Denunciare amministratore condominio alla Guardia di Finanza

Formati     © Moduli.it
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile di esposto, denuncia o querela alla Guardia di Finanza (o ai Carabinieri) che un cittadino può utilizzare nei confronti di un amministratore di condominio che si è reso responsabile di gravi irregolarità nella gestione.

Cattiva gestione dell'amministratore di condominio: cosa si può fare

Se un amministratore di condominio si rende responsabile di una cattiva gestione, i condomini possono chiedere la convocazione dell'assemblea al fine di farla esprimere sulla revoca del suo mandato. Questo il

Se trascorrono 10 giorni senza che l’amministratore abbia provveduto a fissare la data per la riunione, i condomini possono provvedere personalmente. L’oggetto sarà sempre lo stesso: revoca e nomina amministratore.

Della convocazione naturalmente verrà data rituale convocazione a mezzo raccomandata a.r. anche all’amministratore.

Se l'assemblea riuscirà a questo punto ad assumere una decisione a maggioranza, potrà essere formalmente trasmessa questa 

Se, invece, l'assemblea si pronuncerà per la conferma dell'amministratore, ai condomini resterà ancora un'arma: presentare

Ma attenzione perché tale iniziativa potrà essere promossa, anche da un solo condomino, solo in presenza di gravi irregolarità nella gestione.

Quando è possibile denunciare per inadempienza l'amministratore condominio

Se per condotte negligenti o superficiali o per scarso rendimento generalmente i condomini chiedono la revoca dell’amministratore di condominio e provvedono ad incaricare un nuovo professionista, in presenza di irregolarità che hanno rilievo penale gli stessi condomini possono denunciare l'amministratore all'Autorità Giudiziaria.

Facciamo qualche esempio:

  • l'amministratore si appropria delle disponibilità presenti sul conto corrente intestato al condominio per pagare spese personali;
  • si verifica un incidente per il fatto che l'amministratore non ha dato corso alle decisioni assunte dall'assemblea in merito all'effettuazione di taluni interventi urgenti di riparazione sull'edificio;
  • l'amministratore affigge in bacheca una informativa secondo cui il condomino Rossi risulta moroso nel pagamento delle spese condominiali;
  • ecc.

In tutti questi casi l'amministratore può essere accusato per appropriazione indebita, diffamazione, truffa, ecc.

In situazioni simili il condomino può presentare una denuncia o una querela agli organi competenti. La differenza tra denuncia e querela è sostanziale.

Infatti mentre la denuncia è l'atto con il condomino che ha notizia di un reato perseguibile d'ufficio ne informa il pubblico ministero o un ufficiale di polizia giudiziaria (Guardia di Finanza, Carabinieri, ecc.), la querela è la dichiarazione con la quale il condomino che ha subito un reato esprime la volontà che si proceda per punire il colpevole, ossia l'amministratore di condominio.

Nel caso specifico mentre la denuncia può essere formalizzata in qualsiasi momento, la querela deve essere presentata entro 3 mesi dal giorno in cui si ha notizia del fatto che costituisce il reato.

Tags:  condominio

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità