Chiudere conto BNL: modelli Word, PDF

Formati
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Da questa scheda si può scaricare il fac simile con cui comunicare la chiusura conto BNL nel caso in cui il correntista non voglia o non possa recarsi direttamente in filiale.

Quando può essere richiesta la chiusura conto BNL

Il conto corrente che si è provveduto ad aprire presso la Banca Nazionale del Lavoro, passata nel 2006 sotto il controllo del gruppo francese BNP Paribas, può essere chiuso in qualsiasi momento, senza penalità e senza spese di chiusura del conto.

A tal fine è sufficiente che il modulo chiusura conto BNL, debitamente compilato e firmato, venga recapitato (a mano o tramite raccomandata) presso la filiale della banca presso cui risulta aperto il conto.

Chi può chiudere il conto BNL

Chiaramente è solo l'intestatario che può disporre la chiusura del conto corrente. Se questo risulta intestato ad una società, può provvedervi il suo rappresentante legale o un altro soggetto da lui delegato.

Se il conto, invece, risulta cointestato (ad esempio a marito e moglie), occorre verificare se le operazioni sono “a firme disgiunte” oppure no. Nel primo caso la richiesta di chiusura potrà essere presentata anche da uno solo dei soggetti cointestatari, mentre nel secondo caso ("firme congiunte") il modulo dovrà essere sottoscritto da tutti i cointestatari.

Cosa fare prima di ordinare la chiusura del conto

Prima di recarsi in filiale o spedire il modulo di chiusura conto BNL occorre verificare con attenzione quanti e quali servizi sono ad esso associati: accredito dello stipendio, addebito delle utenze, pagamento del canone di locazione, addebito del Telepass e via discorrendo.

Se questi servizi vanno mantenuti è necessario - prima di richiedere a BNL la chiusura - fare in modo di:

  • aprire un nuovo conto, scegliendolo in base alle proprie esigenze e dopo avere confrontato bene le condizioni offerte dalle varie banche;
  • valutare quali servizi effettivamente trasferire sul nuovo conto;
  • richiedere alla nuova banca di trasferire sul nuovo conto i "pagamenti continuativi" (bollette, pagamenti rateali, stipendio, ecc.) ed eventualmente il "dossier titoli".

E' doveroso sottolineare che la nuova e la vecchia banca devono fornire al cliente - gratuitamente e in modo chiaro e completo - tutte le informazioni necessarie per agevolare il trasferimento.

Il nuovo conto consente tra l'altro di trasferire l’eventuale saldo residuo presente sul vecchio conto BNL.

Tempi di chiusura del conto BNL

Le tempistiche, che decorrono dalla data in cui la richiesta è completa, variano in funzione degli eventuali rapporti collegati al conto corrente:

  • 20 giorni lavorativi in presenza del solo c/c;
  • 30 giorni lavorativi in presenza della carta di bancomat;
  • 40 giorni lavorativi in presenza del dossier titoli;
  • 50 giorni lavorativi in presenza di servizi di pagamento collegati (es. carte di credito);
  • 50 giorni lavorativi in presenza di servizi Viacard e/o Telepass.

La richiesta di chiusura può essere sospesa nel caso in cui, dopo la presentazione della stessa, subentrino elementi ostativi come pignoramenti, sequestri, successioni, ecc.

Il cliente può richiedere la chiusura del conto anche per il tramite della nuova banca ai sensi Decreto Legislativo n. 37/2017, che disciplina il servizio di “Trasferimento dei servizi di pagamento connessi al conto di pagamento”. In questo caso i tempi previsti dalla legge per il trasferimento del conto di pagamento è fissato in 12 giorni lavorativi.

Cosa fare dopo aver ordinato la chiusura conto BNL

Contestualmente alla richiesta di chiusura, occorre provvedere alla restituzione:

  • della carta bancomat e della carta di credito tagliate e rese inutilizzabili (taglio lungo la banda magnetica e cip elettronico);
  • degli assegni non utilizzati. Si raccomanda di non firmare mai assegni dopo la richiesta di estinzione, visto che si rischierebbe di essere segnalati alla Centrale Allarme Interbancaria (CAI) per “emissione di assegno in mancanza di autorizzazione”;
  • delle chiavi o delle tessere magnetiche relative alle cassette di sicurezza;
  • dei dispositivi relativi al servizio di home banking.

Problemi con la chiusura conto corrente BNL

Se i tempi di chiusura non vengono rispettati, se vengono applicate commissioni non dovute o se sorgono complicazioni legate al dossier titoli, la cosa più saggia da fare è quella di recarsi personalmente in filiale o parlare a telefono con un responsabile. 

Se le spiegazioni fornite non soddisfano, meglio predisporre un reclamo BNL per iscritto. Un passaggio questo che potrà consentire al cliente, nel caso in cui la problematica non si risolva, di proporre ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario o al Conciliatore Bancario.

Tags:  conto corrente banche

Foto
Flickr
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità