione della propria auto

Il servizio offerto da BlaBlaCar consiste nel mettere in contatto gli utenti che partono alla volta della propria destinazione e che vogliono condividere le spese e l'esperienza del viaggio con altre persone. Questa pratica si chiama car pooling, una forma di condivisione di un’automobile privata da parte del proprietario nei confronti di altri soggetti, che hanno come scopo quello di spostarsi da una città all’altra, riducendo i costi del viaggio. Il car pooling favorisce la cosiddetta “mobilità sostenibile”, in quanto permette di ottimizzare l’uso di un mezzo di trasporto, riducendo il traffico sulle strade cittadine e suburbane e quindi le emissioni dannose per l’ambiente.

BlaBlaCar: come funziona

Ricordi l’ultimo viaggio in macchina fatto tra amici? Quando, una volta arrivati a destinazione, vi siete divisi le spese per la benzina e l’autostrada? Ecco, BlaBlaCar funziona allo stesso modo, solo che chi mette a disposizione l’auto decide il prezzo della tratta, mentre chi ha bisogno di un passaggio, prenota il proprio posto a bordo effettuando il pagamento direttamente sul portale di BlaBlaCar.

Qualora volessi iniziare ad utilizzare BlaBlaCar, la prima cosa da fare sarebbe quella di iscriverti al portale. La procedura è semplicissima e veloce. Non devi far altro che collegarti al sito www.blablacar.it e cliccare su Iscriviti. A quel punto potrai utilizzare il tuo profilo Facebook oppure potrai inserire un indirizzo email e una password. Poi dovrai indicare un numero di cellulare, di modo da poter essere contattato dai tuoi futuri compagni di viaggio, dopo aver effettuato la prenotazione di un passaggio. Il numero di telefono, inoltre, è molto importante ai fini della sicurezza e dell’affidabilità del servizio offerto da BlaBlaCar.

Dopo essere entrato come utente registrato nel sito potrai scegliere se offrire un passaggio oppure cercare un passaggio.

Qualora offrissi un passaggio, dovresti cliccare sull’apposito pulsante blu, che trovi sulla homepage e compilare il form con tutte le informazioni relative al tuo viaggio: quando parti, da dove parti, qual è la tua destinazione e quali sono le tappe intermedie. Cliccando su “Prosegui” poi, il sistema eseguirà una stima del costo del viaggio per persona, considerando anche la media dei prezzi pubblicati da altri utenti, di modo che il prezzo proposto non sia né troppo oneroso, né troppo ridotto rispetto agli altri annunci. Ad esempio, un passaggio da Milano a Genova viene proposto al prezzo di 7 euro.

È tua facoltà aggiungere anche una breve descrizione di te stesso, del tuo veicolo e del tuo modo di viaggiare: in questo modo gli utenti in cerca di un passaggio saranno incentivati a fidarsi di te. Infine devi accettare i termini, le condizioni economiche e l’informativa sulla privacy, devi dichiarare di avere più di 18 anni, la patente di guida e un’automobile coperta da rc auto. Conferma e il gioco è fatto.

Al contrario, se hai bisogno di un passaggio (sei di Pescara e fra una settimana hai un importante appuntamento di lavoro a Milano), puoi cercarlo in pochi click, inserendo il punto di partenza (Pescara), quello di arrivo (Milano) e la data (13/09/2017), per poi cliccare su “Trova passaggio”. Verrai reindirizzato sulla pagina relativa ai risultati della ricerca, nella quale potrai visualizzare il profilo di tutti gli utenti che partono o fanno tappa nella tua città prima di arrivare a destinazione (la quale non deve essere per forza la tua, l’importante è che facciano tappa lì). Ti basterà selezionare il profilo che più soddisfa le tue esigenze, contattarlo per ricevere eventuali delucidazioni oppure prenotare direttamente il tuo posto in auto.

Il sistema ti permette di effettuare il pagamento tramite carta di credito, carte prepagate e Paypal (se non lo hai mai utilizzato, ti invitiamo a leggere la guida “Paypal: cos’è e come funziona”). Dopo aver prenotato, riceverai un messaggio di posta elettronica che conferma il buon esito della procedura; inoltre dopo la prenotazione potrai anche ottenere il numero di telefono del tuo compagno di viaggio, in modo da poterlo contattare al di fuori del servizio di messaggistica presente sul portale.

Puoi implementare e modificare le informazioni sul tuo profilo, quando vuoi, in pochi minuti. Puoi escludere o includere la presenza di animali a bordo, oppure specificare se è possibile fumare o meno all’interno della vettura. Infine, puoi specificare quanto ti piace chiacchierare, selezionando uno tra i tre livelli previsti dal sito: “Bla”, “Bla Bla” o “Bla bla bla”. Di certo parlare non è indispensabile, ma aiuta a rompere il ghiaccio e vivere un’esperienza di viaggio più piacevole.

BlaBlaCar per donne: ecco come viaggiare in un auto tutta in rosa

Utilizzare BlaBlaCar è facile e sicuro, tuttavia per una donna (specie se è al suo primo viaggio) potrebbe essere più rassicurante viaggiare su un’automobile con un gruppo di sole donne. Ecco perché BlaBlaCar ha studiato l’opzione Viaggio Rosa, un filtro che è possibile applicare sia alla ricerca di un passaggio, sia nel caso in cui offrissi un passaggio in auto e prediligessi la compagnia femminile.

BlaBlaCar: limitazioni

Non tutti possono viaggiare con BlaBlaCar: innanzitutto per chiedere e offrire passaggi occorre essere maggiorenni, ovvero aver compiuto 18 anni di età. Nello specifico, i minori con età inferiore a 14 anni potranno viaggiare solo se accompagnati da un adulto, mentre qualora abbiano bisogno di un sistema di ritenuta (seggiolino) potrebbero viaggiare solo se chi offre il passaggio possiede un dispositivo adeguato, chiaramente omologato, dunque a norma.

Al contrario, se il minore ha 14 anni o più e ha necessità di viaggiare da solo, il genitore (o tutore legale) potrebbe effettuare la richiesta del passaggio dal suo profilo personale e chiedere al conducente l’adeguata approvazione. Nel caso lo ritenesse opportuno, chi guida può anche chiedere ai genitori (o tutori) del minore di firmare questo modello di liberatoria per trasporto minori con Blablacar, disponibile gratuitamente su Moduli.it.

La seconda limitazione riguarda l’utilizzo di BlaBlaCar per viaggi all’estero. Puoi prenotare un passaggio dal tuo profilo su tutte le piattaforme, sia quella italiana, sia quelle estere. Attenzione però, BlaBlaCar non è presente in tutti i paesi, ma soltanto in Russia, Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Paesi Bassi e Polonia.

BlaBlaCar: recensioni degli utenti

Al giorno d’oggi quasi tutte le piattaforme che offrono dei servizi online (come UberAirbnb o altri portali dedicati ad esempio allo scambio case, all'house sitting oppure alla prenotazione voli ed hotel) permettono agli utenti di valutarsi fra loro, lasciando dei feedback positivi o negativi dopo aver fruito di un certo servizio. Anche per BlaBlacar godere di una buona reputazione online è di primaria importanza, dunque consentire a ciascun utente di esprimere una valutazione nei confronti di un altro utente dopo aver ricevuto un passaggio (è/non è attento alla guida, è/non è puntuale, è/non è educato, ecc.), è fondamentale per innalzare il livello di fiducia e di affidabilità verso il servizio.

Ogni viaggiatore, infatti, ha un certo livello di esperienza, che parte da Principiante e arriva ad Ambasciatore. I livelli di esperienza rappresentano sia la qualità del servizio offerto, sia la praticità nell’utilizzo del portale, di fatti nel calcolo vengono considerati sia il numero di feedback ricevuti, sia la data d’iscrizione e le informazioni aggiunte al profilo personale.

Se hai un livello basso, ti consigliamo di evolverlo, partendo proprio dall’aggiunta di informazioni nel tuo profilo personale. In secondo luogo, dovrai iniziare a viaggiare con BlaBlaCar, di modo da accumulare feedback, meglio se positivi. Ricorda che è possibile recensire sia i conducenti, sia i passeggeri, ciò vuol dire che i conducenti devono cercare di essere puntuali, rispettare il Codice della Strada ed essere ospitali con i passeggeri; i passeggeri, di contro, devono cercare di essere affabili, chiaramente puntuali, rispettando quelle che sono le regole del conducente (ad esempio se non sono permessi animali a bordo, evitare di viaggiare col gatto o con il cane, anche se di piccola taglia).

BlaBlaCar: assicurazione

Chi utilizza BlaBlaCar deve avere un’automobile chiaramente provvista di polizza RCA. (Leggi “Auto senza assicurazione? Ecco le conseguenze”). Tutti i passeggeri sono chiaramente coperti dall’assicurazione, ma qualora avessi dei dubbi e delle domande, ti consigliamo di rivolgerti direttamente alla tua compagnia assicurativa o di rileggere le condizioni generali stabilite al momento della sottoscrizione o modificate nel corso del tempo. Ad ogni modo BlaBlaCar ha stipulato un accordo con AXA Assicurazione, offrendo a tutti gli utenti una copertura aggiuntiva, totalmente gratuita, che copre tutti i viaggi effettuati tramite la prenotazione online.

La copertura della polizza AXA riguarda:

1. Assistenza stradale e trasporto a destinazione - in pratica sei coperto in caso di guasto meccanico, incidente, atti di vandalismo, incendio, furto o tentato furto, gomma forata, batteria scarica, esaurimento del carburante, malessere del conducente;
2. Tutela legale - ciò vuol dire che nel malaugurato caso rimanessi coinvolto in un sinistro stradale, potresti ricevere assistenza legale telefonica e a una copertura delle spese legali derivanti dall’incidente fino a un massimo/limite di 10.000 euro;
3. Oggetti dimenticati a bordo - significa che se dimentichi un oggetto a bordo dell'auto del conducente, questo è coperto dall’assicurazione.

Hai intenzione di iscriverti a Blablacar ma ritieni che la tua polizza auto non sia adeguata? Ad esempio il massimale previsto per il risarcimento è troppo basso, oppure c'è la possibilità che la compagnia assicurativa possa pretendere la restituzione di quanto pagato in termini di risarcimento (rivalsa) o la polizza prevede casi in cui la copertura non è operante (esclusioni). Bene in questi casi non resta che attendere la scadenza annuale, recarsi presso una nuova agenzia o consultare uno dei tanti siti ”comparativi” (chiarezza.it, comparameglio.it, facile.it, segugio.it, 6Sicuro.it, supermoney.it, ecc.) e sottoscrivere una nuova polizza. Tutto questo non prima però di aver letto “Polizza Rc auto: ecco a cosa stare attenti per scegliere la migliore”.

Bla Bla Car: cosa fare in caso di esperienze negative

Se, dopo aver prenotato un viaggio con BlaBlaCar hai avuto problemi, puoi segnalarli al sistema. Questa opzione è valida sia per i conducenti che per i passeggeri, i quali possono anche inoltrare un reclamo e ricevere il rimborso, totale o parziale, della somma versata.

Come si invia una segnalazione?

Nello specifico, puoi inviare una segnalazione sia se il passeggero non si presenta all’incontro, sia se a non presentarsi è il conducente. Entro le 24 ore successive all’orario di partenza concordato, è opportuno accedere al proprio account e cliccare sul tasto “Non ho viaggiato con xxx”. Dopodiché si aprirà la procedura di reclamo.

Entrambe le parti possono reclamare: il conducente può chiedere di ricevere l’accredito nonostante il passeggero non si sia presentato (a patto che quest’ultimo confermi la versione dei fatti o non risponda nei 7 giorni successivi il reclamo); il passeggero, invece, può reclamare per farsi rimborsare la somma corrisposta a titolo di pagamento, tramite la prenotazione online sul sito di BlaBlaCar.

Come si cancella un viaggio o una prenotazione?

Il passeggero può annullare la prenotazione fino a 30 minuti prima dell’orario previsto per la partenza. Chiaramente, il posto a sedere in auto viene automaticamente rimesso a disposizione per una successiva prenotazione. Attenzione però: se la cancellazione avviene oltre le 24 ore prima della partenza, il passeggero otterrà il rimborso totale per la prenotazione, mente se la cancellazione avviene nelle 24 ore prima della partenza sarà possibile ottenere un rimborso pari al 50% della somma pagata. L’altro 50% verrà, invece, accreditato al conducente, dato che la possibilità di trovare un altro passeggero si riduce notevolmente.

Al contrario, il conducente può annullare il viaggio, cancellando l’annuncio su BlaBlaCar e informando il sistema quanto prima, di modo che i passeggeri vengano avvisati e possano ricevere il rimborso della prenotazione.

Come si inoltra un reclamo?

Gli utenti di BlaBlaCar possono inviare un reclamo se si trovano in una di queste spiacevoli situazioni:

1. Non hanno effettuato il viaggio previsto, perché il conducente non ha annullato da parte sua l’offerta di passaggio;
2. Non sono riusciti ad annullare la tua prenotazione prima della partenza;
3. Vogliono segnalare un problema che hanno avuto durante il viaggio;
4. Il viaggio non è avvenuto per altri motivi.

Ricorda: il reclamo deve essere effettuato tramite il proprio account, entro 24 ore dalla data del viaggio, altrimenti non sarà possibile ottenere alcun tipo di rimborso. In pratica non devi far altro che collegarti al sito www.blablacar.it, accedere al tuo profilo con le credenziali o tramite il profilo Facebook e aprire la pagina relativa alle prenotazioni. Da lì potrai effettuare sia i reclami, sia le segnalazioni. Qualora avessi dubbi e perplessità, ti consigliamo di leggere accuratamente la sezione relativa alle FAQ, ovvero le domande più frequenti, alle quali il team di BlaBlaCar ha risposto con efficienza e precisione.

Car pooling e Car sharing: quali differenze

Il car pooling si distingue dal “car sharing”, un servizio che consente di noleggiare su prenotazione un’auto di proprietà di terzi, generalmente per un periodo di tempo breve ed in contesti urbani, pagando in ragione dell'utilizzo effettuato (CAR2GO, Enjoy, ecc.). Dunque una forma di condivisione dell’auto anche questa, ma con il car pooling le persone viaggiano insieme nella stessa auto di proprietà di uno dei viaggiatori e non pagano alcun canone di noleggio, ma dividono semplicemente tra loro le spese di viaggio.

Il car sharing si distingue dal tradizionale noleggio (Avis, Europcar, Hertz, ecc.) per tanti aspetti tra cui:
- la prenotazione, l’attivazione e la riconsegna dell’auto sono attuate dall’utente in maniera totalmente autonoma (dunque senza l’intermediazione di un’agenzia), generalmente attraverso l’utilizzo di una App. Occorre chiaramente registrarsi preventivamente al servizio;
- l'auto può essere noleggiata anche per brevissimi tragitti, dunque anche per pochi minuti;
- basta guardare la mappa per vedere i veicoli disponibili nelle vicinanze o nella zona che interessa;
- è possibile prendere e parcheggiare l’auto a noleggio ovunque sia consentito all’interno dell’area di copertura che prevede specifici parcheggi riservati al servizio. Così è possibile prelevare l'automobile in aeroporto e lasciarla in un luogo diverso a fine corsa, a disposizione di altre persone;
- il costo del carburante è compreso nel costo di utilizzo del veicolo.

Diverso dal concetto di car sharing e di car pooling è il servizio di noleggio con conducente. Un esempio eccellente in tal senso è Uber. Si tratta di un servizio di trasporto privato che utilizza un'applicazione mobile con cui mette in collegamento diretto passeggeri e autisti. In pratica la App rileva tramite GPS l'autista più vicino a te e invia una richiesta di passaggio. Nel momento in cui la richiesta viene accettata dall'autista, Uber provvede a processare il pagamento e ad inoltrare una notifica alle parti (leggi "Uber: cos’è, quanto costa e come diventare autista").
Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata