Modulo delega conto corrente

Descrizione

La delega conto corrente o delega bancaria non è altro che un documento con cui l'intestatario di un conto corrente (delegante) autorizza la banca a consentire ad un soggetto terzo (delegato) di effettuare determinate operazioni in suo nome e per suo conto: versamento o prelevamento contanti, ritiro del libretto degli assegni e così via.

Delega conto corrente: di cosa si tratta

La delega conto corrente, bancario o postale che sia, è un atto con cui permetti formalmente al coniuge, ad un familiare, al tuo avvocato, al tuo socio o a qualsiasi altra persona di assoluta fiducia, di effettuare operazioni sul conto corrente intestato a tuo nome.

Attenzione: la delega bancaria non è un via libera all’utilizzo del tuo conto, ma un’autorizzazione a svolgere determinate mansioni al posto tuo. Se, ad esempio, tu fossi via per un viaggio di lavoro all’estero, ma avessi bisogno di effettuare determinate operazioni sul conto, potresti delegare una persona di fiducia a fare questo per te e risolvere facilmente il problema. 

Normalmente al delegato vengono affidate operazioni che attengono alla gestione ordinaria del conto: pagamento mediante F24, ritiro del carnet di assegni, ordine di bonifico, versamento di contanti e/o assegni. Altre operazioni come la gestione della cassetta di sicurezza o il portafoglio titoli, invece, sono riservati esclusivamente al titolare del conto e all'eventuale cointestatario. Sicuramente una cosa che il delegato non può fare è chiudere il conto corrente. 

È molto semplice effettuare la delega bancaria. Dopo aver individuato la persona di fiducia, infatti, non resta che compilare il modello delega conto corrente riportando i dati dell'intestatario del conto (delegate) e del soggetto delegato e specificando le operazioni a cui quest'ultimo è autorizzato. Fatto questo non resta che presentarsi in filiale o inviare il modulo di delega conto corrente tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento.

Differenza tra delega conto corrente e cointestazione

Di primo acchito potrebbe sembrare che non ci sia alcuna differenza fra delegato e cointestatario, visto che entrambi possono operare sul conto. In realtà la differenza esiste e come: si parla di cointestazione quando, ad esempio, marito e moglie risultano intestatari di un conto corrente. Entrambi risultano proprietari delle disponibilità presenti sul conto e ciascuno può impartire - a firma congiunta o disgiunta - disposizioni: versamenti, prelevamenti, pagamenti, ecc. Con la cointestazione di un conto corrente, inoltre, gli intestatari assumono la qualità non solo di creditori ma anche di debitori dei saldi di conto. Questo significa che in presenza di un saldo negativo, entrambi risultano solidalmente responsabili nei confronti della banca e di eventuali terzi.

Il delegato, invece, non risulta proprietario delle disponibilità presenti sul conto, ma è semplicemente un soggetto autorizzato a compiere delle operazioni.

Si tratta di una differenza sostanziale che emerge in maniera chiara con la separazione. In questo caso se, ad esempio, la moglie fosse stata delegata dal marito ad operare sul conto anziché essere inserita come intestataria del conto stesso, con la separazione quest'ultima non potrebbe vantare alcuna pretesa sulle giacenze di conto, specie nel caso in cui il marito intestatario avesse nel frattempo provveduto a prelevare l'intero importo e a chiudere il conto. Per contro se fosse la moglie a svuotare il conto, il marito potrebbe accusarla di appropriazione indebita.

Ad ogni modo in caso di cointestazione, una eventuale delega bancaria nei confronti di un terzo soggetto, dovrebbe essere approvato da entrambi gli intestatari del conto.

Come compilare il modulo delega conto corrente

Compilare il modulo delega conto corrente è davvero semplicissimo. Quello che puoi scaricare in fondo alla pagina è in formato DOC, quindi può essere modificato utilizzando un semplice programma di scrittura. Nella prima parte del testo è contenuta la dichiarazione di delega, con l’indicazione dell'intestatario del conto e del soggetto delegato (dati anagrafici, codice fiscale, numero di conto corrente, ubicazione della filiale, ecc.). In seguito dovrai indicare, barrando su ciascuna voce dell’elenco, quali sono le operazioni consentite al soggetto delegato:

  • ritirare contanti a seguito di assegno bancario/circolare emesso e girato dall'intestatario;
  • richiedere per conto dell'intestatario movimentazione e saldo rapporti;
  • ritirare documenti ed effetti con ordine a mezzo fax a carico dell'intestatario, previa autorizzazione per l’addebito in conto corrente;
  • ritirare assegni circolari richiesti dall'intestatario con addebito in conto corrente;
  • ritirare blocchetti di assegni bancari previa richiesta debitamente firmata dall'intestatario;
  • effettuare operazioni di versamento con distinta debitamente firmata.

Ricorda che, al presente modulo delega conto corrente, va sempre allegata una copia del documento d’identità in corso di validità del delegante. Il soggetto delegato, invece, dovrà presentare un documento in versione originale nel momento in cui si recherà presso la banca. 

Revoca delega conto corrente

Nel caso in cui la delega conto corrente ti fosse utile solo per un determinato periodo di tempo o nel caso in cui mutasse il rapporto di fiducia nei confronti del delegato, potresti sempre effettuare la revoca della delega. A tal proposito non dovresti far altro che redigere una lettera revoca delega conto corrente e presentarla o inviarla in filiale. L’impiegato modificherà le impostazioni relative al tuo conto, di modo da impedire al soggetto delegato di effettuare altre operazioni al posto tuo, in futuro. La delega conto corrente viene revocata automaticamente nel caso in cui il titolare del conto corrente venisse improvvisamente a mancare.

Se desideri approfondire l'istituto della delega leggi: “Modello delega: quando utilizzarlo e come compilarlo”.

Tags:  conto corrente banche delega procura

Formati     © Moduli.it
DOC
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità