`

Come avere copia testamento olografo pubblicato

Secondo la legge chiunque può avere copia del testamento pubblicato, rivolgendosi allo stesso notaio che ha stipulato l'atto oppure - in caso di cessazione dell’attività o di un suo trasferimento presso un altro distretto notarile - attingendo all'Archivio Notarile. Ma vediamo nel dettaglio le modalità e i costi da sostenere. 

Pubblicazione del testamento: in cosa consiste

Come sapere se esiste un testamento una volta che la persona è deceduta è un tema che abbiamo già affrontato e tutto sommato è un'operazione relativamente semplice. Si è detto in quella occasione che maggiori difficoltà potrebbero riscontrarsi nel solo caso in cui la persona avesse redatto un testamento olografo e non lo avesse consegnato al notaio, ma conservato in un luogo segreto o dato in custodia ad una persona di fiducia.

Ad ogni modo la legge dispone che chiunque risulta in possesso di un testamento olografo deve presentarlo a un notaio per la pubblicazione, nel momento in cui ha notizia della morte del testatore (art. 620 c.c.). Chi non lo fa o distrugge il testamento commette un reato (art. 490 del codice penale).

Che sia olografo o segreto con la morte del testatore il testamento deve essere pubblicato. La pubblicazione consiste in un atto notarile attraverso il quale il testamento viene reso conoscibile a chiunque. Ricordiamo che la pubblicazione del testamento può essere richiesta da chiunque e non comporta l'accettazione tacita dell'eredità. 

La pubblicazione del testamento avviene in presenza di due testimoni che, eventualmente insieme alla persona che ha presentato il testamento, sottoscrivono il verbale redatto dal notaio nella forma di atto pubblico. A questo punto al notaio non resta che trasmettere la copia autentica del verbale di pubblicazione del testamento alla cancelleria del tribunale competente in base all’ultimo domicilio del defunto, ove chiunque può chiederne copia (art. 622 c.c.).

Come avere copia testamento pubblicato

Fatta questa premessa, chi volesse leggere il contenuto del testamento e soprattutto ricevere copia del testamento pubblicato cosa dovrebbe fare in concreto? Semplice: rivolgersi allo stesso notaio che ha pubblicato il testamento.

Il notaio non può rilasciare l’originale dell’atto, ma solo una sua copia autenticata che comunque ha lo stesso valore giuridico dell’originale. Chiaramente il notaio non può rilasciare una copia conforme di un atto di un altro notaio.

Nel caso in cui fossero trascorsi diversi anni e quest’ultimo avesse cessato l’attività o si fosse trasferito in altro distretto notarile, sarebbe necessario rivolgersi all’Archivio Notarile competente. In proposito segnaliamo ARCHINOTA, l’archivio che consente di ricercare dove sono conservati gli atti notarili. 

Una volta individuato l'archivio notarile dove è depositato l’atto, non resta che compilare e presentare (se non ci si vuole recare di persona) questo

Il notaio non può rifiutarsi di rilasciare una copia conforme del testamento, a meno che

  • la richiesta di copia del testamento pubblico o olografo depositato non pervenga da soggetti diversi dal testatore quando quest’ultimo è ancora in vita;
  • il notaio non abbia ricevuto il pagamento dei relativi diritti;
  • il notaio non abbia ottenuto il pagamento della sua parcella al momento della pubblicazione dell’atto;
  • l’atto non sia stato ancora registrato presso la competente Agenzia delle Entrate.

Questi infine i costi di una copia autentica

  • diritto fisso di 18 euro;
  • diritto di 1,5 euro per ogni facciata di 25, aumentato fino a 3 euro nei casi di rilascio con urgenza entro i cinque giorni.

Al totale occorre poi aggiungere l’IVA.  L’apposizione delle marche da bollo non è dovuta nel solo caso in cui la richiesta viene effettuata ai soli fini fiscali.

I costi di ricerca e rilascio copie dall’Archivio notarile sono riportati nel post che abbiamo dedicato alla copia atto notarile.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio