Come reclamare in caso di disagi occorsi in autostrada

reclamo autostrade, reclamo disagi autostrada

Se vi è capitato di subire disagi in autostrada potete inviare alla società che gestisce quella rete autostradale un reclamo scritto o una richiesta di risarcimento danni. Questo il fac simile che potete utilizzare. Se tuttavia vi ritenete insoddisfatti della risposta e l’ente gestore è Autostrade per l'Italia S.p.A., sappiate che in virtù di un accordo siglato con le Associazioni dei Consumatori Adoc, Adiconsum, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, potete risolvere, in via stragiudiziale, in modo semplice, gratuito e rapido alcune tipologie di controversie.

La domanda di conciliazione può essere presentata unicamente compilando questo apposito modulo, indicando la causale oggetto della tipologia di controversia e allegando copia del reclamo inviato ad Autostrade per l'Italia e della relativa risposta ricevuta.

La domanda di conciliazione può essere presentata limitatamente alla soluzione delle seguenti tipologie di controversie:

1. danno causato da urto della sbarra della pista Telepass di accesso/uscita dei caselli autostradali contro il veicolo dell’utente per errore di funzionamento degli impianti 2. sinistro causato da buca o dissesto del manto autostradale ove sia accertata la responsabilità di Soc. Autostrade per l’Italia 3. danno causato da caduta di oggetti distaccatisi da strutture autostradali 4. danno da investimento di animali o oggetti non rimossi tempestivamente dalla rete autostradale a cura di Autostrade per l’Italia rispetto al momento della prima conoscenza dell’evento 5. errato calcolo del pedaggio 6. mancato inserimento di promozione 7. rapporto di mancato pagamento del pedaggio ove sia completata la fase di accertamento controllato da Autostrade per l’Italia per il tramite di Esse di Esse S.p.A. 8. mancata o ritardata registrazione in banca dati della restituzione, furto o smarrimento del Telepass o della Viacard 9. errata assegnazione di Telepass ad un cliente 10. errata revoca del servizio Telepass o Viacard 11. errata apertura conto Telepass Viacard 12. mancata e/o ritardata spedizione del Telepass e/o tessera Viacard

É possibile inviare il modulo tramite le Associazioni dei Consumatori aderenti o direttamente ad Autostrade per l’Italia attraverso: - raccomandata a/r inviata ad Autostrade per l'Italia Ufficio di Conciliazione - Via Bergamini 50 - 00159 Roma - fax al numero 06.43632180 - e-mail all'indirizzo conciliazione@autostrade.it mettendo in allegato tutta la documentazione

Il cliente potrà indicare una delle Associazioni firmatarie del Regolamento di Conciliazione cui conferire il mandato, in assenza di indicazione la pratica sarà assegnata ad una delle Associazioni secondo un criterio di rotazione.

La richiesta di conciliazione viene esaminata da una Commissione di Conciliazione composta da un "Conciliatore" di Autostrade per l'Italia e/o di Telepass S.p.A. e da un "Conciliatore" di una delle associazioni dei consumatori scelto dal cliente ovvero da Autostrade per l'Italia. In caso di accordo tra le parti la conciliazione si conclude con la definizione del relativo rimborso. Il cliente è libero di accettare o di rifiutare la soluzione proposta.

La procedura dovrà avere una durata non superiore a 120 gg.

Documenti correlati



49320 - Giuseppe
12/05/2017
Mi trovo sulla A 14 voglio segnalare due cose, 1 - è sempre interrotta. 2 - il tratto da Francavilla a Pescara Ovest-Chieti non c'è un minimo di segnale telefonico. Grazie

49313 - Salvatore
12/05/2017
Come mai è già la seconda volta che trovo chiuso il casello di uscita a Fiorenzuola tratta Parma Piacenza e non viene segnalato?

49279 - anna
11/05/2017
Scusate,oggi 9 maggio 2017 mio figlio è bloccato sulla A14, sono 13 ore che guida. Ma secondo voi quando c'è un incidente perché continuate a far entrare macchine e non fate in modo che chi si trova immesso possa tornare indietro???

49152 - nicoletta
24/04/2017
A mia insaputa, ovvero senza essermene accorta, nel tratto di superstrada milano-como, mi sono immessa nella pedemontana dove non c'è alcun modo di pagare il pedaggio che ti arriva a casa maggiorato del 50%. Questa mi sembra un vera beffa perché nessuna segnalazione indica l'ingresso in pedemontana e in ogni caso ci vorrebbero dei caselli per il pagamento alle uscite.

48955 - stefania
08/04/2017
Perché dover pagare la tratta autostradale Vasto nord-Pescara ovest?? Continui rallentamenti, cambio di corsie e birilli senza la presenza di un operaio! Tutto questo da molti mesi ormai. ... è un furto?? VERGOGNA!!!!!

48880 - Giuseppe
31/03/2017
Buonasera, vorrei sapere perché sulla A14 (tratto Pescara-Vasto) ci sono continuamente restringimenti della carreggiata dovuti a lavori durante tutto l'anno, senza nessuna presenza di operai. È una vergogna non poter utilizzare le due corsie di marcia per chilometri e chilometri.

48705 - Redazione
13/03/2017
Barbara, è la società che gestisce il tratto autostradale l'unica responsabile della manutenzione, dunque se può provare quanto le è accaduto (ha per caso effettuato delle foto?), il consiglio è di sporgere un reclamo scritto.

48699 - Barbara B.
11/03/2017
Buonasera, stamane transitando in A14 verso Cattolica mi è successo di evitare numerosi oggetti e altro sul manto stradale ma uno, malauguratamente, ha colpito la mia auto. Stessa cosa al ritorno in A1 all'altezza di Modena Sud, un oggetto ha colpito la mia auto rovinando il sottoscocca. Considerando i prezzi di autostrade per l'Italia decisamente notevoli vorrei sapere se è possibile che si trovi tanta roba così sul fondo stradale.. Immagino che il servizio di pulizia e sgombro lo si effettui ma credo che con quello che si paga nn è affatto sufficiente. La mia auto è nuova e in questo caso chi risarcisce i danni? Sono veramente dispiaciuta..

48590 - Vincenzo B.
02/03/2017
Ancora oggi ho vrificato delle inconcludenze sulla A1 tratto roma napoli. Mi chiedo perchè in un tratto di autostrada a 3 corsie sia vigente un limite orario di 100 km/h fino quasi a frosinone. Per tanti chilometri il segnale non è ripetuto come per codice anzi viene interrotto da cantieri temporanei che iniziano indicando un limite a 110. Roba da striscia la notizia

48553 - Maria
25/02/2017
Buon giorno. Mi chiamo Maria e sono di Capri. Io e la mia famiglia siamo arrivati verso le 13 50 a Montecatini terme arrivati al casello per pagare il pedaggio mio marito ha chiesto quanto doveva pagare e lo ha chiesto due volte. Per risposta il signore (se così si può definire), gli ha risposto che non eravamo a napoli e che le cose si fanno subito. Se queste persone devono stare in un posto pubblico pagato anche da me, come dice lui che sono di Napoli, beh dovrebbe avere un po' più di rispetto. Perché dovremmo fare anche noi lo stesso quando le altre persone di altre regioni arrivano a napoli. Ma visto che noi siamo persone molto educate non ci permetteremo mai di rispondere in quel modo. Anzi le posso dire che io vivo e lavoro a Capri e non ci sogneremmo mai di rispondere così a dei turisti. La prego quindi di far capire a quel signore e a molti altri come lui che si comportassero in modo corretto ma soprattutto rispettosi per le persone chiunque essere siano. La ringrazio. Maria da Capri.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata